Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Briefing mattutino EMEA: titoli in bilico come commenta Powell, la crisi ucraina pesa

capitalizzazioni di mercato

Noto:

Verbale della riunione della BCE PMI dei servizi di Eurozona, Germania, Francia, Regno Unito e Italia; IPP dell’Unione Europea; riserve ufficiali del Regno Unito; disoccupazione in Italia; Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (CPI); la testimonianza di Jerome Powell al Congresso; Aggiornamenti da Merck KGaA, Thales, Bollore, ProSiebenSat.1 Media, SAP, Naturgy Energy, Mondi, Taylor Wimpey, Rentokil Initial, Meggitt, Admiral, Schroders, Alliance Trust, London Stock Exchange, ITV, CRH, Mail.ru, Sibanye- Stillwater, Entene, Darktrace, Ryanair, Novo Nordisk

Invito di apertura:

Le azioni europee potrebbero avere difficoltà a ottenere una direzione all’inizio di giovedì poiché gli investitori digeriscono i commenti di Jerome Powell e tengono d’occhio gli ultimi titoli russo-ucraini. In Asia, le azioni sono rimbalzate dopo il vantaggio di Wall Street. L’aumento del petrolio è continuato senza sosta, con il prezzo del greggio Brent che ha superato i 117 dollari. Il dollaro, i rendimenti del Tesoro e l’oro sono tutti saliti.

scorta:

I futures sulle azioni europee sono stati quasi piatti all’inizio di giovedì, con gli investitori che hanno valutato i piani della Fed sui tassi di interesse e gli ultimi aggiornamenti dall’Ucraina.

In Asia, i principali indici azionari hanno seguito i forti guadagni di Wall Street, con l’avanzata statunitense che ha guadagnato terreno dopo che Jerome Powell ha delineato i piani per iniziare a sciogliere la posizione della banca centrale sul denaro facile per combattere l’inflazione, minimizzando al contempo il potenziale per un aumento più grande del solito aumento dei tassi record.Marzo.

Powell ha testimoniato che sarebbe opportuno che la banca centrale aumentasse il tasso di interesse di riferimento, che attualmente è compreso tra lo 0% e lo 0,25%, nella sua riunione tra due settimane. Powell ha affermato di sostenere un aumento di 25 punti base, piuttosto che un aumento più ampio di 50 punti base, e suggerirà una tale mossa quando la Federal Reserve terrà la sua riunione di due giorni a metà marzo.

Bill Adams, capo economista presso Comerica Bank, ha affermato che la testimonianza di Powell “ha chiarito l’approccio suo e della Fed alla revoca dello stimolo nel 2022 in mezzo all’accresciuta incertezza del conflitto Russia-Ucraina”, aggiungendo che Powell vede le massime opportunità di lavoro dal suo stato potrebbe essere ampiamente soddisfatto. .

“Con l’inflazione ai livelli più alti degli ultimi decenni, la Fed è ansiosa di uscire dalla crisi”, ha affermato Adams, cercando anche di “raffreddare la domanda abbastanza da controllare l’inflazione, ma non soffocare la ripresa”.

Durante la notte, le forze russe hanno continuato a bombardare Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, mentre l’offensiva di Kiev si è interrotta. Le due città rimangono sotto il controllo ucraino, con funzionari ucraini che stimano il bilancio delle vittime civili nell’invasione a 2.000 e Mosca che ammette la morte di quasi 500 soldati.

Approfondimento economico:

Il reddito fisso PGIM ritiene improbabile un rialzo dei tassi da parte della Banca centrale europea quest’anno, poiché la crisi in Ucraina ha ridotto la crescita dell’eurozona al 3,7% dal 4,2% del 2022, “ritardando ma certamente non ostacolando la ripresa”.

READ  Perché l'inflazione non guiderà i mercati nel 2022 - e cosa sarà

Secondo PGIM FI, gli eventi recenti offrono anche alla BCE l’opportunità di riprendere il controllo della narrativa dell’inflazione, con risultati di inflazione superiori alle attese chiaramente a causa di uno shock esterno al di fuori del controllo della BCE.

“A parità di condizioni, i prezzi elevati persistenti dell’energia rallenteranno il ritmo della normalizzazione della politica monetaria nella zona euro, con un probabile aumento dei tassi nel 2022 ora”. Alla riunione di marzo, PGIM FI prevede che la BCE si impegni a ridurre gradualmente gli acquisti di attività come nella riunione di dicembre.

Banca della Federal Reserve:

Capital Economics ha affermato che Jerome Powell ha fornito una piccola spinta per frenare le attuali aspettative sui prezzi di mercato, che sono diminuite dall’invasione russa. Con l’aumento dei prezzi del petrolio, “l’inflazione dei prezzi al consumo rimarrà elevata più a lungo del previsto, ma la Fed deve anche essere consapevole del potenziale impatto negativo sull’economia reale”.

Powell ha espresso il suo sostegno per un aumento moderato di 25 punti base questo mese. “La stretta quantitativa potrebbe aiutare a sostenere i rendimenti all’estremità lunga della curva”, ha affermato Capital Economics, che prevede che la Fed ridurrà il proprio bilancio di $ 100 miliardi al mese.

Deutsche Bank continua a ritenere che la Fed “non voglia essere un’ulteriore fonte di volatilità e incertezza tra gli eventi geopolitici in corso, rendendo appropriata una mossa iniziale più cauta”. La banca prevede che la Fed alzerà i tassi di interesse di 25 punti base a marzo, in linea con i commenti di Powell di oggi, ma mantiene la sua previsione di 175 punti base di un inasprimento complessivo quest’anno.

“Sebbene la nostra linea di base sia che questi arriveranno con incrementi di 25 punti base ad ogni riunione, vediamo rischi significativi che la Fed si sposterà ulteriormente nei prossimi mesi se i rischi geopolitici si ridurranno e l’inflazione non si dissiperà così rapidamente come previsto”.

Deutsche Bank ha osservato che Powell ha affermato che un’inflazione persistentemente elevata potrebbe richiedere un aumento del tasso sui fondi Fed di oltre 25 punti base in uno o più incontri.

OANDA ha affermato che la Fed andrà avanti con l’aumento dei tassi di interesse e la gestione dei bilanci, ma i funzionari sono preoccupati per i rischi per le prospettive.

“Powell ha riconosciuto che l’impatto della guerra in Ucraina sull’economia statunitense è altamente incerto. È probabile che la guerra in Ucraina intensifichi le pressioni inflazionistiche che potrebbero portare a un inasprimento più aggressivo della Fed se la crescita non cade dal precipizio. La posizione di Powell è che il mercato Il lavoro è molto serrato e l’inflazione è “molto più alta” dell’obiettivo.

READ  Un'azienda italiana vuole riciclare gli scarti delle concerie Savar

“La volontà di correre dei rischi si batterà per un pieno ritorno fino a quando non ci sarà una vera fine alla guerra in Ucraina”.

Forex:

L’euro è rimasto sotto pressione nei confronti del dollaro in Asia tra i timori che il conflitto russo-ucraino ostacolerà la crescita europea e Rabobank ha affermato che tali perdite potrebbero peggiorare.

Jane Foley, forex strategist di Rabobank, ha affermato che il conflitto indica un aumento dell’inflazione a lungo termine e la possibilità di rallentare la crescita economica nell’eurozona con l’aumento dei prezzi dell’energia.

“Dato che i titoli dei giornali hanno indicato che gli attacchi russi nelle principali città ucraine si sono intensificati, si deve presumere che la domanda di rifugi sicuri rimarrà forte”. Ciò aumenta la possibilità di un movimento al ribasso più profondo nella coppia EUR/USD, ha affermato Foley.

Il dollaro è salito contro un paniere di valute poiché l’umore nei mercati è rimasto fragile.

Altre notizie:

OANDA ha affermato che Bitcoin potrebbe avere difficoltà a mantenere il suo slancio al rialzo.

“Bitcoin sta andando bene, ma è probabile che il burnout si stabilizzi così in alto poiché è probabile che i costi energetici più elevati influiscano su alcune attività minerarie offshore e l’incertezza sulla guerra in Ucraina ha ancora il potenziale per innescare significativi momenti di rischio, e dovrebbe essere La propensione al rischio è sano fino alla rottura al di sopra del trading range di quest’anno”.

Tuttavia, per ora, bitcoin sembra “molto attraente” poiché gli investitori si stanno diversificando dalle valute fiat e stanno cercando alternative alle azioni tra i problemi di crescita economica, mentre le società statunitensi dovrebbero abbracciare le opportunità blockchain.

Obbligazioni:

Il rendimento del Tesoro a 10 anni è rimasto piatto giovedì dopo aver registrato il suo più grande guadagno di un giorno in quasi due anni mercoledì, dopo che Jerome Powell ha approvato un aumento del tasso di un quarto di punto percentuale il 16 marzo.

“Era chiaro dai commenti di Powell che la Fed non voleva essere un’ulteriore fonte di volatilità e incertezza tra gli eventi geopolitici in corso, rendendo appropriata una mossa iniziale più cauta”, ha affermato Deutsche Bank.

Altre notizie:

Capital Economics prevede un alto rischio di insolvenza delle società russe sui propri debiti. Ha aggiunto che “le misure amministrative adottate dal governo russo potrebbero impedire alle aziende di ripagare i propri debiti”.

Capital Economics ha affermato che l’accesso delle società russe ai mercati valutari è già stato ostacolato da ordini di trasferimento obbligatori. Inoltre, i governi occidentali potrebbero decidere di fermare le importazioni di energia dalla Russia in un’ulteriore escalation delle sanzioni, che danneggerà gravemente il reddito delle aziende in valuta estera, aumentando il rischio di insolvenza.

energia:

Il continuo aumento dei prezzi del petrolio ha spinto nuovamente i prezzi in Asia, dove il prezzo del greggio Brent ha superato i 117 dollari.

READ  Report, Telecom News, ET Telecom

TD Securities ha affermato che la possibilità che le severe sanzioni occidentali contro la Russia possano portare il mercato globale del greggio in deficit è stato il principale fattore a sostegno del petrolio greggio.

Eventuali sanzioni aggiuntive o interruzioni impreviste dell’approvvigionamento potrebbero causare un ulteriore aumento dei prezzi del petrolio nel breve termine, poiché ciò aumenterebbe la principale preoccupazione di un ampio disavanzo e ci sono poche alternative. In queste circostanze, ha aggiunto TD Securities, non sarebbe sorprendente se il prezzo del greggio di riferimento salisse a circa 145 dollari al barile.

Nicholas Daher, analista energetico senior presso l’Economist Intelligence Unit, ha affermato che molti acquirenti di greggio si sono rifiutati di acquistare greggio russo “perché è quasi impossibile ottenere un’assicurazione per le merci marittime dalla Russia o trovare banche disposte a finanziare queste operazioni”.

“I volumi russi sono molto difficili da sostituire e gli acquirenti competono per una minore offerta, facendo salire i prezzi”.

Metallo:

I futures sull’oro sono aumentati dopo aver registrato la prima perdita in tre sessioni mercoledì, mentre i colloqui tra Russia e Ucraina si stavano preparando a riprendere, contribuendo a raffreddare temporaneamente la domanda di rifugio sicuro.

OANDA ha affermato che i metalli preziosi rimarranno molto sensibili alle notizie di guerra e dovrebbero essere soggetti a un forte movimento al rialzo poiché le tensioni geopolitiche e le preoccupazioni per la crescita non scompariranno presto. È probabile che la domanda di rifugi sicuri rimanga alta poiché la guerra è ancora nelle sue fasi iniziali, stima OANDA.

I guadagni di nichel e alluminio sono aumentati a causa di interruzioni della fornitura.

ANZ ha affermato che il conflitto sta interrompendo grandi quantità di alluminio e nichel che vengono regolarmente spedite da San Pietroburgo ai porti europei. Si stima che la fornitura di alluminio stoccato nei magazzini approvati dal LME si sia già dimezzata nell’ultimo anno a causa dell’aumento dei costi energetici e di produzione.

Altre notizie:

Citi ha affermato che è probabile che i prezzi dell’alluminio, del rame e del carbone sovraperformeranno il settore delle materie prime cinese, guidato dalla crescente disponibilità degli acquirenti ad accumulare in anticipo, data la continua incertezza geopolitica.

Citi ha affermato che i suoi recenti incontri con oltre 50 clienti indicano che “gli investitori sono sempre più disposti a valutare il rischio dell’offerta di materie prime alla luce degli sviluppi geopolitici”. Citi ha aggiunto che questo ottimismo è ulteriormente supportato dalla crescente domanda sui mercati esteri poiché le economie sono sempre più aperte.

   
 
 

I titoli di oggi

(Altro a seguire) Notizie Dow Jones

03 marzo 2022, 00:44 ET (05:44 GMT)

Copyright (c) 2022 Dow Jones & Company, Inc.