Gennaio 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Come la forza e la determinazione di Wanda Ferragamo hanno costruito un impero della moda

Quando ho iniziato a lavorare, non c’erano molte donne alla guida di aziende in Italia. Le cose ora sono diverse e sono felice, anche se mi rendo conto di cosa questo comporti. Tutte le donne lavorano, l’unica differenza è che alcune fanno il loro lavoro fuori casa. Ad ogni modo, le casalinghe devono tenere i libri come una contabile, decorare come una designer d’interni, cucinare come uno chef e gestire la propria casa come un amministratore delegato, e devono fare tutto questo mentre lavorano anche come moglie e madre. Noi donne facciamo tutto, non importa cosa e dove siano i nostri uffici. “- Wanda Ferragamo

Dal 1960 fino alla sua morte nel 2018, Wanda Ferragamo è stata la forza trainante di Salvatore Ferragamo. Dopo la morte inaspettata del marito (da cui prende il nome l’azienda), Wanda assume la carica di presidente della casa di moda per realizzare il sogno del suo defunto compagno. “È stata spinta dal grande amore di mio padre e da ciò che ha creato. Dopo la sua morte, ha costruito la reputazione che Salvatore Ferragamo è conosciuto in tutto il mondo, un marchio fondato su sani valori morali, rispetto per le persone e un’eccellente qualità del prodotto, “figlia Wanda Gentile Giovanna Dice Fiera della vanità. “Aveva un cuore e una passione incredibili e la cosa più importante che ho imparato da lei è stata credere in un sogno e fare tutto ciò che è in tuo potere per realizzarlo”.

Wanda Meletti Ferragamo, anni ’70

Al momento della morte di Salvatore Ferragamo nel 1960, il marchio era un marchio di scarpe da donna. L’ingegnosità di Wanda cambierà presto tutto. “Il suo approccio consiste nell’amore e nel materialismo. Ha dedicato la sua vita alla ricerca di ciò che voleva che il marchio diventasse e ha soddisfatto il desiderio di nostro padre per l’abbigliamento femminile dalla punta alla testa. Ci ha sempre ricordato di non aver paura del fallimento. Se hai paura di sbagliare, non andrai lontano”, spiega Gentile.

In onore di quello che sarebbe stato il suo centesimo compleanno, il Museo Ferragamo, la Fondazione Ferragamo e l’Azienda Salvatore Ferragamo ricorderanno la sua eredità con una serie di iniziative, la più grande delle quali è una mostra. Intitolata “Women in Balance”, la mostra inaugurata a maggio “racconta le storie di altre donne, durante i primi anni del boom dell’economia italiana dal 1955 al 1965 quando [Wanda] Sono diventata una donna d’affari e ho contribuito a plasmare una società diversa dal contesto storico in cui sono nata”, afferma Gentile. Mostrerà le donne nel mondo degli affari, delle arti, della cultura e delle scienze e coloro che hanno plasmato la loro identità e hanno svolto un ruolo fondamentale nella cultura italiana.

Wanda con i figli Fiama, Giovanna, Leonardo, Ferruccio e Fulvia Ferragamo sul tetto del Palazzo Spinney Veronese nel 1983. Foto di David Les

READ  Informazioni di mercato e ripresa delle negoziazioni