Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Come la Cina sta usando le barriere metalliche per combattere il Corona virus

Diversi distretti di Shanghai hanno eretto barricate di metallo lo scorso fine settimana come parte della battaglia della città contro l’epidemia di COVID-19, in una mossa che ha scatenato proteste e fatto arrabbiare alcuni residenti.

I lavoratori vestiti con indumenti protettivi bianchi dalla testa ai piedi hanno eretto reti metalliche e recinzioni in lamiera per isolare strade, comunità residenziali e persino gli ingressi di alcuni condomini. Alla maggior parte dei 25 milioni di residenti della città è già stato impedito di lasciare le proprie case durante un blocco durato un mese, anche se da allora alcuni quartieri sono stati aperti.

Le barriere sono poste per garantire il controllo del movimento e spesso lasciano un piccolo ingresso che può essere facilmente sorvegliato.

L’uso di recinzioni o barriere metalliche è nuovo?

Le barriere sono nuove a Shanghai, ma sono state dispiegate durante l’epidemia in altre città della Cina. Ad esempio, all’inizio del 2020, alcuni comitati di quartiere – i livelli più bassi del governo locale – hanno eretto lamiere e recinzioni in alcune parti di Pechino per controllare i punti di accesso alle case. Wuhan, dove sono stati segnalati i primi casi di COVID-19 nel dicembre 2019, ha anche eretto barriere metalliche in tutta la città.

I residenti che portano ombrelli sotto la pioggia si allineano lungo una recinzione fortificata per sostenere i test COVID fuori da un condominio chiuso a Pechino. (AFP)

Il modo in cui vengono distribuiti varia. A volte il governo erige una recinzione attorno a interi isolati di quartiere, lasciando solo uno o due ingressi. In altri casi, costruiscono recinzioni davanti ai singoli complessi di appartamenti.

La recinzione è stata ampiamente dispiegata anche nelle aree di confine, inclusa Suifenhe, una città nel nord-est al confine con la Russia. Le barriere di metallo bloccano intere strade.

Perché la gente ha manifestato a Shanghai?

Shanghai non ha eretto barriere metalliche su larga scala negli ultimi due anni dell’epidemia e si vanta di misure più mirate che non si basano sui blocchi. Le cose sono cambiate nell’epidemia più recente, che è stata guidata dalla variante BA.2 di omcron altamente trasmissibile. Le autorità centrali hanno imposto un blocco all’intera città, impedendo alle persone di mettere “un piede fuori dalla porta”, secondo uno slogan ampiamente promosso.

Molti residenti di Shanghai erano sconvolti dalle barriere che bloccavano gli ingressi ai loro condomini e alcuni cittadini arrabbiati hanno pubblicato video online che mostrano le proteste. In uno dei video verificati dall’Associated Press, i residenti che hanno lasciato un edificio nel distretto di Xuhui a Shanghai hanno abbattuto una grata all’ingresso principale e si sono arrabbiati per cercare la guardia di sicurezza ritenuta responsabile della sua situazione.

Un addetto alle consegne parla con una guardia di sicurezza mascherata presso la recinzione fortificata di un complesso di appartamenti recintato.
Un addetto alle consegne parla con una guardia di sicurezza mascherata presso la recinzione fortificata di un complesso di appartamenti recintato. (AFP)

Shanghai utilizza un sistema a più livelli in cui i quartieri sono divisi in tre categorie in base al rischio di trasmissione. Quelli della prima categoria affrontano i più severi controlli COVID-19 e sono il principale obiettivo delle barriere.

Tuttavia, alcuni funzionari di quartiere di Shanghai hanno eretto barriere in aree che non fanno parte delle categorie più rigide. Un residente ha chiamato la polizia per protestare contro la chiusura delle strade vicino al suo appartamento, dicendo che la sua residenza non era di classe A. Lui e altri due residenti del suo complesso edilizio hanno cercato di impedire ai lavoratori di erigere barriere di metallo, ma un addetto del comitato di quartiere li ha fermati. L’ufficiale di polizia ha detto ai residenti che non avevano il diritto di lasciare l’appartamento, secondo il racconto dell’uomo, che ha pubblicato su WeChat.

“Questo profondo e profondo sentimento di impotenza. Chi può dirmi: c’è qualche speranza per questo posto?”, ha scritto. Si è rifiutato di dare il suo nome.

I residenti chiacchierano dietro la recinzione fortificata di un complesso di appartamenti chiusi a Pechino.
I residenti chiacchierano dietro la recinzione fortificata di un complesso di appartamenti chiusi a Pechino. (AFP)

In alcuni casi, i residenti hanno avuto successo nelle loro proteste.

In un complesso di appartamenti nel distretto di Putuo a Shanghai, i residenti hanno protestato vigorosamente dopo che la commissione per l’edilizia abitativa ha posizionato una serratura a forma di U sulla porta dell’edificio il 16 aprile.

“È stato molto brusco, senza alcun preavviso, e non era solo l’edificio. Ogni posto sottostante era chiuso. Ho chiuso qualsiasi via di fuga”, ha detto una residente di Shanghai che ha chiesto di essere identificata solo con il suo cognome, Zhang. incidente o incendio, tutti moriranno sicuramente”.

I residenti dell’edificio hanno chiamato la polizia e il numero verde della città. La commissione residenziale ha ceduto e ha messo del nastro adesivo sulla porta, ma ha avvertito i residenti che danneggiare il nastro avrebbe portato a conseguenze legali, secondo un avviso che la commissione ha inviato ai residenti e Zhang ha mostrato all’AP.

A Pechino, molte barriere sono state rimosse dopo che la città ha attraversato senza una grave epidemia negli ultimi due anni. Ora, invece, i complessi di appartamenti con casi positivi sono nuovamente confinati.

READ  Monte Everest: la pandemia di coronavirus, il cambiamento climatico e gli scalatori disperati provocano il caos durante le escursioni