Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Cinque cose da tenere d’occhio al ritorno della Serie A: il Napoli punta a rimanere caldo contro l’Inter, la corsa alla Champions League e altro ancora

Quasi due mesi dopo, la Serie A torna finalmente in azione. Il calcio italiano si è fermato il 13 novembre prima dell’inizio del Mondiale 2022 e riprende questa settimana con un’intensa giornata di calcio mercoledì 4 gennaio quando giocano tutte e 20 le squadre. Il Napoli è attualmente in testa alla classifica e ha dominato la prima parte della stagione: il Milan, campione in carica della Serie A, è alle spalle della squadra di Luciano Spalletti a punti, mentre la Juventus è terza. L’attesissima sfida di mercoledì tra Inter e Napoli ci regalerà però un confronto immediato e decisivo in grado di dare una spinta enorme a qualsiasi squadra. Ecco un promemoria di ciò che è successo finora in questa stagione e di cosa possiamo aspettarci per il futuro.

1. Il Napoli può vincere lo scudetto?

I tifosi del Napoli aspettano dalla stagione 1989-1990 di vedere la loro amata squadra vincere un altro scudetto. In effetti, il Napoli non è riuscito a vincere il campionato italiano poiché Diego Armando Maradona era la stella della squadra e della città. Erano sul punto di realizzare il loro sogno, soprattutto sotto la guida di Maurizio Sarri durante la stagione 2017-2018, ma poi hanno perso contro la Juventus nonostante avessero segnato 91 punti in 38 partite, a soli quattro punti dai bianconeri. Il Napoli ha cambiato tante cose negli ultimi anni, ma anche se alcuni big hanno lasciato il club in estate, è stato subito chiaro che qualcosa era cambiato in questa stagione. L’ex capitano Lorenzo Insigne è passato al Toronto FC la scorsa estate, insieme a Dries Mertens e Kalidou Koulibaly. Il tecnico Luciano Spalletti è riuscito a mantenere un clima piacevole sia dentro che fuori lo spogliatoio e sono arrivati ​​nuovi giocatori. La stella della squadra ora è il talento georgiano Khvisha Kvaratskhelia che ha già segnato 13 gol in tutte le competizioni e fornito anche 13 assist. Il Napoli finora è riuscito a vincere 13 partite e solo due pareggi ed è anche l’unica squadra in Serie A ad essere finora imbattuta.

La sensazione è che il Napoli stia vivendo un sogno in questa stagione, ma nel calcio le cose possono cambiare velocemente. Nonostante abbia otto punti in più del Milan, la sosta ai Mondiali potrebbe incidere sulla corsa al titolo. Gli Azzurri hanno avuto solo cinque giocatori ai Mondiali in Qatar, e nessuno di loro è arrivato alle finali della competizione. Per questo può andare bene in generale per mister Spalletti dal punto di vista fisico ma in questo caso l’aspetto psicologico rischia di incidere molto di più sul campionato. Il Napoli ha avuto lo slancio prima della sosta e ha vinto 11 partite di fila, e la domanda principale è se la sosta avrà o meno un impatto nelle prossime partite. Per fortuna non dovremo aspettare molto per la risposta visto che mercoledì il Napoli salterà l’Inter in una partita decisiva per lo scudetto. Se il Napoli riesce a mantenere la forma, non c’è dubbio che sia favorito per vincerla.

READ  Auger-Aliassime batte le qualificazioni italiane nel round di apertura del Masters di Parigi

CBS Sports ti offre il Daily Football Podcast, che copre tutto ciò che devi sapere sul bellissimo gioco. Assicurati di seguire House of Champions Per coprire le partite più importanti, le storie, le ultime notizie con Fabrizio Romano e tutto ciò che accade nello sport più popolare del mondo.

2. Chi sarà il rivale del Napoli?

Se il Napoli sarà sicuramente favorito per la vittoria dello scudetto in questa stagione, non è chiaro chi lo sfiderà fino alla fine della stagione. Finora ci sono stati diversi cambi nei primi quattro posti della classifica italiana, ma il Milan è stata la squadra più stabile e ha confermato i buoni risultati che l’hanno spinta a vincere il loro primo titolo nel campionato italiano in undici anni la scorsa stagione. I rossoneri, però, sono ancora a otto punti dal Napoli e devono migliorare il proprio risultato per approfittare di un’eventuale perdita di punti della squadra di Spalletti. La Juventus ha avuto un inizio difficile, ma Massimiliano Allegri è riuscito a tenere in carreggiata la sua squadra e ora è al terzo posto, a soli due punti dal Milan.

L’Inter di Simone Inzaghi è sicuramente la squadra più frustrante fino ad oggi, e ha avuto alcune partite difficili nella prima parte della stagione di Serie A subendo troppi gol (22 in 15 partite, più di qualsiasi altra squadra nella top 10). ). I nerazzurri hanno vinto dieci partite e ne hanno già perse cinque e sono l’unica squadra in Serie A che non ha ancora pareggiato nemmeno una partita. Con il ritorno di Romelu Lukaku, sostanzialmente indisponibile nella prima parte dell’anno per infortunio, e il campione del mondo Lautaro Martinez in testa alla rosa, dall’Inter c’è da aspettarsi di più nella seconda parte della stagione 2022-23.

READ  Spezia vs Roma Prediction Dream11 testa a testa sulla formazione pronostici sulle scommesse dove guardare in diretta oggi Dettagli partita Serie A 2021-22 - 27 febbraio

3. Gara di Champions League

Questa è spesso la gara più emozionante del campionato con molti club coinvolti. Questa stagione non sarà diversa e al momento ci sono non meno di sette squadre in lizza per i primi quattro posti in classifica. Premesso che il Napoli dovrebbe fare bene con 11 punti di vantaggio al quarto posto, ci sono solo tre posti per sei squadre. Milan (33), Juventus (31) e Lazio (30) completano ora le prime quattro, ma anche Inter (30), Atalanta (27) e Roma (27) sono tutte in corsa. La squadra di Jose Mourinho ha vinto nel 2022 la prima edizione della UEFA Conference League che ha salvato la scorsa stagione. Ma hanno bisogno di migliorare le loro prestazioni in campionato e cercheranno di farlo con l’aiuto del vincitore della Coppa del Mondo Paulo Dybala, che si è unito al club la scorsa estate dopo la scadenza del suo contratto con la Juventus. Questa sarà una gara molto aperta con la partecipazione di molti club e di solito si svolge fino all’ultimo giorno della stagione. Sarà lo stesso in questa stagione?

4. Tranquillo periodo di transizione

Come spesso accade, quest’inverno non dobbiamo aspettarci una finestra di mercato piena, soprattutto perché i grandi club italiani non toccheranno i loro roster per vari motivi. L’obiettivo del Napoli è mantenere invariato l’attuale roster e vuole mantenere giocatori chiave. Il Milan ha ingaggiato il portiere Davies Vasquez dopo che Mike Minnan si è infortunato, dando all’allenatore Stefano Pioli più opzioni per sostituire il portiere titolare. Dopodiché, a gennaio i rossoneri non dovrebbero fare molto. Lazio e Roma non dovrebbero fare grandi acquisti per motivi finanziari, così come l’Inter che deve anche fare i conti con il rinnovo del contratto del giocatore chiave Milan Skriniar. Il difensore centrale, il cui contratto si concluderà in estate, e le discussioni su un nuovo accordo non sono ancora andate avanti, e il club rischia ora di perderlo come free agent nell’estate del 2023 dopo aver rifiutato di venderlo la scorsa estate a Paris Saint-Germain.

READ  Dietrich Mateschitz: Omaggio al fondatore della Red Bull

La Juventus non toccherà il proprio roster almeno fino al 18 gennaio, quando verrà formato un nuovo consiglio di amministrazione per il club. A novembre, l’intero consiglio di amministrazione, compresi il presidente Andrea Agnelli e il vicepresidente Pavel Nedved, si è dimesso dopo che il recente bilancio della Juventus è stato esaminato nei mesi scorsi dai pubblici ministeri e dalla Consob, regolatore del mercato italiano, per falso in bilancio e manipolazione del mercato. Il club ha preso atto delle cosiddette “manovre salariali” per le annualità 2019-20 e 2020-21, aggiungendo che “la complessità di tali profili intorno alle voci di valutazione può essere soggetta a diverse interpretazioni”.

5. La battaglia per la retrocessione

Come la corsa alla Champions League, la battaglia per la retrocessione è spesso la gara più interessante del campionato. La scorsa stagione, dopo una splendida rimonta, la Salernitana ha evitato la retrocessione nell’ultima partita della stagione, e quest’anno ha avuto un inizio molto migliore e finora è fuori dalla zona retrocessione. Allo stato attuale, l’Hellas Verona è ultimo in classifica con appena cinque punti dopo 15 partite (una vittoria e due pareggi). Sampdoria (sei) e Cremonese (sette) sono le più probabili retrocessioni a fine stagione. La Cremonese è a sei punti dallo Spezia ma possiamo aspettarci alcuni cambiamenti in queste posizioni nelle prossime settimane. La Cremonese è l’unica squadra promossa attualmente in zona retrocessione, mentre Lecce (15°) e Monza (16°) finora sono salve.