Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Briefing europeo di mezzogiorno – Il trading di azioni è contrastato in vista degli utili tecnologici statunitensi

capitalizzazioni di mercato

I negozi:

Le azioni europee sono state scambiate in stati misti in vista di ulteriori importanti rapporti sugli utili in seguito dai giganti della tecnologia di Wall Street.

Gli investitori hanno approfittato dei forti guadagni societari della scorsa settimana per aiutare i mercati a liberarsi dal caos che ha colpito le azioni per gran parte del mese precedente.

Secondo Jim Reed, strategist di Deutsche Bank, quasi l’85% delle società dell’S&P 500 ha riportato utili che hanno superato le aspettative di Wall Street, rispetto a una media quinquennale del 76%.

Tuttavia, Reid ha osservato che “gran parte dei colpi fino ad oggi sono stati dovuti all’emissione di riserve su prestiti e perdite da parte delle banche”. “Escludendo questi, la cadenza complessiva dell’S&P 500 è molto vicina alla media storica, il che indica che i titoli dei titoli non sono stati così ampi come sembrano a prima vista”.

La domanda principale rimane come risponderanno le banche centrali globali all’aumento dei prezzi. Il recente scambio di obbligazioni britanniche a breve termine indica che gli investitori ritengono che il governo britannico potrebbe alzare i tassi di interesse già a novembre. Gli investitori sono in attesa di commenti dalla Banca centrale europea e dalla Banca del Giappone, che terranno riunioni programmate questa settimana. La Fed ha indicato la possibilità di un rialzo dei tassi il prossimo anno.

I gestori di denaro stanno anche seguendo da vicino i negoziati tra i legislatori statunitensi sul destino dell’ampio pacchetto di spesa per la politica sociale del presidente Joe Biden. La presidente della Camera Nancy Pelosi ha dichiarato domenica di essere ottimista sul fatto che questa settimana si possa raggiungere un accordo sul quadro della legislazione e un voto su un disegno di legge separato per il finanziamento delle infrastrutture.

Este Dweck, chief investment officer della banca online svizzera FlowBank, ha affermato che la spesa pubblica di questa portata “continuerà a sostenere la crescita”. “La domanda ora è più sulle tasse e su come le pagheranno”.

L’agenzia di rating globale Standard & Poor’s ha confermato il rating creditizio dell’Italia a “BBB” e ha modificato le aspettative da stabile venerdì a positivo.

La società di rating ha affermato che il miglioramento delle prospettive riflette l’opinione di S&P secondo cui i progressi dell’Italia nell’attuazione delle riforme stimoleranno la crescita economica e andranno a vantaggio del consolidamento fiscale. Ha aggiunto che i passi della BCE dall’inizio della pandemia hanno anche sostenuto la ripresa guidata dagli investimenti dell’Italia.

Standard & Poor’s ha dichiarato di aspettarsi un deficit di bilancio dell’Italia all’8,8% del PIL nel 2021, al di sotto dell’obiettivo del governo del 9,4%, poiché le entrate continuano a superare le ipotesi di bilancio.

Azioni in movimento:

Gli analisti di Citi hanno affermato che gli investitori di UniCredit potrebbero essere alquanto delusi dal fallimento delle sue trattative per acquisire parti del Monte dei Paschi a breve termine.

READ  Il Club Davide pianifica eventi estivi per riconoscere le scuse del governo per il trattamento degli italiani durante gli anni della guerra

“Parte del mercato potrebbe essersi assicurata alcuni benefici da un potenziale accordo MPS… dati i criteri iniziali stabiliti (EPS cumulativo, neutralità del capitale, mitigazione del rischio)”, ha affermato Citi.

Tuttavia, nel medio termine, le azioni UniCredit hanno un forte potenziale di rivalutazione basato sull’interessante rendimento del capitale della banca e sulla sua strategia di rifocalizzazione sull’Italia e migliorare la redditività e la crescita, ha affermato Citi. Il titolo Unicredit è sceso dell’1,1 per cento.

Darktrace è sceso del 10,5% a Londra, dopo che il broker Peel Hunt ha iniziato a coprire il titolo di sicurezza informatica con un rating di “vendita” e il prezzo obiettivo del titolo è quasi la metà del suo prezzo di chiusura venerdì. Gli analisti hanno notato una disconnessione tra la valutazione dell’azienda e le opportunità di guadagno.

Dati in primo piano:

Gli economisti di Goldman Sachs hanno affermato che il sostegno finanziario nei quattro maggiori Stati membri della zona euro – Germania, Francia, Italia e Spagna – rimarrà probabilmente elevato al di là delle misure di soccorso legate alla pandemia nel 2020 e nel 2021.

Mentre il deficit dovrebbe scendere a circa il 4% del PIL il prossimo anno prima di ridursi ulteriormente al 3% nel 2023, la banca ha affermato che l’impulso positivo per la crescita europea dovrebbe continuare nel 2024.

“Il continuo motivo fiscale è il motivo principale per cui continuiamo a basarci sulle prospettive dell’attività europea nonostante i venti contrari a breve termine, e il motivo fiscale aggiornato indica alcuni rischi al rialzo per le prospettive di crescita 2023-24”, ha affermato GS.

Karsten Brzeski, capo della divisione macro globale di ING, ha affermato che l’indice del clima economico Ifo in Germania è sceso ad ottobre per il quarto mese consecutivo, dimostrando che l’entusiasmo per la crescita nei mesi estivi è quasi svanito.

L’economista ha affermato che sia la valutazione attuale che la componente delle prospettive si sono indebolite, indicando che ci sono poche speranze di una rapida inversione di tendenza dall’attuale perdita di slancio dell’economia tedesca.

Potrebbe volerci fino alla prossima estate prima che tutte le interruzioni nella catena di approvvigionamento vengano risolte, ha affermato Brzeski, e lo stesso vale per i prezzi dell’energia. Tutto ciò significa che c’è un chiaro rischio che l’economia tedesca non raggiunga i livelli pre-crisi quest’anno, ha detto Brzeski.

Il capo economista di Commerzbank Joerg Kraemer ha affermato che il quarto calo consecutivo dell’indice del clima economico Ifo è un segnale di avvertimento. L’economista ha affermato che le aziende si aspettano che i politici reagiscano al forte aumento dei casi di Covid-19 con nuove restrizioni e temono che un aumento delle infezioni porterà alla chiusura delle fabbriche, specialmente in Asia, che aggraverà la carenza di approvvigionamento globale.

READ  Il numero di casi di COVID-19 in tutto il mondo ha superato i 160,8 milioni; I decessi salgono a oltre 3,34 milioni

Con l’aumento degli infortuni, la carenza di materiali e il processo di recupero nel settore dei servizi che sta per concludersi, è probabile che la crescita dell’economia tedesca rallenti in modo significativo nel quarto trimestre.

Commerzbank prevede una crescita del PIL dello 0,2% nel quarto trimestre rispetto al terzo, mentre è probabile che l’inflazione aumenti ulteriormente. “La stagflazione incombe almeno per il quarto trimestre”, ha detto Cramer.

Mercati USA:

I futures su azioni sono aumentati in vista di una grande settimana di guadagni dalle principali società tecnologiche.

Facebook dovrebbe riportare i risultati del terzo trimestre lunedì dopo la chiusura dei mercati. Microsoft, Twitter e Alphabet, la società madre di Google, dovrebbero stipulare un contratto martedì. Apple e Amazon.com dovrebbero riferire nel corso della settimana.

I forti guadagni da banche, aziende di consumo e produttori hanno fatto salire le azioni la scorsa settimana e hanno attenuato i timori degli investitori che l’aumento dell’inflazione e la carenza di manodopera potrebbero erodere i guadagni.

ha affermato Michael Hewson, capo analista di mercato presso CMC Markets.

Hewson ha affermato che i risultati deludenti della scorsa settimana dalla società di social media Snap, che ha avvertito che regole più severe sulla privacy di Apple potrebbero ostacolare le sue vendite di annunci, potrebbero essere un “canarino da miniera di carbone per il resto del settore tecnologico”. Se i giganti della tecnologia riportano i loro guadagni questa settimana pubblicando una prospettiva desolante, potresti “vedere l’umore deteriorarsi molto rapidamente”.

Forex:

La banca MUFG ha affermato che il dollaro ha ottenuto scarso sostegno dai maggiori rendimenti dei titoli del Tesoro statunitensi finora in ottobre a causa dei minori flussi di beni rifugio e di un simile aumento dei rendimenti in altre economie del G10.

“Di conseguenza, gli spread non si sono mossi in modo deciso a favore del dollaro USA”, ha affermato Lee Hardman, analista valutario di MUFG. “L’argomento per un dollaro USA più forte è più convincente contro le valute del G10 a basso rendimento come l’euro, il franco svizzero e lo yen giapponese, poiché i partecipanti al mercato sono più a loro agio sul fatto che le loro banche centrali locali manterranno bassi i tassi di interesse nonostante l’aumento dell’inflazione”.

Lunedì Bitcoin è in rialzo dell’1,9% al di sopra del suo livello alle 17:00 ET di venerdì e viene scambiato intorno a $ 61.900. La criptovaluta è crollata dopo aver portato $ 66.000 a un nuovo massimo storico la scorsa settimana.

La lira turca è crollata dell’1,8% al suo livello più debole di sempre, scambiata lunedì a 9,8 lire per dollaro, dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha minacciato di espellere l’ambasciatore degli Stati Uniti e alti diplomatici di altri nove paesi occidentali durante il fine settimana.

La sterlina britannica sembra destinata a una settimana di negoziazione più tranquilla, anche se mercoledì il capo del tesoriere britannico Rishi Sunak ha annunciato il suo piano di spesa fiscale. “Dopo tutta l’eccitazione derivante dal riprezzamento del ciclo della BoE della scorsa settimana, ci aspettiamo che i mercati della sterlina e dei tassi di interesse prendano una pausa questa settimana”, hanno affermato gli analisti di ING.

READ  Il gelato vegano senza zucchero delle sue sorelle è un successo

Ciò ha lasciato il trading GBP/USD nell’intervallo 1,3730-1,3830, che dovrebbe reggere nei prossimi giorni, hanno affermato.

Hanno affermato che è improbabile che Sunak faccia un annuncio importante sul consolidamento fiscale abbastanza forte da spingere il mercato a smorzare le aspettative di tassi di interesse più elevati.

Obbligazioni:

Joachim Fels, consulente economico globale di Asset Management, ha affermato che Pimco vede i rischi delle banche centrali che alzano i tassi di interesse a breve termine mentre le economie continuano a riprendersi. A lungo termine, tuttavia, prevede che i tassi di interesse rimarranno relativamente bassi e circoscritti a un range, con rendimenti inferiori ma positivi per le allocazioni obbligazionarie sottostanti.

“Riteniamo che abbia senso cercare di massimizzare le opportunità nelle tradizionali strategie a reddito fisso con mandati flessibili”, ha affermato.

È probabile che la Banca centrale europea utilizzi l’incontro di questa settimana per mettere in discussione il prezzo del mercato obbligazionario dei tassi di interesse più elevati prima della fine del 2022, secondo quanto riportato da TD Securities.

TD Securities ha affermato che il presidente Christine Lagarde ha fatto eco ai recenti commenti del capo economista della BCE Philip Lane secondo cui la guida futura della BCE è chiara e significa che i tassi di interesse più elevati rimangono sfuggenti.

“È quindi probabile che il presidente Lagarde utilizzerà la sua piattaforma per rispondere oralmente ai proventi al meglio delle sue capacità”, ha affermato TD Securities.

Tuttavia, secondo il rapporto, resta la domanda su quanto sarà concentrata la BCE nel resistere alle aspettative sui tassi di interesse di mercato.

merce:

I prezzi del petrolio sono aumentati, con i commenti del ministro dell’Energia dell’Arabia Saudita secondo cui i produttori di petrolio non dovrebbero dare per scontati i prezzi più alti dell’energia, secondo Helge Andre Martinsen di DNB Markets.

Anche i commenti altrettanto conservatori della Nigeria e dell’Azerbaigian stanno avendo un effetto, aggiunge l’analista, poiché “il mercato petrolifero esclude la possibilità di diminuire la produzione aggiuntiva dell’OPEC+”.

Inoltre, Goldman Sachs ha affermato in una nota che stima che “la domanda globale di petrolio ha superato i 99 milioni di barili al giorno e raggiungerà presto il livello pre-COVID di 100 milioni di barili al giorno mentre l’Asia si riprenderà dopo l’ondata delta”, con la conversione del gas. all’olio.

(Altro a seguire) Dow Jones News

25 ottobre 2021 06:28 ET (10:28 GMT)

Copyright (c) 2021 di Dow Jones & Company, Inc.