Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Alla ricerca di Angelina nello “Scrigno del tesoro” del regista.

Contenuto dell’articolo

Sergio Navarreta riporta alcuni bei ricordi e legami familiari quando Looking for Angelina debutta domenica al Salt Film Festival.

Contenuto dell’articolo

Il film del 2005, girato a Sault Ste. Mary è basata sulla storia vera di una donna maltrattata che ha ucciso il marito violento a Sault nel 1911. Le location includevano il tribunale della contea, James Street e il Brockwell Chambers Bed and Breakfast.

“È stata una porta d’accesso alla nostra storia collettiva di immigrati in Canada”, ha detto Navarreta parlando della storia di Angelina Napolitano sullo schermo. “È stato un modo speciale di comprendere me stesso, la mia eredità e la mia storia”.

I suoi genitori sono arrivati ​​in Canada dall’Italia nel 1969. Navarretta ha saputo solo di recente che il suo bisnonno era sbarcato a Ellis Island nei primi anni del ‘900.

È stato un momento molto commovente della mia vita”, ha detto.

“Un senso di comunità e resilienza incredibilmente caloroso”, ricorda Navarreta, di un popolo che è stato in grado di unirsi per superare circostanze straordinarie.

Contenuto dell’articolo

Non solo italiani, intendo gli immigrati in generale. “Mi ha dato speranza come immigrato perché mi ha aiutato ad affrontare la mia confusione personale sulla realtà dell’essere canadese perché è una specie di enigma. Mi ha aiutato a capire che può esserci una felice comprensione e vedere tutte queste culture vivere in armonia insieme, così orgogliosamente. È stato illuminante”. Quindi per me a quel punto della mia vita in cui ho girato quel film”.

Parlando con i direttori del festival Rebecca Heron e Trish Rainoni “hanno riportato così tanti meravigliosi ricordi caldi ed emotivi” per il regista di Toronto.

READ  Dove è stata girata la seconda stagione di The White Lotus? Luoghi da sogno per le riprese in tutta Italia

“Non mi rendevo conto di quanto fosse davvero un viaggio emozionante”, ha detto Navarreta della sua esperienza di riprese a Salt Lake City. “Era in una scatola nel mio armadietto dei ricordi. Voglio anche restituire qualcosa alla comunità e alla nuova generazione di registi, artisti e narratori”.

L’ultima volta a Sault è stata nel 2014.

Navarreta ha recentemente diretto un paio di lungometraggi (The Cuban, Elephants in the Room) con il premio Oscar Louis Gossett Jr. (Roots, Mine Enemy). Cuban ha vinto premi in diversi festival cinematografici tra cui il Montreal Black Film Festival, il Forest City Film Festival e il Los Angeles African Film Festival.

Sono ancora disponibili i biglietti per Navarretta Directing Workshop (domenica, 15:00) e Looking for Angelina (domenica, 19:00). Acquista su saultfilmfestival.com.

[email protected]

Su Twitter: @Saultreporter