Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Clothing Attack Company presenta il programma italiano di sostenibilità – Sourcing Journal

L’industria italiana delle calzature e dell’abbigliamento di lusso è al centro di una nuova iniziativa lanciata dalla Clothing Attack Company (AII), organizzazione dedicata alla riduzione dell’impatto ambientale della moda. Questa settimana, i produttori italiani hanno presentato un team per finanziare e misurare i progetti ambientali con un impatto misurabile: una joint venture con i maverick della moda sostenibile Burberry, Stella McCartney e la sua ex società madre Kering.

Gli obiettivi del programma includono lo sviluppo di un piano d’azione per integrare e mitigare marchi, produttori, filantropia e organizzazioni non profit per collaborare all’identificazione delle migliori questioni ambientali, espandere la consapevolezza e le iniziative finanziarie e condividere le migliori pratiche per il miglioramento ambientale. Le aree di interesse di AII sono l’energia, l’acqua e la chimica.

“Questa partnership è importante per l’industria perché ci consente di portare le linee guida comprovate e future di AII ai produttori italiani di abbigliamento e calzature di lusso”, ha affermato Louis Perkins, presidente di AII. “Questo è un momento importante per includere la cameriera ambientale negli sforzi del settore per ricostruire meglio attraverso questo lavoro. Siamo ansiosi di iniziare l’implementazione con i nostri partner”.

Poiché il governo locale inizia ad allentare le restrizioni con il progredire degli sforzi di distribuzione dei vaccini, questo potrebbe essere il momento giusto per il settore della moda in Italia, che ha provocato polemiche tra coloro che lo considerano troppo presto. Indipendentemente da ciò, l’industria della moda è desiderosa di avanzare e concentrarsi su miglioramenti collaborativi e scalabili per un futuro migliore.

Il progetto Italia di AII è stato avviato alla fine del 2020 con un gruppo prioritario di produttori italiani. La fase successiva prevede la nomina di 10-15 produttori e marchi di lusso per la partecipazione.

READ  Caso omicidio pescatori: l'Italia paga ₹ 10 crore Per le famiglie il centro si trova in S.C.

Noto per essere in prima linea nelle modalità di moda più sostenibili, Stella McCartney è stato il primo partner europeo e il primo marchio di lusso a implementare Klein Buy Design, un’iniziativa di filiera sostenibile guidata dal Natural Resource Conservation Council (NRDC) e infine AII nei suoi stabilimenti tessili nel 2013.

La joint venture di lusso Kering è un altro dei primi ad adottare il progetto Clean Buy Design, che da allora ha fornito una guida coerente a oltre 35 dei suoi fornitori. Secondo Geraldine Vallejo, direttore del progetto di sostenibilità di Kering, l’adesione all’AII aiuterà a misurare le pratiche sostenibili e a migliorare ulteriormente il suo obiettivo di ridurre i profitti e le perdite ambientali (EP & L) del 40% entro il 2025.

Il miglioramento dei fornitori è fondamentale nell’evoluzione sostenibile di Burberry e mira a condividere con il resto del settore attraverso il marchio britannico AII. “Dalla conversione dei nostri fornitori italiani all’energia rinnovabile per aiutare i nostri produttori di lana a bonificare i terreni agricoli in Australia, sappiamo che sono necessarie azioni mirate e cooperazione intersettoriale per avere un impatto significativo”, ha affermato Pam Patti, vice presidente della responsabilità aziendale di Burberry. . “Questo è il motivo per cui siamo lieti di supportare AII con altri brand partner che hanno bisogno di un’ambizione condivisa per continuare il nostro lavoro comune per rendere le catene di distribuzione della moda più durevoli”.

Sebbene AII sia stato creato quattro anni fa, ha già avuto un impatto duraturo sull’industria della moda. L’organizzazione è una joint venture tra Sustainable Clothing Alliance (SAC), Sustainable Business Initiative (ITH), Cape Inc., PVH Corp, Target, HSBC Holdings PLC e altre parti. Si concentra su “progetti promettenti volti a un dilemma ambientale o sociale a breve termine che dimostri il potenziale di lavoro o sviluppo in una geografia limitata”. Nel 2019, ha deciso di ampliare un progetto di sviluppo dell’impianto con la partecipazione di partner come Arvind Ltd., Cape Inc., Target e PVH Corporation, e recentemente ha collaborato con JCP Penny per il miglioramento della catena di fornitura.

READ  Come l'Italia riapre ai turisti, ma evita ulteriori viaggi