Maggio 12, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Aspettatevi un’apertura al rialzo dopo i forti cali di ieri

W.I mercati del pollo iniziano a faticare a muoversi più in alto sulla buona notizia, come abbiamo visto la scorsa settimana, di solito non ci vuole molto prima che rotolino e scendano, il che sembra essere quello che è successo ieri, anche se la svendita è stata principalmente guidata Tecnologia in natura.

Sono stati proposti alcuni fattori scatenanti per i cali di ieri, alcuni dei quali più credibili di altri, pur consentendo per qualche tempo la consueta “svendita di maggio”.

Forse la causa più probabile dei cali di ieri è stata poco più di una presa di profitto dopo il calo dei minimi della scorsa settimana, in quella che sembra essere una classica svendita tecnica.

Resta il fatto che è probabile che i dati economici migliorino solo, come abbiamo appreso la scorsa settimana, e qualsiasi sottoprodotto potrebbe significare la possibilità di inasprire i tassi di politica monetaria in una forma o nell’altra, a un certo punto, con solo il questione di tempismo.

Vari problemi della catena di approvvigionamento, così come il passaggio alle energie rinnovabili, stanno alimentando alcune parti del mercato delle materie prime, spingendo il Bloomberg Commodity Index al suo livello più alto dal 2011, sollevando preoccupazioni per gli aumenti dei prezzi e il surriscaldamento. L’economia americana.

Lunedì, l’ISM Payable Manufacturing Price Index di aprile ha raggiunto il livello più alto dal 2008 a 89,6, mentre ieri il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen sembrava indossare la vecchia sedia della Fed quando ha detto che i tassi potrebbero dover aumentare per evitare il surriscaldamento, che è Cosa non è successo. Aiuta davvero l’umore e dà ai mercati una spinta in più verso il basso.

Anche se questo può sembrare solo un chiarimento dell’ovvio, visti i trilioni di dollari USA che vengono scaricati sull’economia degli Stati Uniti, può essere sorprendente che lei abbia sentito il bisogno di chiarire tutto, meno di una settimana dopo il suo successore Jay Powell dichiarò con enfasi che la banca centrale statunitense era troppo lontana dal tipo di dati basati sui risultati necessari per cambiare la sua attuale posizione politica.

READ  Charles Taylor acquisisce IES per correggere le perdite

Come promemoria, Powell ha continuato dicendo che ci sono ancora più di 8 milioni di americani che erano disoccupati rispetto a quello che era il caso nel febbraio dello scorso anno, e come tale la Fed avrà bisogno di vedere “ulteriori significativi progressi” nella sua interezza. obiettivi occupazionali, da guardare Nessun cambiamento di politica.

La verità è che, nonostante i commenti di Yellen in seguito si è ritirata, il mercato obbligazionario ha reagito a malapena, con il rendimento della nota a 10 anni che è terminato leggermente al di sotto della giornata, nonostante il rally del dollaro USA, raggiungendo un massimo di una settimana. .

Mentre i mercati europei hanno chiuso la giornata in netto ribasso, il DAX è stato di gran lunga il più grande perdente, registrando la sua peggiore perdita di un giorno quest’anno. Anche i mercati statunitensi hanno seguito l’esempio, poiché il Nasdaq ha perso l’1,88%, sebbene il Dow abbia chiuso la giornata in rialzo, poiché i prezzi del petrolio hanno raggiunto il livello più alto in sette settimane, poiché il potenziale di aumento della domanda con l’inizio della stagione di guida negli Stati Uniti aiuta a mantenere Il pavimento è scadente. i prezzi.

Con i mercati statunitensi che chiudono ai minimi, è probabile che l’apertura del mercato europeo di oggi sia positiva, poiché attendiamo una giornata intensa di dati economici.

Un importante punto luminoso nella penombra della ripresa economica in Europa è il settore manifatturiero e la sua resilienza di fronte alle restrizioni che sono state, per la maggior parte, in una forma o nell’altra dall’ottobre dello scorso anno.

Con la prospettiva di un modesto allentamento nei mesi estivi, i leader politici dei Big Four europei ne saranno grati, e con il settore dei servizi che ora inizia a dare segni di vita, in mezzo alla fuga economica, ci sono segnali che le aziende stanno imparando ad adattarsi ad alcuni dei vincoli. In Francia, questa resilienza è proseguita dopo aver confermato la produzione per il mese di marzo con un leggero rallentamento a 58,9, mentre il numero dei servizi dovrebbe essere confermato oggi a 50,4.

READ  eXp World Holdings espande le sue operazioni immobiliari sulla borsa valori colombiana del Nasdaq: EXPI

Anche la produzione tedesca è rimasta robusta, in leggero calo a 66,2, mentre il numero dei servizi dovrebbe scendere questa mattina a 50,1. Va inoltre notato che, sebbene i PMI manifatturieri siano rimasti resilienti, non sono sempre affidabili come il forte calo della produzione industriale francese per febbraio è stato dimostrato dai dati pubblicati il ​​mese scorso.

Tuttavia, possono ancora essere guide decenti per quanto riguarda l’ottimismo e la fiducia nel business. I punti di pressione in Europa rimangono l’Italia e la Spagna e, sebbene la produzione sia migliorata come mostrato dai dati all’inizio di questa settimana, i servizi sono una delle principali fonti di entrate e finora abbiamo visto poche prove di un ritorno alla crescita. A marzo, il PMI dei servizi dell’Italia si è attestato a 48,6, mentre la performance della Spagna è leggermente migliorata da 43,1 a 48,1.

Questi numeri dovrebbero migliorare leggermente ad aprile, ma non abbastanza da mostrare alcun tipo di espansione economica. Si prevede che le prospettive miglioreranno a 50 ciascuno, sperando che i mesi estivi inizieranno a vedere un maggiore miglioramento e, soprattutto, un ritorno all’espansione con il riscaldamento, i vaccini e il calo dei tassi di infezione.

Il tema dei dati positivi sembra continuare questo pomeriggio con l’ultimo rapporto sull’occupazione ADP negli Stati Uniti che dovrebbe vedere un miglioramento significativo rispetto alla cifra di marzo di 517K.

Le aspettative per aprile sono di aggiungere altri 850.000 posti di lavoro. A prima vista, sembra un po ‘in calo rispetto al numero NFP del mese scorso di 916K, e l’aspettativa di questa settimana potrebbe vedere un milione di posti di lavoro aggiunti venerdì.

READ  Populismo e Covid-19 in Europa: cosa abbiamo imparato dalla prima ondata di pandemia

Il rapporto ADP sembra ritardare quando si tratta di aggiungere personale, il che significa che a un certo punto possiamo vedere un po ‘di recupero.

Un altro aspetto importante è che, con i vari rapporti ISM rilasciati a marzo e aprile, anche i componenti del personale hanno iniziato a migliorare. È probabile che questo inizi a riflettersi anche nei numeri del libro paga molto più alti mentre ci avviciniamo ai mesi estivi, poiché anche il rapporto di ISM Services di oggi dovrebbe mostrare l’aprile più forte a 64,1.

EURUSD Attualmente si mantiene sopra l’area di 1.2000, con il supporto di nuovo in calo intorno a 1.1920. Il fallimento della scorsa settimana in area 1.2150 apre il rischio di un ritorno verso l’area 1.1800. Ora abbiamo resistenza nell’area 1.2080.

GBP / USD Sembra essere scambiato in un intervallo limitato dalla resistenza nell’area di 1,4020, che rimane una barriera importante al ritorno ai massimi di febbraio. Qualche supporto trovato a 1.3800 con un supporto più ampio verso il basso verso l’area di 1.3700.

EURGBP L’area 0,8730 rimane una resistenza principale e la sua rottura apre il livello 0,8820 al rialzo. La violazione dello 0,8670 apre ora il rischio di un rientro in area 0,8630.

USD / JPY – Il supporto della linea di tendenza rialzista dai minimi di gennaio continua a mantenere un minimo sotto il dollaro USA, con resistenza a 109,70 e 110,20. Il supporto Trendline rimane a 107,95, con supporto temporaneo a 108,30. Sotto 107.60 si apre la possibilità di un rientro in area 106.80.