Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Bali invasa dalle foreste senza turismo in mezzo al Covid | Immagini

La pandemia di coronavirus ha spazzato via la fiorente industria del turismo di Bali e i punti caldi un tempo scintillanti di Bali sono ora in rovina.

Mentre i turisti sono via, la giungla giocherà.

La pandemia è stata devastante per gli hotspot turistici, ma non più che a Bali. Immagini straordinarie mostrano l’isola indonesiana di Paradise, chiusa da aprile 2020, rilevata dalla giungla originale.

Città famose come Kuta, Ubud e Sanur sembrano aver attraversato la fine del mondo: manichini vuoti nei negozi e piante della giungla crescono su mobili, edifici e negozi, ristoranti e hotel rimangono chiusi.

Il Dr. Nyoman Sukma Arida, docente presso la Udayana University School of Tourism a Bali, ha osservato: guardiano Il 60% dell’economia dell’isola proviene dal turismo.

“Fare affidamento esclusivamente sulla fragile economia del turismo è molto rischioso. Bali potrebbe tornare all’agricoltura cercando altre alternative per sostenere la sua economia, come l’economia digitale, per non fare affidamento solo sul turismo”.

Nel frattempo, Bali spera di riaprire il suo aeroporto ai voli internazionali da Cina, Giappone, Nuova Zelanda, Corea del Sud e Arabia Saudita questa settimana, ma i visitatori dovranno fare una quarantena di otto giorni in un hotel e pagarla da soli.

Le cose sono cambiate così drasticamente che una guida turistica privata dice che fa affidamento sui turisti locali per le sue entrate, vendendo tappetini laterali e tende per sbarcare il lunario.

“A causa di questa pandemia, credo che lavorare nel turismo in futuro dovrebbe essere il mio lavoro secondario solo considerando quanto sia fragile questo settore”, ha detto al giornale Wayan Williana, di Batubulan.

Questo articolo è apparso originariamente su New York Post Riprodotto con permesso

READ  Singapore continuerà a convivere con il Covid, nonostante 187 nuovi casi