Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Cento abitanti del New Brunswick denunciano pubblicamente la privatizzazione del settore sanitario

Gli autori della lettera spiegano che il governo ha già esternalizzato la gestione dei servizi di ambulanza, ospedale ambulatoriale e servizi di teleassistenza a Blue Cross Medavie. Fredericton utilizza anche il settore privato per il servizio eVisitNB.

Di recente, il 29 settembre, il governo ha annunciato un progetto pilota con una clinica privata, l’Acadian Bathurst Ophthalmology Center, per aumentare il numero di interventi di cataratta da 30 a circa 75 a settimana. Il servizio, che è coperto da New Brunswick Medicare, mira anche a liberare sale operatorie presso il Chaleur Regional Hospital.

Jean-Claude Basque, co-fondatore del Fronte comune per la giustizia sociale nel New Brunswick, si oppone alla privatizzazione nell’assistenza sanitaria.

Foto: Radio Canada

Tuttavia, i firmatari della lettera temono che la crescente dipendenza dal settore privato porti alla perdita del controllo sociale sull’assistenza sanitaria, alla riduzione della responsabilità e allo spostamento dei lavoratori dal sistema pubblico al settore privato.

Due dei firmatari, Jean-Claude Basque, co-fondatore del Fronte comune per la giustizia sociale, e Therese Duguay, ex operatrice domiciliare, hanno rilasciato un’intervista su questo argomento per il programma. Le Téléjournal AcadieLunedi.

Abbiamo uno smantellamento del sistema sanitario pubblico che sta facendo il nostro primo ministro. Sbarazzarsi delle autorità sanitarie. Lì è disposto a prendere i nostri fondi pubblici per sostenere le cliniche private e sta già cercando di presentare il suo personale al settore privato. »

Citazione da Jean-Claude Basque, Fronte congiunto per la giustizia sociale

Parlando dei consigli sanitari, Basque ha alluso alla decisione annunciata dal governo a metà luglio di sostituire il consiglio di amministrazione delle reti Vitalité e Horizon con amministratori. Abbiamo bisogno delle persone giuste per resistere alla situazione attuale e costruire un sistema sanitario migliore e più stabile per la nostra contea.Il premier ha spiegato Blaine Higgs Annuncio di questa misura temporanea.

Qualità delle cure e accesso ai servizi in questione

Therese Duguay teme che un maggiore ricorso al settore privato degraderà la qualità dell’assistenza.

È proprio che ho lavorato in un sistema privato, ho lavorato in agenzie senza scopo di lucro, e ve lo dirò. Perché il governo ci ha messo in questi sistemi perché gli si addice. Gli stipendi erano più bassi, i benefici più bassi [sociaux]I servizi erano di qualità inferiore. Il suo costo è inferiore, ma questo sistema non era molto buono. Oggi, sto sostenendo che stiamo andando a un sistema specialedice Therese Duguay.

Video intervista a Therese Duguay.

Therese Duguay, un’ex lavoratrice domiciliare, chiede ai residenti del New Brunswick di difendere i risultati del sistema sanitario pubblico.

Foto: Radio Canada

Jean-Claude Basque teme che l’uso del settore privato porti a una concentrazione dell’assistenza nelle aree urbane.

Qui è dove si trovano i residenti, qui è dove vorranno venire queste imprese e qui verranno forniti i servizi. Pertanto, le zone rurali non avranno necessariamente accesso a questi servizi. Per raggiungerlo, dovranno venire in un ambiente urbano, quindi costerà loro moltopensò il signor Basco.

Stiamo aprendo il nostro sistema al settore privato piuttosto che investire all’interno del nostro sistema. […] Ovviamente ci sono cose da migliorare, ma facciamolo all’interno del nostro sistema, che è accessibile a tutti. »

Citazione da Jean-Claude Basque, Fronte congiunto per la giustizia sociale

Therese Duguay e Jean-Claude Basque chiedono a tutti i residenti della provincia, ai partiti di opposizione e alle organizzazioni comunitarie di intervenire anche nel dibattito sulla privatizzazione dell’assistenza sanitaria.

con informazioni da Bollettino di notizie acadiano

READ  L'Ultra Road è lunga 156 km per il progresso delle scienze