Giugno 20, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Come WarnerMedia e Discovery pianificano di creare un gigante dei media

Le chiusure hanno spinto molti americani a investire in progetti di ristrutturazione di case o nuovi hobby. Per David Zaslav, la tarda noia della pandemia ha generato un’altra idea: acquistare un’azienda da 100 miliardi di dollari.

A febbraio, il CEO di Discovery ha organizzato una partita a golf con il presidente di AT&T John Stankey al Pebble Beach Pro-Am in California. Ma l’ulteriore diffusione del Covid-19 mandò in frantumi il piano e Zaslav, “sentendosi sconvolto”, inviò invece un’e-mail a Stankey: “Dammi un grande colpo: ho un’idea”.

I due dirigenti, che hanno affermato di essersi legati in precedenza a “golf e cibo”, hanno finito per parlare per ore mentre Zaslav sceglie Stankey per la fusione di Discovery con WarnerMedia.

“Gliel’ho detto”, ha detto Zaslav, che ha detto di essere stato al telefono con Stankey per molto tempo, sua moglie pensava che avesse lasciato la casa. “Era come un barbone. Siamo sincronizzati.”

Stankey si è offerto di venire a New York, dove i due si sono incontrati il ​​giorno del pesce d’aprile al Greenwich Village di Zaslav su brownstone per chiarire i dettagli. “Volevamo stare attenti”, ha detto Zaslav.

La telefonata di febbraio ha segnato l’inizio di un’operazione top-secret da parte di AT&T, la più antica compagnia telefonica americana, per separare l’impero di Hollywood che ha acquisito per $ 85 miliardi solo due anni e mezzo fa. Banchieri e dirigenti lo vedono come un catalizzatore per una seconda ondata di consolidamento negli Stati Uniti e oltre, mentre i media tradizionali lottano per sopravvivere nella sfera dell’intrattenimento il cui futuro governerà l’afflusso.

Gli ultimi cinque anni non hanno incluso uno ma due mega accordi che definiscono l’era – l’acquisto da parte della Disney dell’impero di Rupert Murdoch Fox e l’acquisizione di Time Warner da parte di AT&T – eppure le società di media hanno deciso che mancano ancora di scala per competere nell’intrattenimento digitale in rapida evoluzione controparte Naturale.

READ  Almeno 12 persone sono morte in un incidente con la funivia in Italia e due bambini sono rimasti gravemente feriti

Netflix e Disney Plus, rispettivamente con 208 milioni di abbonati e 104 milioni di abbonati, si trovano in cima alla lista dei servizi di streaming. Con oltre 100 servizi disponibili, il resto dei media è lasciato a lottare per un posto imperdibile nei budget mensili dei consumatori. HBO Max di Warner ha aggiunto 10 milioni di abbonati al dettaglio dal suo lancio negli Stati Uniti lo scorso anno, mentre Discovery ha 15 milioni di abbonati in tutto il mondo.

“Mi aspettavo …” Stankey ha detto ai giornalisti lunedì che probabilmente ci sarà più unificazione. . .[wanted to] Avviarlo invece di doverlo seguire. “

Il progetto Columbus

Dopo essersi incontrati a New York, i dirigenti hanno assunto le banche di investimento boutique LionTree e Allen & Co per consigliare rispettivamente AT&T e Discovery. Successivamente sono stati completati da Goldman Sachs e JPMorgan, che avrebbero fornito un prestito seed bridge da 41,5 miliardi di dollari per completare l’affare complesso.

L’accordo è arrivato in una clip, nonostante alcune difficili trattative su come dividere la proprietà della nuova società, con le due parti che alla fine hanno accettato di dare agli azionisti di AT&T il 71% e Discovery il 29%. Persino Geoff Zucker, amico di lunga data di Zaslav e CEO della CNN, uno dei beni più preziosi di WarnerMedia, lo ha scoperto solo domenica.

Durante le negoziazioni del silenzio, il simbolo è stato nominato Il progetto Columbus, Denominato AT&T Armstrong, WarnerMedia come Magellan E scopri come Drake.

Le due parti stanno ancora discutendo sul vero nome della società combinata: le idee in esame includono “Warner Discovery”, “Warner Bros. Discovery” e “Warner Discovery Media”.

READ  Le tue migliori scommesse per una pausa: una guida rapida all'intrattenimento online e alle esperienze virtuali

Insieme, Warner e Discovery diventeranno il secondo gruppo mediatico più grande per fatturato dopo Disney, con vendite di $ 41 miliardi all’anno, una cifra che Zaslav prevede di salire a $ 52 miliardi entro il 2023. La società avrà un debito di $ 55 miliardi dopo l’emergenza.

Per AT&T, l’accordo cancella 43 miliardi di dollari dal suo mucchio di debiti, che ammontava a 169 miliardi di dollari di debito netto alla fine di marzo, e stava influenzando le menti degli azionisti. Le azioni della società sono rimaste stabili per un anno nonostante la più ampia ripresa del mercato. “Non ne sono contento”, ha detto Stankey agli investitori a marzo. “E mi sveglio ogni giorno a pensarci.”

AT&T è rimasta indietro rispetto ai suoi concorrenti dall'accordo Time Warner

Murdoch, Redstone e Turners

La fusione è un brillante colpo di stato per Zaslav, un dirigente selvaggiamente ambizioso che si è posizionato al vertice della catena alimentare nel settore dell’intrattenimento. Ha trascorso gli ultimi dieci anni al timone di Discovery, un pesce relativo con un valore di mercato di un decimo di quello della Disney. Ora tiene le redini di un’azienda che genera più entrate di Netflix.

Il sessantenne rappresenta una generazione di magnati dei media di un’epoca passata: Murdoch, Redstone, Disney e Turners – molti dei quali hanno verificato il nome di Zaslav durante una telefonata con i giornalisti lunedì. “Siamo qui sulle spalle di potenti titani, da Ted Turner a Steve Ross”, ha detto, descrivendo l’azionista di Discovery John Malone come “un insegnante e un migliore amico”.

L’accordo riflette anche la mancanza di passione di Stankey nel disfare l’eredità del suo predecessore, Randall Stephenson. Noto per il suo dimostrato pragmatismo, Stankey quest’anno ha anche abbandonato DirecTV, l’emittente satellitare la cui acquisizione è stata un altro importante affare del suo mentore. “Si è sostanzialmente ritirato dagli ultimi 10 anni di acquisizioni di AT&T”, ha detto una persona vicina a Stevenson.

READ  Uffizi italiani scoprono dipinti murali persi durante il blocco COVID | divertimento

Si fece da parte in modo brutale che ricordava lo schema di Successione È Jason Keelar, l’outsider dal pensiero tecnologico che Stankey ha portato solo 10 mesi fa per radunare le risorse di Hollywood della Warner Media in una vera compagnia di trasmissione.

Persone che hanno familiarità con la questione hanno detto che Keelar, che ha sviluppato la sua reputazione di operatore online con la sua invenzione di Hulu, ha scoperto l’affare mercoledì scorso e potrebbe lasciare l’azienda. È apparso in un profilo di 2.800 parole sul Wall Street Journal venerdì, solo per essere licenziato tre giorni dopo. Alla domanda sul futuro di Keelar, Stankey ha risposto: “David [Zaslav] Ha molte decisioni da prendere “.

David Zaslav, CEO di Discovery, che guiderà la società combinata. © Richard Drew / AP

Per WarnerMedia, una delle aziende più note di Hollywood dietro i successi che vanno da casa Bianca E il Citizen Kane per amici E il Game of ThronesQuesto sarà il terzo doloroso processo di ristrutturazione in tre anni.

Un dirigente della WarnerMedia ha detto che stava aggiungendo “un altro anno di turbolenze” a quelli che erano stati quattro anni di “incertezza e indecisione”. Tuttavia, un ex collega di alto rango era ottimista. La seconda persona ha detto: “Zaslav è molto capace”. “Lavoreranno con Warner, a differenza di AT&T, che era solo:” Zitto e accetta le richieste. ”

Zaslav ha insistito sul fatto che “vuole tenere tutto”, ma i licenziamenti sembrano essere inevitabili data la sovrapposizione tra le società. Discovery prevede di ottenere un risparmio di 3 miliardi di dollari entro due anni.

Quando il Financial Times gli ha chiesto dei piani di fusione, Zaslav ha fornito pochi dettagli e ha invece fatto riferimento alla “flessibilità” di cui aveva goduto. “Saremo un’unica azienda, una cultura, una missione”.

“Cresci o esci”

Se Zaslav riuscirà a farlo, la Warner-Discovery potrebbe competere con Netflix come uno dei pochi servizi di streaming veramente globali rivolti a oltre 200 milioni di abbonati – e Wall Street ne sarà probabilmente ricompensato.

Sebbene il flusso di cassa di Discovery sia in gran parte stabilito negli Stati Uniti, gestisce più di 80 reti in tutto il mondo, con una forte presenza nella lingua locale nei paesi nordici, in Polonia e in Italia. Zaslav è determinato ad attenersi ai migliori contenuti di WarnerMedia e non entrare mai più nel tipo di accordo di licenza con il servizio di pay TV Sky di Comcast che impedisce il lancio di HBO Max nel Regno Unito, in Germania o in Italia almeno fino al 2025.

Ma un’espansione di successo richiederà decisioni dolorose all’interno di determinati mercati. Discovery deve ancora decidere se elencare tutti i suoi servizi di streaming sotto un unico marchio come Netflix, o utilizzare l’approccio della piattaforma Disney, che diffonde marchi come Star, ESPN o Hulu, a seconda del mercato.

Dirigenti e banchieri affermano che l’accordo è destinato a spingere un altro account nel settore dell’intrattenimento, poiché la pressione incessante per l’espansione rende più difficile per coloro che sono rimasti indietro.

Comcast ha avuto conversazioni informali con Stankey di AT&T sul riunire la loro unità NBCUniversal e WarnerMedia, ma la Discovery è stata vista come più facile da individuare con le autorità di regolamentazione, hanno detto molte persone informate sulla questione.

L’amministratore delegato di Comcast Brian Roberts potrebbe ancora tentare una controproposta per acquistare beni della WarnerMedia, come ha fatto quando la Disney ha accettato di acquistare le famose società Fox. Tuttavia, secondo diversi media banker, ottenere questo mix sarà un compito difficile.

Un banchiere ha affermato che la Warner-Discovery potrebbe diventare essa stessa un obiettivo di acquisizione nei prossimi anni, poiché i principali gruppi tecnologici come Apple o Amazon hanno concluso i propri accordi incentrati sui contenuti. Lunedì è emerso che Amazon era in trattative per acquisire MGM, lo studio cinematografico dietro il franchise di James Bond, per circa $ 9 miliardi.

“Questo è ciò che [AT&T and Discovery] Deve essere fatto per essere un’azienda sostenibile. “Non puoi fare questo lavoro solo negli Stati Uniti”, ha detto un alto dirigente di un grande gruppo di media. “Quindi ci saranno un certo numero di società di media ora che pensano: crescere o uscire”.