Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Come sarà il 2023 per Apple e Foxconn?

  • Foxconn, il principale fornitore di Apple, prevede che il 2023 sarà probabilmente “piatto” in termini di crescita dei ricavi tra incertezza e vari fattori imprevisti.
  • Poiché i chip a 3 nm di TSMC dovrebbero entrare in produzione commerciale questa settimana, Apple potrebbe essere la prima a utilizzare chip a 3 nm per i suoi prossimi chip M2 Pro.

È stato un ultimo trimestre pazzesco del 2022 sia per Apple Inc che per il suo principale fornitore, Foxconn. In effetti, entrambe le società si stanno ancora riprendendo Interruzione causata da problemi recenti presso il più grande produttore di iPhone a Zhengzhou, in Cina. Tanto che Apple, i cui smartphone sono stati per lo più resilienti di fronte alla recessione economica globale, ha subito un duro colpo durante le festività natalizie di quest’anno.

READ  Come prolungare la durata della batteria dell'Apple Watch durante l'allenamento

Mentre Apple rimane attraente sulla base del suo solido bilancio e del percorso di crescita sostenibile a lungo termine, la società deve ancora affrontare problemi di volatilità a causa del contesto macro sempre più difficile. Anche gli analisti stanno attenuando le aspettative per le vendite di iPhone del trimestre di dicembre di Apple, poiché alcuni investitori sono alle prese con quanto sia basso il fondo, sia che Le vendite sono perse o Semplicemente in ritardo– E l’impatto della recessione macroeconomica globale sulla domanda.

Per il contesto, i modelli iPhone 14 Pro e Pro Max sono stati i riflettori dell’ultima gamma di telefoni Apple. Foxconn lo è L’unico collezionista per entrambi i modelli di iPhone di fascia alta, e la maggior parte di loro sono realizzati a Zhengzhou. Nonostante il loro prezzo elevato, le varianti Pro e Pro Max dell’iPhone 14 sono dove si trovano gli ultimi aggiornamenti di chip e prestazioni e la domanda di questi dispositivi è in aumento. Ma la domanda annunciata non significa necessariamente buone notizie per Apple o Foxconn.

In effetti, è stata la struttura di Foxconn a Zhengzhou a funzionare a circuito chiuso ed è responsabile della produzione di oltre l’80% delle unità globali di iPhone 14 Pro e Pro Max. Il restante 20%, prevedono gli analisti, proverrà probabilmente da siti alternativi, Come l’Indiache è ovviamente Non è immune dalle tentacolari restrizioni Covid della Cina.

La situazione indica semplicemente un ambiente vincolante per i dispositivi Apple più venduti e più redditizi durante il trimestre festivo. Nel frattempo, la produzione di modelli di iPhone 14 standard più venduti che sono stati spostati negli impianti di produzione più piccoli di Foxconn in tutta la Cina per evitare interruzioni fisiche dei livelli di produzione ha tassi di accettazione molto più bassi.

READ  Call of Duty: Modern Warfare 2 Dopo 1200 partite, il giocatore trova una funzione utile!

I modelli Standard Phone 14 sono stati relativamente attenuati rispetto alle loro controparti Pro e Pro Max, poiché i consumatori del mercato di massa si impegnano a stringere maggiormente la cinghia con l’aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse. Anche Foxconn sembra incerto su cosa potrebbe portare il nuovo anno, dopo un ultimo trimestre così disastroso del 2022.

Il presidente di Foxconn Young Liu ha dichiarato che la sua azienda, per ora, non vede alcuna possibilità di aumentare significativamente le entrate il prossimo anno, in parte a causa della base elevata di quest’anno. “Per il prossimo anno, vediamo i data center cloud e i prodotti di rete come un forte motore di crescita, ma l’elettronica di consumo e l’elettronica intelligente in generale saranno ancora un po’ lente e deboli”, ha detto Liu in una conferenza degli investitori. Indice Nikkei Asia Trasferimento.

Nonostante sia il più grande produttore di contratti elettronici al mondo, Foxconn prevede che le sue entrate per il quarto trimestre di quest’anno diminuiranno leggermente rispetto allo scorso anno, principalmente a causa delle interruzioni legate a COVID nella sua storia. La principale fabbrica di iPhone è a ZhengzhouCina, lanciato a ottobre.

Non tutto è tetro e fatale

Apple e Foxconn potrebbero aver avuto la loro giusta dose di problemi quest’anno, ma è più o meno lo stesso su tutta la linea, specialmente nel settore tecnologico. Ma significa anche che è in atto un forte rimbalzo nel 2023, poiché le aziende proteggono la redditività e la Federal Reserve reprime una campagna di aumento dei tassi, tra le altre cose, ha affermato Wedbush Securities.

“[In] In questa carneficina, vediamo opportunità di crescita poiché generalmente crediamo che il settore tecnologico aumenterà di circa il 20% nel 2023 rispetto ai livelli attuali con big tech, software e semifinalisti anche se grandi carte di credito/federali”, ha scritto l’analista Dan Ives in un nota pubblicata venerdì Inoltre, proprio ieri, ci sono stati aggiornamenti secondo cui il principale fornitore di chip di Apple, TSMC, inizierà la produzione di massa di chip a 3 nm questa settimana.

READ  Com'è stato il 2021 per te, Apple?

Ciò significa che Apple lo è Il cliente principale per il nuovo processo, potrebbe essere utilizzato per la prima volta nei prossimi chip M2 Pro che dovrebbero alimentare i modelli MacBook Pro e Mac mini aggiornati. Secondo il nuovo rapporto di DigiTimesVerrà avviato TSMC Produzione in serie del chip 3nm di nuova generazione giovedì 29 dicembre, in linea con i rapporti di inizio anno secondo cui la produzione di massa a 3 nm sarebbe iniziata più tardi nel 2022.

Apple sta attualmente utilizzando il processo a 4 nm di TSMC nel chip A16 Bionic nella serie iPhone 14 Pro, ma potrebbe passare a 3 nm già dal prossimo anno. Il chip ‌M2‌ Pro dovrebbe debuttare nei MacBook Pro da 14 e 16 pollici aggiornati all’inizio del prossimo anno, e forse nei modelli Mac Studio e ‌Mac mini‌ aggiornati, secondo i rapporti.