Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Artrosi di ginocchia, anche e mani…: trattamenti, sintomi, esercizi

Concentrati sulle cause, la diagnosi e il trattamento dei diversi siti di osteoartrite con le informazioni del Pr Serge Perrot, reumatologo e specialista del dolore.

Cos’è l’osteoporosi?

L’osteoporosi è una malattia che colpisce 6 milioni di francesi. Le articolazioni più comunemente colpite sono l’anca, il ginocchio, la colonna vertebrale e le articolazioni della mano.L’artrosi è una vera malattia articolare. Non sono solo le articolazioni consumate dall’invecchiamento”. Prof. Serge Perrault*, Reumatologo e Dolore, Capo del Dipartimento del Centro per lo Studio e la Cura del Dolore (CETD) del Gruppo Hôtel-Dieu (Parigi).

L’artrosi è una malattia infiammatoria localizzata che si manifesta in un danno cartilagineo danneggiato. “Questa malattia colpisce in realtà tutti i componenti dell’articolazione. L’artrite colpisce la cartilagine, la sinovia che, alterata, non svolge il suo ruolo abituale di depurazione dell’articolazione, e l’osso perché non è più protetto dai danni. Cartilagine”, Dice il reumatologo.

Quali sono le sedi dell’artrosi?

L’osteoporosi classica (che tutti possono avere) è l’osteoporosi che colpisce i seguenti siti:

  • ginocchio
  • Da vita
  • subordinare mani
  • subordinare Spina dorsale

Le articolazioni più insolite possono essere colpite dall’artrosi: caviglia, gomito, spalla … “L’artrosi in queste articolazioni costringe il medico a scoprire la causa dell’artrosi. Dopo di ciò, ci sono cause specifiche”, afferma il professor Serge Perrault.

Quali sono le cause e i fattori di rischio?

L’età è un fattore di rischio. “Più si invecchia, più è probabile che si sviluppi l’artrosi”, afferma il professor Biro. 6 persone su 10 di età compresa tra 65 e 70 anni hanno l’artrosi visibile ai raggi X senza necessariamente mostrare alcun segno. L’artrosi può colpire anche i giovani adulti. “Le cause possono essere genetiche (malattia del collagene, tessuti di supporto), meccaniche (disturbi dello sviluppo articolare come la displasia dell’anca che induce l’artrosi dell’anca; l’obesità che è un fattore di rischio per l’artrosi dei pollici o delle radici o l’artrosi del ginocchio) o post – Traumi (es. artrosi del ginocchio in atleti di età inferiore a 50 anni che hanno subito una lesione del legamento crociato), Dettagli del reumatologo.

READ  #FDS2021 Festival della scienza alla stazione biologica di Brocéliande Paimpont venerdì 1 ottobre 2021

Il Menopausa squilibri ormonali Può aumentare gli attacchi di artrite. Le persone con emofilia possono anche sviluppare un’osteoporosi precoce perché i versamenti di sangue nelle articolazioni le danneggiano.

Come viene diagnosticato? Quali esami?

Diagnosi di osteoporosi mista: clinica e basata sull’imaging. “L’esame e l’esame clinico mostrano segni caratteristici: dolore, alterazioni funzionali come disagio nella deambulazione, difficoltà nell’uso del pollice …”, afferma il professor Serge Perrault. L’imaging (raggi X standard o scanner) mostra immagini tipiche dell’osteoporosi. “Tuttavia, le immagini servono principalmente per escludere altre malattie e guidare la gestione”, dice il dottore. In caso di artrosi del ginocchio, è facile praticare una puntura per analizzare il liquido articolare.

Quali sono i sintomi dell’osteoporosi?

L’artrosi è caratterizzata da dolore piuttosto meccanico, Per il movimento, tranne durante un focolaio infiammatorio. “Appare il dolore” Un po’ tardi nel corso della giornata. Più usiamo l’articolazione, maggiore è il dolore”, Il professor Biro conferma. Determina che la metà delle persone con osteoartrosi preferisce il dolore Attraverso un cambiamento del tempo : Stiamo parlando di pazienti sensibili agli agenti atmosferici. L’artrosi provoca anche disagi funzionali: difficoltà a usare l’articolazione di una persona (camminando, facendo determinati movimenti, ecc.).

Quali sono i trattamenti per l’osteoporosi?

Il Trattamento dell’osteoporosi Ha diversi componenti. Consiste principalmente nella correzione di fattori di rischio come l’obesità o la menopausa. “Una perdita di peso del 10% migliorerà significativamente l’artrite alle mani o alle ginocchia. La terapia ormonale per la menopausa può migliorare i reumatismi postmenopausali”Spiega il professor Serge Perrault. Se c’è un danno instabile all’articolazione, è importante riparare i legamenti per evitare la loro instabilità e prevenire l’osteoporosi. Successivamente, i trattamenti si concentrano sull’alleviare il dolore e sul miglioramento della funzione. Questo trattamento si basa su analgesici e plantari della mano o del ginocchio.

READ  Come la scienza ha tradito Jonathan Daval

Anche il trattamento dell’osteoporosi è un trattamento non farmacologico Con sessioni con un fisioterapista e mantenimento dell’attività fisica. “Più un’articolazione viene allenata, attivata e i suoi muscoli, più è stabile e meglio è. Se rimodelliamo i muscoli, stabilizziamo l’articolazione e riduciamo l’osteoporosi”Spiega il professor Biro. Il movimento non esacerba l’artrosi, non distrugge l’articolazione (tranne nei casi di riacutizzazioni), Pertanto, è importante assumere antidolorifici per aumentare il movimento.

Esistono anche metodi locali: bisogna forare se c’è un liquido che può danneggiare la cartilagine, e si verificano Iniezioni durante le riacutizzazioni. In generale si possono iniettare 3 tipi di prodotti: corticosteroidi topici per fermare l’infiammazione, acido ialuronico che allevia il dolore e migliora la funzionalità, soprattutto nell’artrosi del ginocchio – migliora la deambulazione da 4 a 6 mesi – e plasma ricco di piastrine (PRP). Per questo prodotto iniettato, gli studi sono piuttosto riservati per quanto riguarda l’osteoporosi”. Dettagli del reumatologo.

Ci sono alcuni farmaci controversi per rallentare le riacutizzazioni: Integratori di condroitina solfato e glucosamina. “Può ridurre la gravità e la frequenza degli attacchi. Possiamo provare a prendere questi integratori per 3 mesi. Se riduci gli attacchi e la loro frequenza, continuiamo”. Il professor Serge Perot raccomanda.

Quali trattamenti della nonna per l’osteoporosi?

Il vostro reumatologo consiglia di parlarne con il vostro medico e di accompagnarlo prima di assumere i cosiddetti rimedi innovativi (ad es. Harpagophytum). “Se non è pericoloso (come può essere) e non troppo costoso, è possibile una prova di 3 mesi, come con gli integratori alimentari (condroitinsolfato, glucosamina e altri integratori) e consultare il medico”.dice il professor Biro.

Alimenti e artrosi: quelli che lo promuovono e quelli che lo limitano

Non ha senso seguire una dieta di esclusione (ad es. per eliminare il glutine oi latticini) perché non è stato dimostrato che un tipo di alimento promuova o meno l’osteoporosi. “Ciò che è stato dimostrato che perdere peso quando si è obesi migliora l’osteoporosi”, informa un reumatologo. Si consiglia alle persone che vogliono ancora sostenere un test di esclusione alimentare Non fare più eccezioni e non lasciare fuori un tipo di cibo solo per poche settimane. Se questo non cambia nulla, non ha senso continuare a negare te stesso e rischiare le tue mancanze.

READ  commenta la science a trahi Jonathan Daval

Quali sono gli esercizi per alleviare l’osteoporosi?

Le tecniche di riabilitazione variano a seconda dell’articolazione interessata. In tutti i casi si tratta di riequilibrare la forza muscolare con esercizi di potenziamento muscolare. “Ad esempio, nel caso di artrosi del ginocchio, migliore è la qualità del muscolo della coscia, più garantisce una buona stabilità dell’articolazione”, Spiega il professor Biro.

Come si sviluppa l’osteoporosi?

“L’artrite si sviluppa in un modo alquanto imprevedibile: potrebbe esserci una riacutizzazione di un’articolazione danneggiata e poi si assesta”, dice il professor Biro. Ciò conferma che non c’è parallelismo tra immagine e dolore. Un’immagine di osteoartrite avanzata non significa necessariamente osteoporosi grave.

Qual è il consiglio per prevenire l’osteoporosi?

Nella prevenzione dell’osteoporosi si raccomanda di correggere i fattori anatomici (displasia), di non aumentare di peso e di svolgere una regolare attività fisica. Si consiglia inoltre di trattare efficacemente eventuali traumi alle articolazioni.

*Autore di The pain I Do: Understanding and Acting, Editions In Press, 2017

Leggi anche: