Maggio 19, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Bia Kitchen di ispirazione europea apre a Purcellville | intrattenimento

Il sogno di un ristorante nato sul campo da calcio tra tre padri che guardavano le loro figlie giocare è diventato realtà con l’inaugurazione il 5 aprile di Bia Kitchen in North 21st Street a Purcellville.

Eric Major, John Wolf e Shane O’Connor si sono incontrati per la prima volta mentre le loro figlie giocavano a calcio insieme. Loro e le loro mogli Lara Major, Lisa Wolf e Liz O’Connor sono diventati buoni amici e hanno discusso di come avrebbero voluto aprire un giorno un ristorante in stile europeo, con O’Connor come chef.

A quel tempo, O’Connor possedeva ed era lo chef del Blackthorne Inn a Upperville, che alla fine ha venduto nel 2016. Da allora Major ha venduto la sua azienda, K2M, un’azienda globale di dispositivi medici con sede a Leesburg. Wolf è un comproprietario di Loudoun Insurance Group.

Poiché i loro piani si sono evoluti al di là delle discussioni sul campo di calcio, hanno deciso di fare un viaggio in Irlanda, dove O’Connor è cresciuto prima di trasferirsi negli Stati Uniti all’età di 16 anni. Nell’autunno del 2018, la loro visione si è cristallizzata.

A novembre 2019 hanno trovato lo spazio perfetto in un edificio storico risalente al 1910 circa, situato al 108 N. 21st St. Nel centro di Purcellville. L’edificio ospitava lo Shamrock Music Shoppe, poi Jack’s Run Brewery.

Hanno iniziato la costruzione dell’edificio un mese prima dell’inizio della pandemia di COVID-19 nel febbraio 2020. La ristrutturazione di due anni che avrebbe dovuto richiedere da sei a otto mesi è terminata.

“Tutto è nuovo tranne i mattoni”, ha detto.

Bia Kitchen è un concetto europeo a tutto tondo con lavorazione del legno artigianale spedita direttamente dall’Irlanda. I pavimenti sono stati sostituiti con massello di rovere bianco. Altri materiali includono tessuto dal Belgio sulle sedie da pranzo, pelle oxford sulla panca, selestone di Amalfi, Italia e piastrelle dipinte a mano dalla Spagna.

Per un tocco locale, gli artisti di Purcellville Patricia Taylor e Tania Cochran espongono le loro opere d’arte intorno al ristorante.

O’Connor ha creato un team di fidati ex colleghi tra cui Nick Forlano, che in precedenza possedeva Forlano’s a The Plains e servirà come co-executive chef, e Chad Cromley, che in precedenza ha lavorato all’Ashby Inn di Parigi, in Virginia. La squadra include anche sua sorella, Sharon O’Connor, che ha lavorato con lui al The Blackthorne Inn.

O’Connor ha affermato che il menu creativo e rustico cambierà settimanalmente e sarà progettato attorno a prodotti locali e carne, pollame e pesce disponibili stagionalmente.

Il menu prevede piccoli piatti e antipasti speciali per la cena. A pranzo ci saranno panini, insalate e qualche stuzzichino più piccolo. Ha detto che il ristorante servirà anche il brunch la domenica. Tutto sul menu è fatto in casa, compresa la maggior parte del pane. Le selezioni di dessert saranno fatte internamente e cambieranno settimanalmente.

Al piano superiore, c’è un cocktail lounge separato per gli ospiti che aspettano un tavolo nella sala da pranzo da 48 posti.

La carta dei vini comprende circa 90 bottiglie, per la maggior parte europee e alcune della costa occidentale. Alla spina, ci sono quattro birre e sidri distintivi tra cui Guinness, Magnus, Smithwicks Ale e Puddingtons Ale.

Nel complesso, la loro visione è progettata per fungere da destinazione per molte generazioni a venire.

“Ci abbiamo pensato molto. È una visione che abbiamo da molti anni”, ha detto O’Connor.