Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Chi è il giornalista scientifico italiano più rispettato Piero Angela?

Piero Angela, il giornalista scientifico e conduttore televisivo più famoso d’Italia, è morto all’inizio di questa settimana all’età di 93 anni. Figura di spicco nell’industria radiotelevisiva del paese, era considerato un presentatore intelligente e tutto scientifico e, in generale, uno dei personaggi pubblici più rispettati del paese. Quando il figlio Alberto (che ha seguito le orme del padre ed è giornalista scientifico e presentatore – hanno spesso lavorato insieme) ha dato la notizia della sua morte sui social, molte figure aziendali rapporti Pieno di tristezza e rimpianto. “È morto un grande italiano; L’Italia intera gli ha un debito di gratitudine”, ha detto il presidente del Paese, Sergio Mattarella. Il premier Mario Draghi ha anche dichiarato di “unire il Paese come pochi altri hanno”.

La vita di Piero Angela

Piero Angela nasce a Torino nel 1928. Ha trascorso gran parte della sua carriera come giornalista e conduttore televisivo presso la RAI, prima come giornalista e poi come conduttore di programmi culturali e scientifici. Figlio di uno psichiatra antifascista, aveva una passione per la musica jazz e abile pianista. È entrato in RAI per la prima volta negli anni ’50, collaborando a un programma sulla storia del jazz e successivamente a un telegiornale nazionale. Tra gli anni ’60 e ’70 ha seguito le missioni Apollo sulla Luna.

Un video di Piero Angela che racconta la missione Apollo 12 nel 1969

Angela ha scritto diversi libri, molti dei quali insieme al figlio Alberto. Ha condotto più di 30 programmi televisivi in ​​70 anni di carriera su argomenti che vanno dall’esplorazione dello spazio al corpo umano e ai dinosauri. È uno spettacolo molto popolare Quark, uno spettacolo di ricerca scientifica di un’ora (in onda ancora oggi) il cui nome è un omaggio alle particelle che compongono i protoni e i neutroni all’interno dell’atomo. Come lui spiegato, è stato scelto per trasmettere l’idea che lo spettacolo dovrebbe andare “fino al nocciolo”. E più in generale, la scienza e il suo rapporto con il suo pubblico, Angela È consuetudine dire: “Per capire le cose, percorro prima un sentiero di montagna, un sentiero difficile, tra le spine. Proprio perché sento la difficoltà, provo a fare questo sentiero in basso tra le rose per i miei lettori. Per questo i programmi di Angela sono così apprezzati dagli italiani: pur essendo molto istruttivi, avevano un tono e una lingua leggeri ed erano facilmente accessibili a tutti.

Il video mette in evidenza il primo episodio di Quark nel 1981

Un uomo, uno spettacolo: il successo di Quark

Il primo episodio di Quark è andato in onda il 18 marzo 1981 ed è stato visto da 9 milioni di persone. Musica a tema che introduce lo spettacolo Avvolgi sulla corda G Angela amava la composizione della band francese Swingle Singers, di Johann Sebastian Bach. Il giornalista ha spiegato l’insolita scelta musicale Con queste parole: “Bach è il mio compositore preferito, l’intreccio di note è straordinario. Gli Swingle Singers hanno saputo dare un ritmo jazzistico senza toccare una sola nota, dimostrando che Bach era un musicista jazz”. Lo scelse perché “Allora, tutte le sigle erano dei successi, mentre tutto ciò che volevo dire era: ‘Mantieni la calma, rilassati.’

Il tema musicale di Quark è The Air on the G String

Angela ha talento nella musica, ma, secondo chi la conosce bene, è esperta anche in molti altri campi, tra cui il disegno e la scultura. “Era come vivere con Leonardo da Vinci”, ha detto il figlio Alberto Discorso Durante il funerale.

Infine Rapporto Condividendo sui social pochi giorni prima della sua morte, Angela ha scritto: “Cari amici, mi pento di non essere più con voi dopo 70 anni. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Questi sono stati gli anni più stimolanti per me. Mi hanno aiutato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto quello che ogni essere umano ha. Ho avuto il privilegio di incontrare persone che mi hanno aiutato a realizzare ciò che volevo scoprire. Grazie alla scienza e ad un approccio razionale ai problemi, ma allo stesso tempo con l’umanità. […] “E’ stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e grazie alla collaborazione di un folto gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. Da parte mia ho cercato di raccontare quello che ho imparato. Caro, credo di aver fatto la mia parte. Prova a fate il vostro per questo nostro Paese difficile. Un grande abbraccio”.

Piero Angela è sposato da 66 anni e ha due figli. Durante la sua vita, ha ricevuto 10 lauree honoris causa. Quando, in un’intervista nel 2017, Gliel’ha chiesto un giornalista Ha paura della morte, ha risposto, definendola “un’ossessione”. A lui prendono il nome un asteroide e un tipo di mollusco.

READ  L'Italia ottiene il suo primo distributore automatico di pizza