Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Clearpay su ora Acquista, paga dopo Potenziale in Italia – WWD

Milano – Secondo Clearpay, ci sono molte alternative alla trazione in Italia.

Acquista ora, poi paga, nome che in Europa si chiama afterbury, ma in altre parti del mondo è noto anche come afterbury, segnando il suo primo anniversario dalla pubblicazione in Italia di uno studio sulle crescenti abitudini di acquisto dei clienti locali.

La ricerca, condotta il mese scorso con Human Highway, ha rilevato che 1.036 italiani, di età compresa tra i 18 ei 54 anni, erano equamente distribuiti sul territorio e stavano già acquistando online a conferma della loro familiarità con gli strumenti digitali.

Lo studio mostra che il 45,5% dei campioni ha acquistato articoli online negli ultimi tre mesi, di cui la metà ha acquistato capi di moda, seguito da libri, prodotti farmaceutici e cosmetici.

Per il 70 per cento degli intervistatori, i prezzi sono un fattore importante, soprattutto nell’acquisto di articoli di moda e di arredamento. Le donne considerano soprattutto il fattore prezzo quando acquistano abbigliamento e cosmetici, mentre per gli uomini diventa rilevante quando acquistano abbigliamento sportivo e accessori. Sebbene la generazione più giovane non sia un acquirente di prodotti farmaceutici, i cartellini dei prezzi di questi prodotti fanno una differenza significativa per il 69% dei consumatori di età inferiore ai 25 anni che accedono al settore.

I servizi Acquista ora, paga dopo possono incidere su questo approccio prudente ai consumi, ma questo metodo di pagamento è ancora meno conosciuto nel Paese perché il 62,3 per cento degli intervistati lo ha ignorato. Solo il 7,3% del campione ha testato questo metodo di pagamento e il 2,5% lo utilizza frequentemente.

READ  O'Dwyer si è piazzato 10° nella gara di Snowboard Cross alla Coppa del Mondo in Italia

“Questa è una grande opportunità per noi”, ha detto Federica Ronchi, manager di Clearpay per l’Italia.

Altri dati hanno supportato il suo entusiasmo: secondo lo studio, il 56,1 per cento di chi non ha familiarità con il computer preferisce utilizzare un servizio di shopping online che consente di dividere il pagamento in rate, mentre chi ha testato il sistema lo ha elogiato. I suoi vantaggi, tra cui flessibilità e immediatezza.

Anche altri metodi di pagamento basati su rate sono stati percepiti favorevolmente dal modello, ma Ronchi ha sottolineato che esistono preoccupazioni basate su procedure burocratiche, scetticismo o senso generale del debito.

“Se ci pensi, Millennials e General Zs non usano molto le carte di credito, preferiscono le carte prepagate o le carte di debito perché controllano meglio le loro spese in questo modo”, ha detto Ronchi. I consumatori non dovrebbero impegnarsi nel loro limite di credito mensile perché la sua formula si basa su quattro rate, pagabili al momento del primo acquisto e le restanti tre vengono approvate solo ogni 15 giorni successivi.

Il sistema consente ai consumatori di accedere alle cose che desiderano e di cui hanno bisogno, essere più aperti a nuove offerte, aumentare i volumi medi delle transazioni o fare acquisti alla fine del mese, quando gli acquirenti sono abituati a registrare i cambiamenti nelle vendite durante l’attesa. Il loro prossimo stipendio.

Le risorse principali di Clearpay includono la spesa per i consumatori zero e un layout intuitivo, basato su una libreria di marchi suddivisi in categorie principali – comprese le piccole e medie imprese – moda, bellezza, sport e tempo libero, casa e bambini. Particolarmente attraente per le nuove generazioni, questo approccio indecente consente ai commercianti di aggirare la base di clienti ricercati e registrare un aumento di circa il 30 percento del biglietto medio.

READ  Si dice che Tom Holland sia volato in Italia per "sorprendere" Gentia con Tate Night Out.

“Ci concentriamo su questi tipi di prodotti perché sono i più interessanti per il nostro target”, ha confermato Ronchi, rivelando che il 77% della base clienti di Clearpay è composta da millennial e General Gers. “La moda e la bellezza sono particolarmente importanti quando si tratta di riacquistare”, ha continuato, aggiungendo che in media un cliente Clearpay utilizza questo metodo di pagamento 12 volte l’anno.

L’uscita di Clearpay in Italia è stata una coincidenza in Francia e Spagna. Clearpay ha protetto più di 7.000 commercianti in un anno e ha attratto 2,5 milioni di utenti attivi nei tre paesi messi insieme. In tutto il mondo, l’azienda serve 122.000 commercianti e 19 milioni di utenti attivi.

Mentre altri concorrenti come Klarna e Scalapay stanno guadagnando terreno in Italia, Ronchi ha sottolineato che l’attenzione di Clearpay è sempre stata incentrata sul business, non mirata ad agevolare il consumatore finale.

“Il nostro obiettivo non è avere il cliente sul nostro sito Web, ma portarlo sui rispettivi siti dei commercianti”, ha affermato il dirigente, aggiungendo che altre differenze con i concorrenti non costringono i marchi a accordi esclusivi. Migliorare l’esperienza del cliente fornendo visitatori e opzioni di pagamento aggiuntive.

Fondata in Australia nel 2014, Afterpay è stata lanciata negli Stati Uniti nel 2018 e come Clearpay nel Regno Unito l’anno successivo. Secondo il rapporto, l’anno scorso la società ha acquisito la società statunitense di servizi finanziari e pagamenti digitali Square Inc. – Ora Block Inc. Ribattezzato come – Acquisito in un gigantesco affare fintech per $ 29 miliardi.