Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Apple svela la funzione Lock Mode per alcuni iPhone per bloccare lo spyware d’élite

mela Mercoledì ha introdotto una nuova opzione di sicurezza che limita alcune funzionalità sui suoi dispositivi, una mossa volta a ridurre le possibilità che gli utenti vengano hackerati da Spyware avanzato.

La nuova funzionalità, denominata “Lock Mode”, mira a contrastare l’aumento di software di hacking avanzato che i governi a volte utilizzano per impossessarsi del dispositivo di una persona.

Tali programmi spesso consentono ai governi di leggere messaggi di testo ed e-mail su uno smartphone o addirittura di costringerli a origliare ciò che li circonda.

Guarda le ultime notizie su Canale 7 o trasmetti in streaming gratuitamente 7 più >>

Poiché gli iPhone generalmente ricevono recensioni positive da esperti di sicurezza informatica, sono ampiamente utilizzati da politici, attivisti e altre personalità di alto profilo che temono di essere bersaglio di hacker che vogliono spiarli.

Ciò ha portato a un’industria casalinga di società di spyware mercenarie che trovano o pagano per le vulnerabilità nel software per smartphone iOS di Apple, quindi addebitano ai governi la capacità di hackerare quasi tutti i telefoni di chiunque.

Una nuova opzione di sicurezza chiamata Modalità di blocco verrà implementata su alcuni dei suoi dispositivi. a lui attribuito: mela

La modalità di blocco limita una serie di funzionalità che i gruppi di spyware hanno sfruttato in passato per prendere piede negli iPhone degli utenti, come accettare chiamate FaceTime da utenti sconosciuti o caricare automaticamente i collegamenti di anteprima dalle persone a cui inviano messaggi.

Apple considera le funzionalità come “una protezione opzionale massima che dovresti utilizzare solo se ritieni di poter essere preso di mira personalmente da un attacco informatico altamente sofisticato”.

Inoltre impedirà agli iPhone di interagire con i dispositivi ad essi collegati manualmente.

Ciò elimina il metodo principale con cui molti dipartimenti di polizia collegano l’iPhone di un sospetto a uno strumento forense digitale per cercare prove.

Gli strumenti forensi sono uno dei modi più comuni con cui la polizia trova prove digitali nei casi relativi all’aborto.

La nuova funzionalità potrebbe essere utilizzata per proteggere coloro che cercano l’aborto negli stati in cui è illegale, secondo Emma Weil, analista politico di Upturn, un gruppo no-profit che mira a utilizzare la tecnologia per ottenere giustizia sociale.

“Se pubblicato con successo, potrebbe rendere più costoso per la polizia l’accesso al telefono, che potrebbe portare alla polizia prove digitali incriminanti”, ha affermato Will.

Apple ha lanciato mercoledì una nuova opzione di sicurezza che limita alcune funzionalità sui suoi dispositivi, una mossa volta a ridurre le possibilità che gli utenti vengano compromessi da spyware sofisticati. a lui attribuito: Paolo Coraggioso/AAPIMAGE

Il più famoso sviluppatore di questo spyware, l’israeliano NSO Group, è stato coinvolto in numerosi scandali negli ultimi anni.

La società afferma di non hackerare attivamente le persone e di concedere invece in licenza il proprio software ai governi.

Il software di punta della NSO, Pegasus, sarebbe stato utilizzato per hackerare i telefoni di numerose figure politiche di spicco in tutto il mondo, tra cui la moglie del giornalista saudita dissidente Jamal Khashoggi, il primo ministro spagnolo, e un testimone in un processo per corruzione. L’ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, oltre a decine di giornalisti e operatori umanitari.

Poiché Pegasus viene utilizzato principalmente per hackerare gli iPhone, Apple ha intentato una causa contro NSO sostenendo che danneggia Apple e i suoi utenti. Questa causa è in corso.

“La sicurezza digitale in questo contesto riguarda la riduzione del danno”, ha affermato Will.

“È un equilibrio tra il rendere il più difficile possibile per i pubblici ministeri creare un caso convincente, senza costringere le persone a trascorrere tempi irragionevoli cercando di coprire ogni traccia digitale delle loro vite”.

READ  Instagram si ritira da Swipe Up Links a partire dal 30 agosto 2021 - The Latch