Giugno 20, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

CommonPass, questo passaporto sanitario che vuole proteggere i nostri dati sanitari

Come permettiamo la ripresa delle attività congiunte e dei viaggi quando si avvicina la fine della crisi del Covid-19? In tutto il mondo sono già apparse alcune iniziative di passaporto vaccinale, ad esempio in Israele e New York. Ma altri progetti, come CommonPass, hanno ambizioni globali. Quest’ultimo non è stato creato da un governo o da un’azienda, ma da … un’organizzazione senza scopo di lucro.

Agire da intermediario tra viaggiatori e aziende

“Gli individui dovrebbero avere il controllo assoluto sui propri dati sanitari”, spiega Paul Mayer, direttore di questo progetto. “Non dovrebbe esserci un database centrale.” Pertanto, CommonPass utilizza software libero e pertanto non è commerciale. L’idea è di agire da intermediario tra un passeggero e una compagnia aerea, ad esempio.

“Controlliamo se il risultato del test o della vaccinazione è conforme alle regole. Funziona con il sistema semaforo verde / semaforo rosso. Se è verde, allora va bene, puoi viaggiare. Se è rosso, non lo è. Ciò significa che sono solo informazioni che sono “Trasferito alla compagnia aerea, ad esempio, è il colore del fuoco”, continua il responsabile.

Un ambizioso progetto internazionale

Oggi Common Pass è già utilizzato da dieci compagnie aeree, come Lufthansa. “Costruendo una rete di istituzioni e fonti affidabili, l’idea è di creare un’infrastruttura di base per ripristinare la fiducia e consentire la ripresa dei viaggi internazionali”, afferma Paul Mayer.

Mentre sono in corso discussioni con l’Unione Europea, il direttore descrive il progetto del passaporto verde che l’Unione Europea vuole realizzare quest’estate come “molto incoraggiante”.