Dicembre 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Antartide, un sistema di governo eccezionale

È la grandezza di questo continente di ghiaccio circondato dall’acqua? Il fatto che nessun abitante – a parte qualche coraggioso scienziato – vi si sia mai insediato? Oppure una figura carismatica come il comandante Cousteau ne è diventata portavoce? L’Polo Sud Resta un caso particolare nelle relazioni internazionali, la materia della governance è eccezionale sotto tutti gli aspetti.

accordo su… disaccordo

Dicono che l’Antartide non appartiene a nessuno.Anne Choquet, ricercatrice di diritto presso l’Istituto universitario europeo del mare (UBO), osserva Anne Choquet, specializzata in diritto polare. Non è proprio così: sette stati (1) Ha rivendicazioni territoriali in Antartide, ma un trattato del 1959 ha congelato la situazione. Eravamo d’accordo… in disaccordo. Il trattato, ratificato da 54 paesi, stabilisce lo status quo regionale. »

Guidato dagli scienziati, sulla scia dell’Anno geofisico internazionale 1957-1958, il trattato del 1959 sancisce tre principi: mantenere la pace (l’Antartide è una terra non militare e non nucleare); la possibilità che ogni studioso vi si stabilisca dove vuole e qualunque sia la sua nazionalità; Infine, tutelare l’ambiente. Fu firmato dapprima da una dozzina di paesi, compresi gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, e poi nel bel mezzo della Guerra Fredda.

Milioni di firme contro lo sfruttamento artico

Il tour de force non si ferma qui. Le ricchezze di minerali e idrocarburi dell’Antartide finalmente stuzzicano l’appetito. L’accordo di Wellington, negoziato alla fine degli anni ’80, prevede l’apertura del continente, che è 27 volte più grande della Francia, alle attività minerarie. Il Capitano Cousteau lanciò allora una petizione che raccolse – nonostante la mancanza di social network – un milione di firme… Nel 1989 ci furono due fuoriuscite di petrolio causate da navi (L’Exxon Valdez nell’Artico e Bahia Paraíso in Antartide) infliggendo un colpo fatale alle ambizioni commerciali nell’Artico.

READ  "Il numero di posti può solo aumentare", afferma Vidal.

“I primi ministri francese e australiano, rispettivamente Michel Rocard e Robert Hook, hanno deciso di non ratificare la Convenzione – rendendola un testo morto – e hanno ripreso i negoziati che hanno portato al Protocollo di Madrid del 1991”.Ann Choquet ricorda. Questo testo sancisce l’Antartide come una riserva naturale dedicata alla pace e alla scienza, dove è vietato lo sfruttamento delle risorse minerarie e degli idrocarburi.

Impegno rinnovato nel 2021

e adesso? Il riscaldamento globale, che sta rendendo i poli più accessibili, cambierà la situazione? “Nel 2021, in occasione della celebrazione del 60° anniversario dell’entrata in vigore del Trattato Antartico e del 30° anniversario della firma del Protocollo di Madrid, gli Stati Parte hanno riaffermato il loro impegno “incrollabile e incrollabile” nei confronti del Trattato e della sua Protocollo.Piccolo avvocato. Compresa Cina, Russia…

Alcuni sono preoccupati che il testo preveda l’allentamento delle misure che consentirebbero di revocare il divieto di sfruttamento delle risorse minerarie dal 2048. Tuttavia, le condizioni sono molto rigide.Ann Choquet dice. L’eccezione antartica deve continuare.