Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Applicare la scienza per laurea in economia

Poco più di un decennio fa, Isabella Castiglioni, professoressa di fisica applicata all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Italia, si è schiantata contro un muro. Voleva tradurre i risultati della sua ricerca in benefici sociali, ma “non potevo perché non avevo le giuste competenze”.

All’epoca dirigeva un laboratorio di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, CNR, focalizzato sull’imaging medico. Ma il suo sogno è stato quello di portare le sue scoperte scientifiche oltre le riviste e il mondo accademico e usarle per creare prodotti e servizi per aiutare medici e pazienti.

Così, nel 2010, Castiglioni “tornò a scuola, ma dall’altra parte della cattedra” e si iscrisse a un Executive MBA presso Università Bocconi a Milano.

Il corso è stata “l’esperienza più difficile della mia vita”, dice. Ciò è in parte dovuto al suo equilibrio tra lavoro e studio e all’essere madre di due figlie, di 10 e 15 anni. Castiglioni è in classe tre sere durante la settimana e poi si alza alle cinque del mattino nei fine settimana per completare i suoi corsi di fronte al risveglio della sua famiglia.

Classifica FT Executive MBA 2021 – Top 100

Miami Herbert Business School

Conosci le scuole lì La nostra classifica dei punteggi EMBA. Impara come assemblare il tavolo.

La prima lezione che ho imparato dall’EMBA è stata non parlarne troppo. Sebbene la professoressa volesse parlare del programma a marito, figli e amici, non condividevano il suo entusiasmo. Invece, avevano bisogno di vedere che erano “le cose più importanti per te”, dice, il che significa frenare il suo desiderio di discutere l’esperienza con loro.

Un’altra sfida è stata che il background professionale e l’esperienza di Castiglioni erano diversi dall’approccio del corso. “Ero uno scienziato”, dice, aggiungendo che ha sempre dato tempo per concentrarsi esclusivamente sul raggiungimento di risultati eccellenti. Tuttavia, c’era un “atteggiamento completamente diverso” e velocità su EMBA. Si trattava di “come gestire errori e rischi in un modo molto, molto veloce”, dice.

Una conseguenza di tale gravità colpì Castiglioni al termine del ciclo. “In quel periodo [on the EMBA]Tutto ha un ritmo diverso”, dice. Ma quando è finito, ha sentito che gran parte della vita al di fuori del lavoro era “un po’ piatta” e “noiosa”, e trovava difficile concentrarsi sul tempo libero e sulle vacanze quando il suo lavoro sembrava così eccitante. Per fortuna, aggiunge, aggiunge: ho trovato un equilibrio con un po’ di tempo”.

“Mi hai espresso questa sensazione [executive] Ha detto che all’inizio era molto popolare una volta finito, ma dopo un anno o due, tutto cambia e diventa normale [again]. “

Ma Castiglioni stava già cercando un modo per incanalare la propria energia, sotto forma di “killer application” per portarla sul mercato. “Ho iniziato a lavorare con il mio meglio [postgraduate and research] studenti per trovare una soluzione che applichi le nostre competenze di intelligenza artificiale all’imaging medico”.

Preallarme: le scansioni MRI possono essere analizzate utilizzando l'intelligenza artificiale per aiutare a rilevare i primi segni di Alzheimer

Preallarme: le scansioni MRI possono essere analizzate utilizzando l’intelligenza artificiale per aiutare a rilevare i primi segni del morbo di Alzheimer © Andrew Brookes / Getty Images

La malattia di Alzheimer è stata la sua prima tappa. Spiega che una risonanza magnetica cerebrale ha il potenziale per trovare i primi segni del morbo di Alzheimer, ma i radiologi devono esaminare molti punti dell’immagine e ciò significa elaborare i dati. Entro il 2018, il team di Castiglioni aveva addestrato e testato un sistema di intelligenza artificiale in grado di analizzare le scansioni MRI per rilevare i primi segni del MA in pochi minuti e quindi fornire una diagnosi. Dice che il sistema era accurato all’85 percento, come determinato da un follow-up successivo dei pazienti.

Nello stesso anno, Castiglioni, insieme a uno dei suoi studenti, Christian Salvatore, ha co-fondato DeepTrace Technologies, una propaggine della Scuola Superiore di Studi Avanzati di Pavia in Italia. “Formiamo strumenti sui dati clinici dei pazienti e sviluppiamo modelli predittivi in ​​grado di fare diagnosi, prevedere e prevedere la risposta al trattamento per ogni individuo”, afferma.

Nel gennaio 2020, la società ha ottenuto 1,7 milioni di euro di finanziamenti iniziali dal fondo di investimento Progress Tech Transfer. Attualmente, due prodotti DeepTrace portano il marchio CE europeo per la salute e la sicurezza: Trace4AD, che applica l’intelligenza artificiale alle scansioni MRI per prevedere il rischio di malattia di Alzheimer; e Trace4OC, che utilizza anche l’intelligenza artificiale per analizzare le immagini ad ultrasuoni per prevedere il rischio di cancro ovarico.

Curriculum vitae

Dal 2019 ad oggi Professore di Fisica Applicata presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca

Dal 2019 ad oggi Presidente Onorario e Consulente Scientifico, DeepTrace Technologies

Dal 2019 ad oggi Assegnista di ricerca, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR/Consiglio Nazionale delle Ricerche)

1997-2019 Ricercatore, CNR

DeepTrace ha altri prodotti nel suo portafoglio, incluso uno che rileva a distanza la plastica negli oceani utilizzando immagini di droni e uno che applica l’intelligenza artificiale all’analisi a infrarossi o a raggi X di opere d’arte antiche. E secondo Castiglioni, altri 10 sono in cantiere.

L’EMBA ha fornito preziose lezioni di economia, finanza, piani aziendali, bilanci, sostenibilità e capitale circolante, afferma. “È il miglior MBA perché torni a casa e la mattina puoi lavorare su ciò che hai imparato durante il semestre”, aggiunge.

Oltre alle competenze tecniche, Castiglioni attribuisce al corso la trasformazione delle sue capacità interpersonali.

“Durante l’MBA, c’era molta attività di gruppo e i miei colleghi mi giudicavano”, dice. “Mi sono reso conto che non sono aperto ad ascoltare gli altri e non sono aperto a pensare al loro pensiero o ai loro risultati… quindi ho dedicato molto tempo a migliorare le mie capacità personali”.

Lavorando con il suo istruttore al corso, Castiglioni ha condiviso un questionario anonimo con i suoi colleghi, ricercatori e dottorandi per valutare le sue capacità interpersonali. Dice che i primi risultati sono stati “terribili”. Ciò deriva in parte dalla conduzione di un laboratorio, “perché quando vuoi ottenere risultati scientifici eccellenti, sei molto severo”, il che significa chiedere molto agli studenti.

Da allora ha imparato a “lavorare comodamente”, afferma, e l’ha implementato in DeepTrace, dove ora è presidente emerito e consulente scientifico, mentre Salvatore è amministratore delegato.

Questo non significa che Castiglioni stia rallentando. Dice che è in atto un piano d’azione per espandere DeepTrace in Europa, negli Stati Uniti e in Asia nei prossimi cinque anni. È tenuta occupata in azienda insieme ai suoi lavori di professoressa e scienziata: l’unione dei ruoli che dice si adatta perfettamente. In effetti, il suo consiglio a chiunque stia pensando di studiare per un Executive MBA è di perseguirlo con un “atteggiamento appassionato e fermo”.

Ma nonostante la “velocità” che ho testato nel programma, Castiglioni suona come un avvertimento sulla fretta. Per ottenere il massimo dall’EMBA, dice, “devi farlo al momento giusto della tua carriera, non troppo presto”.

READ  The Butterfly Network si presenta alla sesta conferenza annuale della Queen's Future Health