Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Brunello Cucinelli sulla buona strada per raggiungere 1 miliardo di euro di fatturato con vendite in crescita del 29%

Per ricevere la newsletter di Vogue Business, Registrati qui.

Brunello Cucinelli ha dichiarato che le vendite hanno raggiunto i 919,5 milioni di euro nel 2022, con un aumento del 29,1% rispetto all’anno precedente. L’azienda è sulla buona strada per raggiungere 1 miliardo di euro di fatturato nel 2023 grazie alla forte domanda del mercato, alle prestazioni eccezionali negli Stati Uniti e alla tendenza del “lusso discreto” in Cina.

“Il 2022 è stato senza dubbio l’anno dei grandi traguardi per noi”, ha dichiarato Brunello Cucinelli, Presidente Esecutivo, Fondatore e Chief Creative Officer, riferendosi all’andamento delle vendite e all’immagine globale del marchio, che è stata “solidamente consolidata. ”

La casa di lusso italiana ha previsto a dicembre che le vendite sarebbero cresciute del 28% nel 2022 e del 12% nel 2023, raggiungendo un miliardo di euro di fatturato. La società ha dichiarato lunedì che le sue prospettive rimangono le stesse per il 2023 e che si aspetta che le entrate crescano del 10% nel 2024, raggiungendo l’obiettivo prima del piano di crescita decennale di raddoppiare le entrate dal 2019 al 2028.

Le vendite nelle Americhe sono cresciute del 40,5%, che è ciò che l’azienda intende rivendicare un consolidamento dei prodotti di lusso di qualità, con aperture di negozi e boutique nella regione e una forte performance all’ingrosso dei negozi di lusso. L’Europa ha registrato una crescita del 20,8% (di cui l’Italia ha contribuito per il 21,8% alla crescita delle vendite di mercato) trainata dal ritorno del turismo internazionale, e del 28,1% in Asia con una crescita a due cifre raggiunta in Cina grazie all’aumento della popolarità del lusso senza fronzoli. Il canale all’ingrosso dell’azienda è cresciuto del 18,4% e la vendita al dettaglio diretta è cresciuta del 36,6% per l’anno, il che ha affermato il marchio ha permesso di soddisfare la domanda sia nelle principali città che nelle località turistiche.

READ  Il tasso di trasmissione del COVID-19 aumenta in Italia per la quarta settimana consecutiva: rapporto

La società ha affermato che le decisioni prese all’inizio della pandemia stanno dando i loro frutti, tra cui non licenziare alcun dipendente a livello globale e garantire gli stessi stipendi del 2019; Evita di chiedere sconti a chiunque; fornitura eccedenze merce da negozi chiusi per il progetto “Brunello Cucinelli for Humanity”; E mantenere forti livelli di scorte come al solito.

“Menzione speciale al nostro welfare italiano, che consentendoci in questo periodo di pandemia di non licenziare alcun dipendente e sostenendoci parzialmente finanziariamente, ci ha permesso di mantenere a pieno regime le nostre strutture produttive e commerciali”, si legge nel comunicato. . “Non c’è dubbio che nel 2022 [global] La domanda di prodotti di lusso ha superato l’offerta, il che, come per molte aziende italiane, ci ha portato grandi benefici. Non sarà facile ripristinare completamente gli impianti di produzione globali, quindi pensiamo che forse l’Italia possa ancora trarne vantaggio nel 2023, così come lo è stato l’anno scorso”.