Agosto 17, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Biden parla con gli alleati della NATO sull’Ucraina prima della chiamata di Putin | Radio WGN 720

Un cliente mostra al fotografo una tradizionale bambola di legno russa chiamata matriska del presidente russo Vladimir Putin, al centro, e del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, al centro a destra, in un negozio di souvenir a Mosca, in Russia, lunedì 6 dicembre 2021. Il Cremlino afferma che il presidente Martedì Joe Biden parlerà in videochiamata con il presidente russo Vladimir Putin. (Foto AP / Pavel Golovkin)

Washington (AFP) – Lunedì il presidente Joe Biden si consulterà telefonicamente con gli alleati europei su un accumulo di truppe russe al confine con l’Ucraina, un giorno prima dell’atteso incontro video di Biden con il presidente russo Vladimir Putin.

Funzionari di altri importanti paesi della NATO – Regno Unito, Francia, Germania e Italia – dovrebbero chiamare lunedì con Biden, che sta cercando di coordinare messaggi e possibili sanzioni economiche contro la Russia in risposta alla situazione in Ucraina.

L’Ucraina sarà probabilmente l’obiettivo principale della conversazione Biden-Putin, ma ci si aspetta che i due tocchino anche la sicurezza informatica, il programma nucleare iraniano e altre questioni di reciproco interesse.

Funzionari dell’intelligence statunitense hanno stabilito che la Russia ha accumulato circa 70.000 soldati vicino al confine con l’Ucraina e ha iniziato a pianificare una possibile invasione già dal prossimo anno, secondo un funzionario dell’amministrazione Biden che non era autorizzato a discutere pubblicamente della scoperta. Condizione di anonimato.

Un secondo funzionario dell’amministrazione ha confermato che gli Stati Uniti non avevano determinato se Putin avesse preso una decisione definitiva su una possibile invasione. Tuttavia, in una chiamata martedì, Biden intende chiarire al leader russo che ci sarà un “costo molto reale” se la Russia sceglierà di andare avanti con un’azione militare, ha detto il funzionario.

READ  I dignitari degli esteri si congratulano con il nuovo ministro degli Esteri georgiano per la sua nomina

Il funzionario ha affermato che le potenziali contromisure statunitensi includono dure sanzioni economiche, un maggiore sostegno all’esercito ucraino e un rafforzamento della capacità militare degli alleati della NATO nella regione.

Il funzionario dell’amministrazione ha affermato che Biden dovrebbe anche parlare con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nei prossimi giorni dopo la sua telefonata con Putin.

Il Cremlino ha dichiarato la scorsa settimana che Putin cercherà garanzie vincolanti da Biden per impedire l’espansione della NATO in Ucraina. Biden e i suoi collaboratori hanno indicato che una tale garanzia è improbabile.

I rischi di un’invasione di Putin potrebbero essere grandi.

Funzionari ed ex diplomatici statunitensi affermano che l’esercito ucraino è meglio equipaggiato e meglio oggi di quanto non lo fosse in passato, e che le sanzioni minacciate dall’Occidente danneggeranno gravemente l’economia russa.

Durante la sua telefonata quotidiana con i giornalisti, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto lunedì che le relazioni USA-Russia sono in uno “stato abbastanza disastroso”, ma il Cremlino non vede l’ora di sentire cosa ha da dire Biden.

Penso che il presidente Putin ascolterà queste proposte con grande interesse. “Potremo vedere quanto queste (proposte) possono disinnescare le tensioni”, ha detto Peskov al canale televisivo statale russo Channel One più tardi lunedì.

___

Litnova ha riferito da Mosca.