Agosto 8, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ancora frustrazione per Mourinho quando la Roma batte la Juventus | Gli sport

ROMA (AFP) – Jose Mourinho ha lasciato l’Italia più di dieci anni fa, vincitore di Champions League, Serie A e Coppa Italia, dopo aver condotto l’Inter a un triplete indimenticabile: il triplete.

Una serie di sconfitte frustranti è stata segnata dieci anni fa e l’allenatore schietto è tornato alla Roma in questa stagione, più recentemente nella sconfitta casalinga per 4-3 di domenica contro la Juventus in Serie A.

I risultati deludenti della Roma includono una sconfitta nel derby contro la Lazio, una sconfitta per 3-0 per mano dell’ex club di Mourinho dell’Inter, e ora la seconda sconfitta della stagione per Milan e Juventus in quattro giorni.

A peggiorare le cose, domenica la Roma ha sprecato un vantaggio di due gol sulla Juventus.

Manuel Locatelli, Dejan Kulusevsky e Mattia de Sciglio hanno completato la rimonta della Juve allo Stadio Olimpico, e il portiere della Juventus Wojciech Szczczny – che in precedenza aveva giocato con la Roma – ha parato un calcio di rigore a Lorenzo Pellegrini.

Con Mourinho che beneficia sempre di più dei suoi vari periodi in Premier League, la Roma è diventata il primo club di Serie A moderno a iniziare con tre giocatori inglesi, con il neo-acquisito Ainsley Maitland-Niles che si è unito a Chris Smalling e Tammy Abraham nell’apertura 11.

Abraham ha aperto le marcature con un primo colpo di testa, e Henrikh Mkhitaryan e Pellegrini – con una splendida punizione – hanno segnato 3-1 per la Roma dopo il pareggio di Paulo Dybala.

La Juventus ha perso l’attaccante Federico Chiesa per un evidente infortunio prima della fine del primo tempo, ma è riuscito a uscire con forza nella selvaggia ripresa.

READ  Il West Ham chiede una tassa record nel Regno Unito di 150 milioni di sterline per il riso Declan - Papers | Notizie dal Centro Trasporti

La Juventus è quinta, a tre punti dall’Atalanta, ed è arrivata in finale di Champions League, mentre la Roma è scivolata all’ottavo posto.

ibra match ronaldo

Zlatan Ibrahimovic ha eguagliato il segno stabilito da Cristiano Ronaldo, Theo Hernandez ha segnato due volte, mentre il Milan esausto ha vinto 3-0 in 10 Venezia per passare in cima.

Ibrahimovic ha aperto le marcature con appena due minuti sul cronometro. Questa è stata l’80esima squadra che l’attaccante veterano ha concesso nei primi cinque campionati europei. Ibrahimovic e Ronaldo – che lo hanno fatto contro il Burnley il 30 dicembre – sono gli unici giocatori ad aver raggiunto questo traguardo dal 2000.

Il Venezia ha prodotto una difesa vivace, ma la partita è cambiata all’inizio della ripresa quando i padroni di casa sono passati rapidamente da 1-0 a 3-0 e un giocatore è stato espulso dopo che il difensore Michael Svoboda ha ricevuto un cartellino rosso per avergli negato una chiara possibilità di segnare .

I rossoneri avanzano di due punti sopra l’Inter, che in seguito ospiterà la Lazio.

Il Milan ha vinto la sua partita di apertura quest’anno 3-1 contro la Roma, ma è rimasto senza più di 10 giocatori a causa del virus Corona, degli infortuni e dei compiti della Coppa delle Nazioni Africane.

Tuttavia, l’inizio perfetto è iniziato quando Rafael Leao ha tagliato dentro dalla sinistra e ha rotolato su Ibrahimovic per affrontare da distanza ravvicinata.

Il Milan ha più volte rischiato il raddoppio ma ha dovuto attendere l’inizio del secondo tempo per farlo grazie a un altro passaggio di Leão, che ha fatto scivolare la palla attraverso Hernandez per passare sulla fascia sinistra e tagliare dentro prima di passare Sergio Romero.

READ  Bruno Guimaraes al Newcastle: il giocatore box-to-box può rafforzare l'offerta di sopravvivenza dei Magpies | Notizie di calcio

Ogni speranza di ritorno in partita è svanita al 58′ quando Svoboda è stato espulso per bloccare con un braccio il tiro di Hernandez sulla linea di porta.

Hernandez, che indossava la fascia di capitano, ha inviato il conseguente rigore nell’angolo in alto a destra.

Virus dell’Udinese

L’Atalanta inizia il 2022 in modo sicuro battendo 6-2 l’Udinese battuta dal Corona.

Per l’Atalanta è stata la prima partita del nuovo anno dopo che la partita casalinga di giovedì contro il Torino è stata rinviata a causa di una serie di casi di coronavirus nella squadra ospite.

L’Udinese aveva 12 giocatori fuori dalla rosa COVID-19, ma la partita è andata avanti e l’Atalanta era in vantaggio per 3-0 entro la fine del primo tempo dopo i gol di Mario Pasalic, Luis Morell e Ruslan Malinowski. Morel ha segnato un secondo dopo la fine del primo tempo e anche Joachim Muhl ha segnato il suo primo gol per l’Atalanta tre minuti prima del gol di Matteo Pesina nei minuti di recupero.

L’Atalanta resta quarta, a due punti dal Napoli, ma gioca una partita in meno.

Il Napoli batte 1-0 la Sampdoria grazie al gol nel primo tempo di Andrea Betania.

Inoltre, Giacomo Rasbadori e Gianluca Scamaca hanno segnato due gol ciascuno quando il Sassuolo ha battuto l’Empoli in 10 uomini per 5-1.


Rose della pioggia da Milano.


Altro da AP soccer: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.