Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Analisi del mercato azionario e dei fondi europei – L’incertezza incombe

L’ottimismo su una ripresa economica in Europa entro il 2022 si è rapidamente dissipato e, con il passare dell’anno, l’Europa è stata colpita da tutte le angolazioni. Gli effetti devastanti della guerra in Ucraina, l’inflazione vertiginosa, un decennio di alti tassi di interesse e l’aumento vertiginoso dei costi energetici e alimentari hanno pesato sugli sforzi di ripresa nel continente.

È stato un anno che molti preferirebbero dimenticare.

Nonostante questo contesto caotico, 2022
Prodotto interno lordoLe aspettative di crescita sono aumentate. Questa previsione elevata è stata in gran parte guidata dallo slancio positivo acquisito nel 2021 e dalla forte crescita nella prima metà del 2022.

Guardando al 2023 e oltre, il quadro è impegnativo. Si prevede che la crescita rallenterà e mentre l’inflazione dovrebbe diminuire rispetto ai livelli attuali, è probabile che rimanga fino al 7% nell’UE.

Tuttavia, è sempre più buio prima dell’alba.

Alcune aziende e settori stanno mostrando segni di resilienza e forza e la nostra analisi indica che i mercati europei appaiono attualmente a prezzi interessanti. Questo può presentare alcune interessanti opportunità per gli investitori.

Questo articolo non è un consiglio personale. Se non sei sicuro che un investimento sia giusto per te, chiedi informazioni parere finanziario. Tutti gli investimenti diminuiscono così come aumentano di valore, quindi puoi recuperare meno di quanto investi. Le performance passate non sono una guida per il futuro.

Siamo al picco dell’inflazione?

La zona euro, o il gruppo di paesi che utilizzano l’euro come valuta, continua a soffrire di livelli di inflazione scomodamente elevati. È salito al 10,7% nell’ottobre di quest’anno, il livello più alto dalla fondazione della zona euro. Nell’Unione Europea nel suo complesso, l’inflazione ha raggiunto l’11,5% in ottobre. Un anno fa, il tasso di inflazione era del 4,1%.

L’inflazione è aumentata gradualmente dalla prima parte del 2021, ma questi livelli elevati riflettono quanto sarà difficile il 2022.

I prezzi delle materie prime e dell’energia sono aumentati, insieme al costo del cibo, e sono i due maggiori contributori all’aumento dell’inflazione. Ciò è stato amplificato, e forse prolungato, dal conflitto in Ucraina. La guerra non ha mostrato segni di cedimento e ha esacerbato lo squilibrio tra domanda e offerta. Ha sollevato preoccupazioni circa la distribuzione di energia e cibo e quanto possiamo produrre di entrambi.

Ma l’inflazione ha raggiunto il picco?

Questa è una difficile domanda a cui rispondere. Alcuni commentatori esperti pensano che sia troppo vicino al climax.

Se il conflitto in Ucraina finisce, questo potrebbe aiutare. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha delineato cinque condizioni per i negoziati di pace con la Russia, che, se soddisfatte, potrebbero porre fine alla guerra. Ciò potrebbe contribuire a ridurre i prezzi dell’energia e dei generi alimentari, il che a sua volta potrebbe portare l’inflazione a livelli gestibili e fornire un po’ di sollievo durante questa crisi del costo della vita.

Tuttavia, un accordo o una soluzione pacifica da parte di Vladimir Putin non è una cosa certa. C’è ancora molta incertezza. Quello che sappiamo, tuttavia, è che la Banca centrale europea è sotto pressione per riportare l’inflazione sotto controllo.

READ  Germania sotto tiro per investimenti 'cannibali' da 200 miliardi di euro - EURACTIV.com

I tassi di interesse continuano a salire

L’aumento dell’inflazione spesso spinge le banche centrali ad aumentare i tassi di interesse. Ne abbiamo visto le prove a livello globale, non solo in Europa. La Banca centrale europea ha mantenuto i tassi di interesse sotto lo zero per quasi otto anni. Ma poiché il loro obiettivo è controllare l’inflazione, aumentano i tassi quando il tasso di inflazione aumenta.

Il primo aumento dello 0,25% è stato introdotto nel luglio 2022. Da allora, la Banca centrale europea ha aumentato i tassi di interesse all’1,5%, il livello più alto dal 2009. C’è anche un altro aumento dello 0,5% previsto per dicembre di quest’anno.

Queste escursioni hanno subito molte critiche. Un aumento troppo rapido dei tassi di interesse potrebbe mandare in recessione i paesi di tutta Europa. I tassi aumentano troppo lentamente e l’inflazione sta andando fuori controllo.

Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, ha riconosciuto questi rischi ma ha sostenuto che il suo compito e la sua priorità è controllare l’inflazione.

Le reazioni a questa affermazione sono state contrastanti. Il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha elogiato la decisione della Banca centrale europea di combattere l’inflazione. Mentre il ministro italiano dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, ha detto che bisogna tener conto del rallentamento economico.

L’aumento dei prezzi dovrebbe portare a un aumento del valore dell’euro e quindi a un apprezzamento della valuta. Ma nel corso del 2022, l’euro è caduto contro molte delle principali valute. A settembre ha toccato il minimo di 20 anni rispetto al dollaro, spinto in gran parte dalla guerra in Ucraina e dall’elevata inflazione.

Come hanno reagito le borse europee?

Nonostante il contesto difficile, alcuni paesi, come la Spagna e la Norvegia, hanno mostrato una notevole resilienza. Negli ultimi 12 mesi, hanno reso rispettivamente il 6,05% e il 6,91%. Il mercato europeo più ampio è in calo del 2,88% rispetto allo stesso periodo*.

L’inflazione è scesa per il quarto mese consecutivo in Spagna, che ha iniziato a migliorare la situazione economica di molte famiglie e aziende spagnole. I mercati norvegesi continuano a beneficiare dell’andamento dell’industria petrolifera.

Un altro fattore che ha aiutato è il graduale allentamento delle restrizioni Covid-19 in Cina. Molte aziende europee sono in Cina o producono prodotti lì, quindi è benvenuta una minore interruzione delle attività e delle catene di approvvigionamento. Anche se è probabile che la situazione rimanga difficile nel breve termine. Uscire dalle politiche Covid zero e tornare al lavoro come al solito richiederà probabilmente tempo, sebbene siano stati compiuti pochi progressi.

Alcuni dei mercati che hanno fatto molto bene nel 2021 sono diminuiti rapidamente quest’anno. I Paesi Bassi sono uno dei mercati che è caduto in disgrazia, spinto dall’aumento dei prezzi dell’energia e dall’inflazione vertiginosa amplificata dalla guerra della Russia in Ucraina. La bassa crescita del PIL e un aumento dei tassi di interesse da parte della Banca centrale europea hanno anche ridotto l’attrattiva di alcune società che hanno fatto bene durante la pandemia. Anche la Svezia ha seguito l’esempio, con un calo del 15,31% negli ultimi 12 mesi*.

READ  Un libro che spiega a investitori e imprenditori stranieri come gestire i rapporti commerciali con l'Italia

andamento dei mercati europei


Scorri per vedere il grafico completo.


Le performance passate non sono una guida per il futuro. Fonte: *Lipper IM, al 30/11/2022.

tasso di crescita annuale







dal 30/11/2017 al 30/11/2018 dal 30/11/2018 al 30/11/2019 dal 30/11/2019 al 30/11/2020 Dal 30/11/2020 al 30/11/2021 Dal 30/11/2021 al 30/11/2022
FTSE Paesi Bassi -2,10% 15,86% 18,41% 35,01% -15,58%
FTSE Norvegia 8,23% -2,31% 0,69% 26,40% 6,91%
FTSE Spagna -8,11% 3,47% -6,07% 0,25% 6,05%
FTSE Svezia -4,80% 13,67% 24,94% 19,40% -15,31%
FTSE World Europe escluso il Regno Unito -4,55% 13,65% 7,32% 15,75% -2,88%

Come si sono comportati quest’anno i fondi patrimoniali europei shorthanded?

Gli ultimi 12 mesi sono stati particolarmente difficili per i mercati europei, anche se quel lasso di tempo è molto breve se si guarda alla performance. Ricorda che la performance passata non è una guida per il futuro e gli investimenti devono essere tenuti come parte di un portafoglio diversi Portafoglio a lungo termine – Per il lungo termine si intende almeno cinque anni.

Investire in questi fondi non è adatto a tutti. Gli investitori dovrebbero investire solo se gli obiettivi del fondo sono compatibili con i propri e vi è un’esigenza specifica per il tipo di investimento che si sta effettuando. Gli investitori devono comprendere i rischi specifici del fondo prima di investire e assicurarsi che qualsiasi nuovo investimento ne faccia parte
Portafoglio diversificato.

Ecco come funzionano alcuni file
Elenco abbreviato della ricchezza Ho fatto soldi in questi settori.

Per maggiori dettagli su ciascun fondo e sui suoi rischi, utilizzare i collegamenti alla scheda informativa e alle informazioni chiave per gli investitori di seguito.


Il reddito dell’Europa continentale di BlackRock È stato il fondo europeo con le migliori performance nella rosa dei ristretti. Negli ultimi 12 mesi è diminuito del 4,94%. Nonostante il calo del fondo, ha sovraperformato il rendimento medio dei suoi omologhi in IA Europe escluso il settore del Regno Unito dell’1,36%.

Il fondo ha faticato all’inizio del 2022. È stato investito in alcune società a crescita strutturale che sono state duramente colpite dalla brusca rotazione dall’investimento in crescita.

Sulla scia dell’incertezza, i gestori hanno deciso di riadattare parte del portafoglio per renderlo più difensivo, il che ha contribuito a rafforzare la flessibilità del fondo. Gli investimenti nel settore finanziario, tra cui compagnie assicurative, banche e alcune società sanitarie, hanno contribuito a guidare la performance del fondo.


Ulteriori informazioni su questo fondo, comprese le commissioni


Informazioni sul principale investitore nel reddito dell’Europa continentale di BlackRock


Selezionare Barings Europe Trust Lo scorso anno è stato il fondo con la performance peggiore nel settore europeo della Wealth Shortlist.

Il fondo si concentra sull’investimento in piccole società europee e negli ultimi 12 mesi queste hanno sottoperformato le loro controparti più grandi. Il fondo è in calo del 17,67% rispetto al rendimento medio delle piccole imprese europee di IA del -20,53%.

I principali fattori che hanno penalizzato la performance durante il periodo sono stati gli investimenti nel settore sanitario e l’apprezzamento dei consumatori.


Ulteriori informazioni su questo fondo, comprese le commissioni


Barings Europe ha identificato informazioni attendibili sugli investitori principali

tasso di crescita annuale






dal 30/11/2017 al 30/11/2018 dal 30/11/2018 al 30/11/2019 dal 30/11/2019 al 30/11/2020 Dal 30/11/2020 al 30/11/2021 Dal 30/11/2021 al 30/11/2022

Selezionare Barings Europe Trust
-4,78% 13,40% 10,34% 15,15% -17,67%

Il reddito dell’Europa continentale di BlackRock
-6,28% 13,69% 12,62% 9,91% -4,94%
IA Europa eccetto Regno Unito -6,62% 12,16% 9,19% 14,89% -6,30%
Piccole imprese europee IA -7,59% 9,93% 15,91% 21,66% -20,53%


Le performance passate non sono una guida per il futuro. Fonte: Lipper IM, accesso 30/11/2022.

Fund Insight: la nostra email settimanale

Iscriviti per ricevere la ricerca e gli approfondimenti dei nostri esperti sui fondi.

Correggi i seguenti errori prima di procedere:

Hargreaves Lansdown Group Companies PLC normalmente ti invierà ulteriori informazioni per posta e/o e-mail sui nostri prodotti e servizi. Se preferisci non riceverlo, faccelo sapere. Non venderemo o scambieremo i tuoi dati personali.

La nostra ricerca sui fondi è rivolta agli investitori che comprendono i rischi dell’investimento e che l’investimento in fondi non è adatto a tutti. Gli investitori dovrebbero investire solo se gli obiettivi del fondo sono compatibili con i propri e vi è un’esigenza specifica per il tipo di investimento che si sta effettuando. Gli investitori devono comprendere i rischi specifici del fondo prima di investire e assicurarsi che qualsiasi nuovo investimento faccia parte di un portafoglio diversificato.

Cosa pensi di questo articolo?