Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“Con la crisi finanziaria il settore è crollato”

Distinto dalla sua gestione dell’epidemia di Covid-19 quando era a capo dell’ospedale universitario Rafic Hariri di Beirut, il chirurgo Firas Abyad è stato nominato a settembre Ministro della Sanità nel governo di Najib Mikati con il difficile compito di stabilizzare l’Università Rafic Hariri Ospedale di Beirut. Il crollo del settore a causa della crisi finanziaria ed economica in Libano.

Il settore sanitario è sull’orlo del collasso?

Il settore è indubbiamente in una situazione precaria, ma non è ancora vicino al collasso. I sistemi sanitari dipendono dalla salute dell’economia e, con la crisi finanziaria, non c’è da meravigliarsi se il settore è crollato. Era già sotto pressione, con l’afflusso di oltre 1,5 milioni di profughi siriani, che rappresentano un quarto della popolazione totale, e poi con l’epidemia di Covid-19 e l’esplosione nel porto di Beirut, nell’agosto 2020, se ci fosse stato un altro una forte ondata epidemica o un altro disastro, quindi sì, il sistema sarà sull’orlo del collasso.

Reportage: Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Il Libano è in uno stato di catastrofe umanitaria

Quali sono le principali difficoltà che devi affrontare?

Il problema principale è con i medicinali perché importavamo dall’85 al 90% del nostro fabbisogno farmaceutico e non abbiamo più i mezzi per farlo. Il secondo problema riguarda i ricoveri ospedalieri, i cui costi sono aumentati vertiginosamente e che il governo non può più coprire. I pazienti devono pagare la differenza. Poi c’è un’ondata di emigrazione di medici e infermieri, in cui sono partiti dal 30 al 40% degli operatori sanitari, riducendo la capacità del sistema. Infine, abbiamo un ulteriore aumento dei casi di Covid-19 poiché la popolazione è vaccinata [avec deux doses] Solo 35,5%.

READ  Metti alla prova le tue conoscenze scientifiche con il quiz della settimana!

Come affronti questa crisi e in qualche modo?

Non si tratta affatto di rimanere senza soldi, ma dobbiamo razionalizzare la nostra spesa. Cerchiamo di trovare stabilità. Abbiamo iniziato a tagliare i sussidi per i farmaci. Abbiamo mantenuto interamente i sussidi per i farmaci contro il cancro, ma abbiamo parzialmente aumentato i sussidi per i farmaci per le malattie croniche.

Negli ultimi cinque mesi, molti farmaci non sono più disponibili in Libano e si sono dovute prendere queste difficili decisioni. C’è anche Due mesi fa non esisteva una cura per il cancro nel paese. I farmaci per le malattie croniche non si trovano più in farmacia, ma solo al mercato nero. Con la revoca del supporto, i farmaci saranno di nuovo disponibili [à un prix supérieur] Ma dobbiamo pensare a come possiamo aiutare le persone a pagarlo.

Hai il 37,56% di questo articolo da leggere. Il resto è solo per gli abbonati.