Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Che aspetto aveva la vera famiglia dei velociraptor e perché quelli di Jurassic Park sono “sbagliati”

Tra gli eroi dell’epopea di Jurassic Park c’è il Velociraptor, ma secondo la scienza questi dinosauri sono piuttosto deformati.

L’attore Chris Pratt flirta con Blue, l’eroe del film “Velociraptors” nella nuova trilogia

La saga di Jurassic Park, che si ispira all’omonimo romanzo del compianto Michael Crichton, è senza dubbio tra le migliori opere dedicate ai dinosauri, ma non è arcaicamente accurata. Forse una delle specie più abusate di tutte è il più indicativo di tutti i Tyrannosaurus Rex: Velociraptor. Nei film e nei libri questi rettili preistorici sono raffigurati come macchine micidiali, con caratteristiche sociali e intellettuali simili a quelle dei cetacei e dei primati (a questi ultimi apparteniamo anche noi). Tutti i fan del cinema ricordano una frase del professor Alan Grant – interpretato dall’attore neozelandese Sam Neill – in cui suggeriva che se non fossero scomparsi, ora probabilmente ci sarebbero stati i rapaci a governare il mondo e non l’uomo. . Esagerazione a parte, ci sono molti dettagli che “disimballano” questi incubi cretacei (non giurassici) a due gambe.

Per chi ha visto i film, l’aspetto di un Velociraptor è innegabile; Erano raffigurati come snelle lucertole a due zampe, lunghe fino a 3,5 metri, alte pochi metri e del peso di circa 80 chilogrammi. Il risultato è un predatore implacabile ed estremamente agile, che non lascia scampo alle sue vittime. Peccato che quello che ti è piaciuto non sia affatto un velociraptor, ma un altro dinosauro teropode, Deinonychus (tra gli altri nella sua versione “classica” senza piume). Un vero Velociraptor aveva in realtà le dimensioni di un uccello terrestre grande come un tacchino: era lungo pochi metri, compresa una coda molto lunga, era alto circa 50 centimetri (all’anca) e pesava circa quindici chilogrammi. . In breve, non era quell’animale spaventoso (sebbene adorabile) che avevamo sentito nei film o nei libri.

READ  Guerra e fake news | Attenti alla censura

La dimensione effettiva di un velociraptor rispetto a un essere umano. Credito: Wikipedia

Se ciò non bastasse, anche lo studio “Feather Quill Knobs in the Dinosaur Velociraptor” pubblicato nel 2007 sull’autorevole rivista scientifica Science da scienziati del Dipartimento di Paleontologia dell’American Museum of Natural History (New York) ha dimostrato che questi minuscoli gli oggetti erano ricoperti da corpi di dinosauro Piumati, per la presenza di noduli d’oca (sporgenze ossee attaccate alle piume). Anche per Deinonychus, i paleontologi ipotizzano che il corpo fosse ricoperto di piume, come mostrato nell’illustrazione sottostante.

Un Deinonychus è ricoperto di piume. Credito: Wikipedia/Emily Willoughby

A parte le piume, la cui esistenza non è stata confermata fino a molti anni dopo l’uscita di libri e film, perché Crichton e Spielberg hanno deciso di inserire dinosauri completamente “falsi” nelle loro opere? Il motivo è semplicemente nel nome. Mentre scriveva Jurassic Park, lo scrittore ha incontrato più volte il paleontologo John Ostrom, solo per poter rappresentare fedelmente gli animali preistorici nel suo libro. Il ricercatore ha dato a Deinonychus (il nome che significa “terribile artiglio”) ha descritto nelle sue carte, ma alla fine Crichton ha deciso di chiamarlo “Velociraptor” proprio perché il nome era più interessante e accattivante per un tale predatore, oltre che più comprensibile .. e i film hanno seguito lo stesso percorso.

Il minuscolo scheletro di un vero Velociraptor. Credito: Andrea Centini

Tuttavia, l’errore nell’aspetto del Velociraptor, accettato dal defunto paleontologo, non è l’unico. Il comportamento non è affatto coerente con quanto emerso da recenti ricerche. Nei film, Velociraptor è ritratto come animali altamente sociali e organizzati che cacciano in gruppo, con tattiche paramilitari. Ma un recente studio pubblicato su Paleogeography, Paleoclimatology, Paleoecology da scienziati dell’Università del Wisconsin a Oshkosh ha mostrato che erano, in realtà, predatori solitari, con tutto ciò che ne deriva da una prospettiva evolutiva. “I dinosauri rapidi sono spesso visti cacciare in gruppi simili a lupi”, ha affermato il professor Joseph Frederickson, paleontologo di vertebrati e autore dello studio. “Il problema con questa idea è che i dinosauri viventi (uccelli) e i loro parenti (coccodrilli) generalmente non cacciano in gruppo e raramente cacciano prede più grandi di loro”, ha aggiunto, osservando che negli archivi non c’è traccia di attività sociale. . comportamento di pesca.

READ  Intrappolati nella scienza, escono dalla loro caverna dopo 40 giorni - rts.ch

Un’altra rappresentazione di Deinonychus. credito: UWO

Dall’analisi chimica dei denti di Deinonychus di diverse età, gli scienziati hanno scoperto una differenza nella dieta tra denti giovani e grandi, dettagli che indicano cambiamenti nella dieta durante la vecchiaia. “Questo è ciò che ci aspettiamo da un animale i cui genitori non nutrono i loro piccoli”, ha detto Fredrickson. “Ciò significa che i giovani non sono stati nutriti dagli adulti, motivo per cui riteniamo che Jurassic Park abbia commesso un errore nel comportamento dei rapaci. Poiché i ‘raptor’ erano cacciatori solitari, tutte le teorie sul comportamento sociale e sull’intelligenza avanzata devono essere sfatate.