Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Buenos Aires Times | Il presidente Fernandez tiene colloqui “positivi” con il capo del Fondo monetario internazionale a Roma

Il presidente Alberto Fernandez ha detto venerdì che spera di rinegoziare il debito dell’Argentina “il prima possibile”, dopo i colloqui con il capo del Fondo monetario internazionale (Fmi) a Roma.

Fernandez ha detto ai giornalisti che l’incontro è stato “molto costruttivo” e “molto franco, poiché abbiamo espresso la nostra volontà di risolvere il problema del debito dell’Argentina”.

Ha detto di voler “raggiungere un accordo il prima possibile”, aggiungendo: “Non possiamo pensare a un accordo che richieda maggiori sforzi da parte del popolo argentino”.

Da parte sua, l’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha affermato che è stato un “incontro molto positivo” in cui hanno discusso delle “profonde sfide sociali ed economiche” che l’Argentina deve affrontare e che sono state esacerbate dall’epidemia.

Ha detto che si sono impegnati a continuare a lavorare insieme “su un programma sostenuto dal FMI che può aiutare l’Argentina e la sua gente a superare queste sfide, promuovendo la stabilità economica, proteggendo i più vulnerabili e gettando le basi per una crescita più sostenibile e inclusiva”.

“Ho anche preso atto della richiesta del presidente Fernandez di riformare la politica di sovrattassa del FMI”, ha detto in una dichiarazione.

All’inizio di questa settimana, Fernandez ha chiesto al Fondo monetario internazionale di sospendere le commissioni aggiuntive che il prestatore applica ai paesi che utilizzano ampiamente le loro linee di credito.

“Mi aspetto che venga sospeso durante la pandemia. Spero che il consiglio di amministrazione del fondo ne discuta nella riunione di ottobre e lo annulli definitivamente”, ha detto martedì il leader peronista dopo il suo incontro con il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

READ  La vittoria dell'Italia a Euro 2020 sulla stampa mondiale

Il Fondo monetario internazionale addebita un tasso di 200 punti base sui prestiti in essere superiori al 187,5% della quota del paese e sale a 300 punti base se il credito rimane al di sopra di tale percentuale dopo tre anni, secondo il suo sito web.

Il prestatore multilaterale afferma che sta addebitando commissioni aggiuntive ad alcuni debitori per creare un incentivo per i paesi ad abbandonare i loro programmi di prestito il più rapidamente possibile.

L’Argentina sta cercando di sostituire il programma di prestito che il precedente governo ha firmato nel 2018 in base al quale attualmente deve al Fondo monetario internazionale quasi 45 miliardi di dollari.

In recessione dal 2018, l’ex colonia spagnola deve anche rimborsare un prestito di 2,4 miliardi di dollari con il Club dei paesi creditori di Parigi che fornisce soluzioni sostenibili ai paesi indebitati.

Questa settimana Fernandez ha visitato il Portogallo, la Francia e la Spagna prima di recarsi in Italia, dove ha anche incontrato il collega argentino Papa Francesco.

– Times / AFP / Bloomberg

Notizie correlate