Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Alta Garonna: perché il parcheggio nelle strutture sanitarie è a pagamento?

primario
Da gennaio, il Rangwill University Hospital ha deciso di accedere al parcheggio della sua istituzione a pagamento. Le cliniche private e il Burban University Hospital avevano già preso l’iniziativa. Ti spieghiamo i motivi.

Accesso agli istituti di cura ma prendendo un biglietto di parcheggio a monte. Sempre più istituzioni sanitarie a Tolosa e dintorni stanno facendo questa scelta. Scorso? Ospedale universitario di Ranguell. Con il varo della funivia urbana “Téléo” lo scorso maggio, il centro ospedaliero ha deciso di mettersi in prima linea per evitare che i parcheggi, solitamente riservati al personale infermieristico e ai pazienti, diventino un parcheggio di follow-up per i viaggiatori che utilizzano il Téléo .

Al CHU du Purpan nella zona omonima, nel 2017, l’arrivo del tram ha spinto le squadre del Centro ospedaliero universitario a offrire un parcheggio a pagamento. “Questa linea di tram per l’aeroporto e il centro avrebbe spinto alcuni pendolari a parcheggiare al Burban University Hospital per andare da una parte o dall’altra”, ricorda Ornella Bruxelles-Terriat, direttrice degli ospedali Rangueil, Larrey e Cugnaux.

Quindi, con il lancio della più grande funivia urbana in Francia a maggio, i team dei centri ospedalieri hanno deciso di non aspettare che questo fenomeno si manifestasse e hanno preso l’iniziativa. Così, come CHU Purpan, hanno catturato lo stesso tariffario e l’hanno applicato a Rangueil.

“facilitare l’accesso”

Da gennaio, i pazienti devono pagare una tariffa per il parcheggio per accedere a questa posizione. “Si tratta di un prezzo unico di massimo 1,80 euro per i pazienti, con la prima ora gratuita”, sottolinea Ornella Bruxelles-Terriat, Direttore degli Ospedali Rangueil, Larrey e Cugnaux. Nota che questi prezzi interessanti consentono soprattutto di “fornire un parcheggio per ogni paziente o operatore sanitario, vicino al servizio di assistenza”. “Vale anche la pena notare che coloro che prendono la funivia hanno 500 posti auto e parcheggi per le corse e che il sito di Rangueil è una delle fermate offerte”, afferma il responsabile del sito di Rangueil. In totale, intorno all’ospedale, ci sono 1.400 posti disponibili, posti dedicati a utenti e professionisti insieme. Insiste sul fatto che questo progetto è stato discusso a lungo con i comitati degli utenti. “Questo facilita l’accesso per gli utenti, riduce i ritardi nella ricerca di un posto e per le persone che hanno difficoltà a navigare, e questo migliora la ricezione”, sottolinea Ornella Bruxelles-Terriat.

READ  Donna di Rennes, Eszter Dudás, vincitrice del premio Young Talents for Women in Science

Sul lato privato, i salari sono stati cambiati. Nel gennaio 2021, le cliniche del Gruppo Ramsay, con sede a Union e Quint-Fonsegrives (Croix-du-Sud) hanno lanciato il movimento installando barriere e pedaggi all’ingresso dei loro vasti giardini. Il Centro Cèdres, a Cournebario, ha anche realizzato un parcheggio a pagamento: “Abbiamo ampi parcheggi intorno alle nostre cliniche, ma questo ha un costo: affitto, tassa di proprietà, manutenzione, strade, sicurezza, e anche questo è un investimento” ha affermato nelle nostre colonne Fabrice Derbias, Direttore del Ramsay Group Medical Center nella regione di Tolosa (L’Union, Croix-du-Sud, Les Cèdres), “poi c’erano anche molte macchine bloccate su queste terre”. Le auto bloccanti sono quelle auto che a volte vengono parcheggiate per diverse ore o anche per diversi giorni nei parcheggi delle cliniche, non legate all’attività medica ma all’uso di veicoli a motore o all’uso dei mezzi pubblici.