Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Celebrare la scienza contro il cambiamento climatico

Tahiti, 18 novembre 2022 – Il 31° Festival della Scienza, sul tema “Risveglio climatico”, si svolgerà fino al 26 novembre presso il Villaggio della Scienza, inaugurato venerdì mattina nella Sala delle Assemblee della Polinesia francese. Mobilitare molti ricercatori e scienziati per “valutare la situazione, valutarne gli effetti e proporre soluzioni”.

Il 31° Festival della Scienza, sul tema “Risveglio climatico”, ha preso il via venerdì mattina nella Sala delle Assemblee, a Papeete, con l’apertura ufficiale dell’effimero “Villaggio della Scienza” che vi si terrà fino al 26 novembre. I venerdì sono stati riservati alle scuole e hanno accolto in totale circa 500 studenti. Da sabato la manifestazione è aperta al pubblico.

In loco, 22 padiglioni dedicati alla ricerca e guidati da relatori del mondo scientifico che lavorano per istituti o associazioni che si occupano del tema del cambiamento climatico: relatori di Météo France, Ifremer, Istituto Louis-Malardé, azienda Marama Nui, università, Laboratorio di Geofisica, Fare Natura o Bio Feti’ brand a o anche Te Tama no te Tairoto. Attori che quest’anno interagiscono con l’allarme risveglio climatico, proponendo workshop e mostre che spiegano il ruolo di ciascuna struttura, con l’obiettivo comune di valutare la situazione ambientale, misurare gli impatti e discutere le soluzioni.

Venerdì a partire dalle 17, nell’anfiteatro della Camera di Commercio, Industria, Servizi e Commercio, si terrà anche un ciclo di conferenze per affrontare i temi legati al cambiamento climatico. Fino al 25 novembre sono previsti anche interventi educativi nelle scuole di 12 isole polinesiane. Nel frattempo, Fare Natura e Criobe de Moorea ospitano workshop e sessioni di conferenze il 25 e 26 novembre.

Polinesia “relativamente protetto”ma preoccupati ancora

READ  4 fan di fantascienza disponibili su HBO Max - Las Noticias de Chihuahua - Tra le righe - Marsiglia News

Quest’anno, “Climate Awakening” è un tema legato all’attuale situazione ambientale su scala globale. Anche se “La Polinesia è relativamente protetta, rispetto ad altre regioni geografiche del mondo, possiamo vedere i cambiamenti climatici”. In particolare, cita l’erosione delle spiagge, le piogge torrenziali fuori stagione, il riscaldamento dei mari, l’innalzamento del livello dell’acqua e così via. Menziona anche le cause, evocando in particolare il comportamento alimentare con la fenua. “Il nostro consumo come esseri umani è strettamente correlato ai prodotti fabbricati. Inoltre, questi sono prodotti importati e hanno una grande impronta di carbonio. Si tratta quindi di proporre soluzioni legate al consumo di prodotti locali per ridurre l’impatto negativo sull’ambiente”. Un esempio che sembra svilupparsi gradualmente in fenua.