Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Camminare è una garanzia di buona salute

Utilizzando le ultime scoperte delle neuroscienze per spiegare cosa succede nel cervello umano quando camminiamo, Shane O’Mara, professore di neuroscienze al Trinity College, Università di Dublino, ha elogiato il camminare nel suo recente bestseller, Il grande potere del camminare. Spiega che questa attività è benefica per i muscoli e la postura, oltre a proteggere e curare il corpo in diversi modi.

I benefici del camminare – un’attività molto semplice – sono numerosi e Shane O’Mara lo descrive nel suo libro. Aumenta la capacità cerebrale, può rallentare l’invecchiamento cerebrale, ridurre i livelli di stress e migliorare l’umore e la salute mentale. Secondo lui, devi camminare ogni giorno.

Shane O’Mara, intervistato telefonicamente dalla sua casa di Dublino, ha spiegato che convincere le persone a camminare di più non significa concentrarsi sugli individui, ma sull’ambiente in cui le persone camminano.

“Camminare dovrebbe essere facile per le persone. Le nostre città dovrebbero essere progettate in modo da incoraggiarle a camminare, in modo che sia la prima scelta da fare piuttosto che un giro in macchina”.

Il neuroscienziato osserva che camminare è diventato molto popolare a Dublino dall’inizio dell’epidemia.

“Durante i periodi di detenzione cruciali, dovevamo rimanere entro un raggio massimo di 2 km dalle nostre abitazioni, tranne che per fare shopping. Le persone camminavano. Poi il raggio è stato esteso a 5 km. Le persone camminavano un po’”.

Nota un cambiamento sociale: le persone diventano anche più amichevoli man mano che vanno.

“Presta attenzione agli altri, annuisci. Le persone si stavano facendo spazio l’una per l’altra invece di andare in giro con i loro telefoni. Ai miei occhi, le persone continuano a camminare e una delle più grandi scoperte della reclusione è che hanno scoperto il loro quartiere a piedi”.

READ  I sindacati si preparano a mobilitarsi contro m

buono per la salute

Shin O’Mara suggerisce di ricordare una frase importante: “Il movimento è una medicina”. Lui spiega. “Quello che sappiamo è che l’attività fisica regolare e la camminata sono forse la forma più semplice e accessibile di attività fisica per la maggior parte delle persone. È un’attività che migliora il benessere, dalle prime fasi della vita fino agli ultimi giorni”.

È una garanzia di buona salute e longevità.

“Le persone che si muovono e camminano ogni giorno vivranno più a lungo e saranno in media più sane, grazie a tutti i cambiamenti positivi che si verificano nel corpo mentre cammina”.

conseguenze

Quanto tempo ci vorrebbe per vedere i risultati se una persona si sposta da una “patata da divano” a qualcuno che si muove di più e si sente meglio?

“È molto veloce! Se ti senti frustrato e decidi di alzarti e fare una passeggiata, i risultati sono quasi istantanei”.

“Superare la stagnazione, alzarsi e muoversi, soprattutto con qualcun altro, è divertente e aumento stato mentale. Se vuoi vedere un cambiamento duraturo, devi davvero perseverare, e questo significa fare almeno 5.000-10.000 passi al giorno, preferibilmente più di 10.000. »

“Quello che sappiamo è che le persone molto sedentarie, che fanno solo 1.000 o 2.000 passi al giorno, hanno maggiori probabilità di morire rispetto a quelle che fanno più di 5.000 passi al giorno”.

♦ Shane O’Mara è Professore di Neuroscienze al Trinity College di Dublino, Irlanda.

♦ Impara il francese su Duolingo.