Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Arieli Capital, Italia Partner presenta nuovi cicli di acceleratore italo-israeliano

L’Ambasciata d’Italia in Israele ha annunciato l’apertura del secondo e terzo ciclo del Programma di Accelerazione Italo-Israeliano in collaborazione con Camera di Commercio Italiana, Banca Indesa Sanpolo e Camera di Commercio Italo-Israeliana.

Questo acceleratore italo-israeliano è stato istituito nell’ambito di un accordo di cooperazione tecnica firmato tra i due paesi per lo sviluppo di startup italiane basate sul modello israeliano. Sette startup che facevano parte del primo progetto Accelerator sono state gestite dall’Eilat Technology Center con sede a Eilat da gennaio a marzo 2020.

In particolare, accelera le connessioni di rete tra start-up italiane e società tecnologiche israeliane, leader del settore, società internazionali, investitori e accademici per accelerare i test di ricerca e sviluppo e gli investimenti nei mercati globali.

Nel primo round, la società di investimento israelo-statunitense Arieli Capital ha fuso sette startup italiane con oltre 150 partner commerciali per formare più di 20 milioni di joint venture NIS.

Sedici startup italiane sono state selezionate per la rotazione di quest’anno per l’adattamento industriale ai mercati israelo-globali come agricoltura, medicina, biotecnologie, clima, energia e trasporti. Parteciperanno a un programma intensivo di 10 settimane a Tel Aviv per incontrare e collaborare con i principali leader del settore e investitori.

I prossimi cicli del progetto Accelerator saranno guidati da Arieli Capital e finanziati dall’Ambasciata d’Italia e da ICEAgenzia, un’entità imprenditoriale italiana.

Includi alcuni degli inizi italiani ABzeroUn’azienda che sviluppa prototipi di capsule di ingegneri per la fornitura di prodotti sanitari, farmaceutici e biologici tramite droni; Cura delle apiUn’azienda che sviluppa tecnologie che monitorano e gestiscono le attività agricole delle api; Automazioni terrestri, Un’azienda che sviluppa attrezzature e soluzioni agricole autonome a basso costo; E Reliquia; Produce bioplastiche solubili in acqua che si decompongono completamente nell’acqua di mare senza lasciare tracce di contaminanti come i tradizionali prodotti in plastica.

READ  Stanley Tucci: Alla ricerca delle date dei voli italiani nel Regno Unito | Notizie, trailer, host

“Siamo lieti di lanciare il secondo e il terzo ciclo dell’accelerazione Italia-Israele e siamo lieti di continuare il nostro eccellente rapporto con i nostri partner italiani”, ha affermato R. Haviv, partner di Arieli Capital e responsabile delle iniziative globali. Abbiamo visto come il primo ciclo del progetto abbia aiutato le start-up italiane in molti modi, tra cui commercializzazione, espansione, creazione di nuovi posti di lavoro, sperimentazioni cliniche e round di capitali. Intendiamo garantire che il secondo e il terzo ciclo dell’acceleratore abbiano lo stesso successo del primo progetto, che contribuisce allo sviluppo delle economie high-tech in Italia e Israele, e ai rispettivi ecosistemi innovativi.