Settembre 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Conosci la sindrome di Diogene?

La presenza della sindrome di Diogene “rivela un disturbo nel rapporto con gli oggetti e il mondo circostante”, afferma la National Academy of Medicine nel suo Dizionario.

Questa sindrome è stata inizialmente descritta negli anziani con perdita delle capacità cognitive.

Tre criteri principali vengono utilizzati per valutare una persona con sindrome di Diogene:

  • rapporto con il corpo – troppo pulito o troppo sporco;
  • Relazione con habitat e ambiente: una casa vuota o affollata;
  • Rapporti con gli altri: tanti rapporti con gli altri o nessuno.

“Le persone con la sindrome di Diogene si trovano all’estremo limite di questa scala”, si legge in una linea guida della Delegazione ministeriale per l’alloggio e l’accesso all’alloggio (DiHall).

Coloro che catturano l’attenzione e richiedono un intervento esterno sono quelli che sono più negligenti del proprio corpo, della propria casa e delle relazioni sociali. Inoltre, il “segno più evidente” è che non chiedono nulla.

Vari disturbi psicologici

“La sofferenza così manifestata può essere indicativa di varie malattie psichiatriche”, continua l’Accademia Nazionale di Medicina, che cita: mania, disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), disturbo psicotico, disturbo depressivo… L’abuso di alcol è spesso associato a .

Tuttavia, la sindrome di Diogene non è inclusa nelle attuali classificazioni tassonomiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) o dell’American Psychiatric Association e del DSM (“Diagnostic and Statistical Manual”).

Infine, va notato che alcuni autori preferiscono il termine ‘maniaco’ (disturbo da accumulo compulsivo) o il termine maniaco.

READ  l'ospedale SOS Santé de Saint-Avold è sotto tensione