Agosto 17, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Boris Johnson ammette di aver partecipato a una festa in giardino a Downing Street durante il blocco del COVID

Regno Unito primo ministro Boris Johnson Ha ammesso di aver partecipato a una festa “portati da bere” nel suo ufficio mentre il paese era in isolamento e si è scusato.
Ma ha insistito sul fatto che “credeva implicitamente che si trattasse di un evento pratico” e ha respinto le ripetute richieste di dimissioni perché Raduno di maggio 2020.

Il leader dell’opposizione Keir Starmer ha definito le scuse “patetiche” e “prive di valore”.

Il primo ministro Boris Johnson fa una dichiarazione prima delle interrogazioni del primo ministro alla Camera dei Comuni a Londra. (Camera dei Comuni/filo PA) (AFP)

“So che milioni di persone in questo paese hanno fatto sacrifici straordinari negli ultimi 18 mesi”, ha detto Johnson in un’intervista con le domande del primo ministro mercoledì.

“Conosco la sofferenza che hanno subito, incapaci di piangere i loro parenti, incapaci di vivere la propria vita come vogliono o fare le cose che amano.

“Conosco l’indignazione che provano nei confronti di me e del governo che guido quando pensano che nella stessa Downing Street le regole non siano seguite correttamente dalle persone che le stabiliscono.

“E anche se non posso anticipare i risultati dell’indagine in corso, ho imparato abbastanza per sapere che ci sono cose che non abbiamo fatto bene e dovrei assumermi la responsabilità”.

Johnson ha insistito sul fatto che la festa fosse all’interno delle linee guida di blocco in vigore all’epoca, il che consentiva alcune deroghe per lavoro e funerali, ma ha riconosciuto che molti britannici non l’avrebbero vista in quel modo.

Il leader laburista Keir Starmer ha chiesto a Johnson di dimettersi. (Foto di Leon Neal/Getty Images) (GT)

“Quando sono andato in quel parco, subito dopo le 6 del 20 maggio 2020, per ringraziare gruppi di dipendenti prima di tornare nel mio ufficio 25 minuti dopo per continuare a lavorare, ho tacitamente pensato che si trattasse di un evento di lavoro”, ha detto Johnson.

“Ma, signor Presidente, era troppo tardi, dovevo riportare tutti dentro.”

Starmer ha definito la dichiarazione una “patetica vista di un uomo fuori mano” dopo “mesi di inganni e inganni” e una serie di legislatori dell’opposizione ha accusato il primo ministro di infrangere la legge, mentire e distruggere il suo ufficio.

Il leader laburista in parlamento ha detto: “La sua difesa è stata che non si rendeva conto di essere a una festa così ridicola da essere in realtà offensiva per il pubblico britannico”.

“Finalmente è pronto ad ammettere ciò che tutti sanno, che quando l’intero paese è stato chiuso, stava organizzando feste chiassose a Downing Street.

“Farà la cosa decente ora e se ne andrà?”

Johnson ha dovuto affrontare ripetute richieste di dimettersi da oppositori politici. (AFP)

Johnson ha affermato di aver rifiutato le richieste di dimissioni e ha ripetutamente chiesto ai suoi oppositori di attendere un’indagine da parte dell’alto funzionario pubblico Sue Gray su diverse presunte parti di dipendenti del governo.

I politici dell’opposizione avevano in precedenza chiesto un’indagine di polizia dopo una stazione radio ITV martedì ha pubblicato un’e-mail trapelata Un invito a ‘bevande socialmente distanziate’ nel giardino dell’ufficio del Presidente del Consiglio a Downing Street.

L’e-mail è stata inviata dal segretario privato del Primo Ministro, Martin Reynolds, a dozzine di persone e ha esortato i partecipanti a “portarsi il proprio liquore”.

L’evento era previsto per il 20 maggio 2020, lo stesso giorno in cui il governo in una conferenza stampa televisiva ha ricordato alle persone che potevano incontrare solo una persona fuori casa.

Durante il primo blocco della Gran Bretagna, iniziato nel marzo 2020 e durato più di due mesi, gli assembramenti sono stati vietati con poche eccezioni, compresi i lavori e i funerali.

Milioni di persone sono state tagliate fuori dagli amici e dalla famiglia e hanno persino impedito di visitare i parenti morenti negli ospedali.

Come un pastore ha portato pecore e capre per unirsi allo sforzo di vaccinazione

Nel giorno della festa in giardino, 268 persone sono morte a causa del Corona virus in Gran Bretagna, secondo i dati ufficiali, portando il totale dei morti a oltre 36mila. Il numero totale è ora di oltre 150.000, il più alto in Europa dopo la Russia.

C’è stata una diffusa indignazione per le accuse secondo cui il governo ha violato le regole imposte al resto del paese organizzando feste in giardino, raduni di Natale e serate in ufficio a Downing Street, la casa e l’ufficio del primo ministro.

I conservatori hanno una maggioranza di 80 seggi alla Camera dei Comuni.

Ma molti membri del suo partito sono sempre più preoccupati per il governo e la leadership di Johnson.

READ  La palla di fuoco di un elefante e di un castello squarcia la stazione ferroviaria di Londra