Gennaio 27, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

conferenza sulla riforma sanitaria

La squadra municipale voleva una vita migliore nel villaggio che non poteva esistere senza buone relazioni sociali. In questa prospettiva, il Centro Comunitario per l’Azione Sociale (CCAS) del comune si è assicurato di portare la sua pietra nell’edificio attraverso misure innovative e titolari di collegamenti.

Nasce così il progetto della conferenza tematica. Scopo del convegno, infatti, è creare un momento di dialogo, informazione e confronto su un tema specifico che può riguardare la riforma, il problema del giorno o semplicemente la vita quotidiana della comunità e della popolazione in svariati campi. Sono stati identificati quattro poli: prima infanzia, genitorialità, gioventù, lavoro sociale e ambiente di vita.

Spiegazioni delle modifiche

Sotto la guida di Alexis Ndouehé Béhobé, direttore dello sviluppo di Catalan Mutual, accompagnato dalla sua collaboratrice, Laetitia Garcia, si è tenuta di recente la prima di queste conferenze nella Sala delle nozze e riguardava la riforma sanitaria, inclusa la salute al 100%. Nonostante la serata estremamente fredda, molti san Feliciani hanno voluto fare il viaggio e partecipare a questo convegno-dibattito tenuto alla presenza del sindaco, Roger Garrido.

Dopo una presentazione della Mutua catalana e delle offerte che si possono fare, Alexis Ndouehé Béhobé ha spiegato cosa ha portato alla creazione di una mutua nel villaggio a cui avrebbero sottoscritto molti cittadini del comune.

Quindi, per comprendere meglio la riforma del governo sulla copertura dell’assistenza al 100% di alta qualità, spiegare i termini di rimborso tra assicurazione sanitaria e assicurazione sanitaria integrativa, e poi i concetti di contratto di solidarietà e contratto di responsabilità. Infine, Alexis Nduyihi Bihubi ha parlato della riforma di Agnes Buzyn, ex ministro della Solidarietà e della Salute, che riguarda solo le apparecchiature visive, le cure dentistiche e gli apparecchi acustici, le cui offerte devono essere pagate per intero al 100% attraverso la previdenza sociale e gli scambi.

READ  la salute. La Svizzera dovrebbe fornire più risorse agli infermieri

Se l’obiettivo è logico perché consente l’accesso all’assistenza sanitaria per tutti e promuove la prevenzione, sul campo la sua attuazione è più complessa da parte degli scambiatori, che a questo scopo sono costretti ad aumentare i propri prezzi. Affrontatelo dal lato della salute, i professionisti sono un po’ confusi da questo nuovo regolamento.