Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Azioni realizzate per la salute degli studenti, a Draguignan

Nell’ambito del Contratto Sanitario Locale firmato nel 2018 dal Comune di Draguignan, dall’Agenzia Sanitaria Regionale (ARS) e dalla Sottoprefettura, sono state sviluppate diverse linee di azione al fine di creare un inventario e sviluppare misure sanitarie e di prevenzione.

Una di queste direzioni è dedicata alla salute mentale dei giovani, afferma Brigitte Dupuy, Education and Training Assistance:

“Volevamo lavorare con la Casa per adolescenti di Tolone (MDA du Var) guidata dal professor Marcel Ruffo, già ospitato da Richard Strambeau a Dracini. Si trattava di sviluppare una procedura itinerante ricevendo un’équipe multidisciplinare nei locali della Casa dello studente “, La persona che si rammarica di aver rallentato il processo continua a causa della pandemia di coronavirus.

Squadra mobile in campo

Ma da aprile, grazie al lavoro finanziato (1) Nei pressi della città di Draguignan, stanno finalmente iniziando le hotline:

È una cellula composta da psicologi, infermieri e psichiatri pediatrici”. Dice Sebastian Gillin, MD, direttore sanitario. “La squadra in viaggio da Tolone accoglie giovani tra gli 11 e i 25 anni”.

Con la domanda in rapida crescita, il processo si svolge in più fasi.

Inizialmente, i candidati o le loro famiglie contattano direttamente la Maison des Teencents du Var. (2)punto di partenza per il trattamento. Una volta completata la valutazione, un paio di professionisti si recano a Draguignan un mercoledì pomeriggio per incontrare i giovani pazienti:

“Si tratta di sessioni completamente gratuite di circa un’ora, che si svolgono dalle 14:00 alle 17:00”, Sébastien Guillen continua.

CEGIDD è disponibile il mercoledì

Un’altra opportunità, ma non meno importante, questi appuntamenti cadono lo stesso giorno in cui il team del Center for Free Diagnostic and Screening Information (CEGIDD) ha occupato l’edificio mercoledì mattina.

READ  Salute e benessere al centro della Coppa del Mondo in Qatar

“Può anche essere un ulteriore vantaggio per i giovani che vogliono conoscere le malattie sessualmente trasmissibili (MST)”Brigitte Dubuis, che non esita a elencare diverse azioni che sono state realizzate con gli studenti durante i periodi di detenzione, spiega:

Molti si trovarono in difficoltà, e c’era molta sofferenza”, Conclude l’aiutante.