Gennaio 24, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Commento: la spesa eccessiva sta alimentando l’inflazione negli Stati Uniti

Stanford, CA: L’inflazione continua a salire. Dal suo punto di flesso nel febbraio 2021 al mese scorso, l’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è cresciuto del 6%, a un tasso annuo dell’8%.

La causa sottostante non è un mistero. A partire da marzo 2020, il governo degli Stati Uniti ha creato circa 3 trilioni di dollari in nuove riserve bancarie (equivalente in contanti) e ha inviato assegni a privati ​​e aziende.

Poi il Tesoro ha preso in prestito altri $ 2 trilioni circa e ha inviato altri assegni.

Lo stimolo totale ammonta a circa il 25% del PIL ea circa il 30% del debito federale originario.

Mentre gran parte del denaro è andato ad aiutare le persone e le imprese duramente colpite dalla pandemia, gran parte di esso è stato anche inviato indipendentemente dalle necessità, inteso come incentivo (o “alloggio”) per alimentare la domanda.

L’obiettivo era convincere le persone a spendere, ed è quello che stanno facendo ora.

Perché questa inflazione non vola?

Milton Friedman una volta ha detto che se vuoi l’inflazione, puoi semplicemente far cadere i soldi dagli elicotteri. Questo è ciò che ha fatto il governo degli Stati Uniti.

Ma questa inflazione negli Stati Uniti è in definitiva finanziaria, non monetaria.

Le persone non hanno denaro in eccesso rispetto alle obbligazioni; Invece, le persone hanno risparmi aggiuntivi e evidente ricchezza aggiuntiva da spendere.

Se il governo degli Stati Uniti prendesse in prestito l’intero importo di $ 5 trilioni per scrivere gli stessi assegni, i cittadini americani avrebbero probabilmente la stessa inflazione.

Altri presunti fattori – tra cui “shock dell’offerta”, “colli di bottiglia”, “spostamenti della domanda” e “avidità” delle imprese – non sono rilevanti per il livello generale dei prezzi. I porti non sarebbero intasati se la gente non cercasse di acquistare molte merci.