Gennaio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Agenzia stampa degli Emirati – Gli Emirati Arabi Uniti iniziano i prossimi 50 anni con record mondiali, importanti investimenti e piani strategici

Abu Dhabi, 28 dicembre / WAM / I driver dell’economia degli Emirati Arabi Uniti nel 2021 includevano cinque pilastri principali, che sono il lancio di una strategia industriale da 300 miliardi di dirham, l’inizio delle negoziazioni del greggio di Murban e il lancio del greggio di Murban progetto petrolifero. Il primo dei progetti “50 Projects”, Expo 2020 Dubai, e l’annuncio da parte di Sua Altezza lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, Presidente dello Stato, della più importante riforma legislativa nella storia del Paese, che comprendeva più di 40 leggi .

L’anno 2021 ha anche visto i progressi degli Emirati Arabi Uniti negli indicatori di competitività globale e l’annuncio di importanti progetti di investimento e piani strategici per raggiungere uno sviluppo sostenibile in più settori, in linea con gli standard internazionali.

In questo rapporto, l’Agenzia di stampa degli Emirati (WAM) mette in evidenza i più importanti progetti economici e di investimento per il 2021, quando gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato l’avvio di progetti per raddoppiare gli investimenti dello stato e il valore del commercio estero, migliorare il contributo del settore industriale e raggiungere il lungo termine. Guadagni economici in tutti i settori, insieme al lancio di Expo 2020 Dubai, il più grande evento internazionale nel 2021.

indicatori di crescita

Nonostante la pandemia di COVID-19 in corso e le sue ripercussioni in tutti i settori, gli Emirati Arabi Uniti hanno continuato a trasformare le sfide in opportunità, rendendo il 2021 una pietra miliare nella loro storia, soprattutto in termini di crescita economica, grazie alla visione strategica e all’approccio proattivo del Paese.

Nell’ottobre 2021, il rapporto della Banca centrale degli Emirati Arabi Uniti per il secondo trimestre del 2021 ha evidenziato un aumento del 2,1% del PIL reale, sostenuto da una crescita del PIL non petrolifero del 3,8%, nonostante un calo del PIL dipendente dal petrolio. .

Nel 2021, i vettori nazionali degli Emirati Arabi Uniti, Emirates Airlines, Etihad Airways, flydubai, Air Arabia, Wizz Air Abu Dhabi e Air Arabia Abu Dhabi, hanno registrato una crescita significativa dei tassi di occupazione dei voli e dei voli internazionali, riuscendo a restituire voli a quasi 500 destinazioni in 110 paesi. .

L’Autorità per l’aviazione civile generale (GCAA) ha annunciato un aumento del tasso medio di traffico aereo negli Emirati Arabi Uniti da 1.238 movimenti a fine 2020 a 1.538 movimenti a settembre 2021, con un aumento di circa il 24,5%.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno superato 152 indicatori globali e si sono classificati al primo posto tra i primi cinque paesi al mondo con 274 indicatori. È stato anche tra i primi dieci paesi in 425 indicatori globali, secondo il Global Competitiveness Yearbook 2021, dove gli Emirati Arabi Uniti si sono classificati al primo posto in diversi settori economici nei settori della finanza, della tassazione, dell’economia, della tecnologia avanzata e dell’energia.

READ  Il FTSE 100 scende nonostante il Covid abbia concluso un rally del 14,3% nel 2021 | Mercato azionario

Inoltre, gli Emirati Arabi Uniti si sono classificati al primo posto a livello regionale e uno dei paesi leader nell’indice globale della Banca mondiale.

Principali progetti

I principali progetti e piani economici annunciati dagli Emirati Arabi Uniti nel 2021 includevano una strategia industriale per aumentare il contributo del settore al PIL nazionale a 300 miliardi di dirham, rispetto agli attuali 133 miliardi di dirham, e un piano volto a raddoppiare il valore del commercio estero a 3 trilioni di dirham nello stesso periodo. , un aumento di 1,5 trilioni di dirham, oltre a mantenere la produzione economica annua che supera 1,5 trilioni di dirham e investire quasi 600 miliardi di dirham in energie rinnovabili per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Gli obiettivi economici dello stato includevano anche il raggiungimento di ritorni economici fino a 200 miliardi di dirham attraverso il programma delle ferrovie degli Emirati, che includeva investimenti fino a 50 miliardi di dirham, l’adozione di un bilancio federale con spese di 290 miliardi di dirham per il periodo 2022-2026, e aumentare il contributo del cittadino. L’In-Country Value Program da 22 miliardi di dirham a 55 miliardi di dirham entro il 2025, raddoppiando gli investimenti esteri nel paese a 1 trilione di dirham in nove anni, un aumento di 550 miliardi di dirham e raggiungendo un aumento annuo di 45 miliardi di dirham nelle esportazioni attraverso 10 mercati esteri attraverso il programma 10×10.

Piani e obiettivi

I piani economici e le ambizioni annunciati degli Emirati Arabi Uniti per il prossimo periodo includono il miglioramento e la diversificazione delle opportunità in diversi settori come l’intelligenza artificiale, l’economia digitale, l’economia circolare, l’innovazione, lo spazio, la salute, l’agricoltura, le industrie avanzate, l’assistenza sanitaria e le industrie alimentari . E l’adozione di modelli economici innovativi in ​​linea con i nuovi trend globali.

Le iniziative annunciate si basavano su studi approfonditi della situazione globale per modellare la direzione strategica degli Emirati Arabi Uniti, compresi i rapidi sviluppi tecnologici e il loro impatto sui settori economici e sui posti di lavoro tradizionali, i cambiamenti sociali che si verificano a livello globale e i cambiamenti strutturali che causano alla spesa dei consumatori .

Queste iniziative hanno coinciso con il lancio del Global Competitiveness Report 2021, in cui il paese ha superato la regione del Medio Oriente e del Nord Africa per il quinto anno consecutivo, posizionandosi al nono posto nella lista dei primi dieci paesi più competitivi al mondo. Nel rapporto, gli Emirati Arabi Uniti si sono classificati al primo posto a livello globale in 22 indicatori, tra i primi cinque paesi in 62 indicatori e tra i primi dieci in 120 indicatori, su un totale di 335 indicatori nel rapporto.

READ  La polizia italiana ha sballato un falso schema di permessi sanitari su Telegram

L’anno 2021 ha visto anche la ripresa di conferenze e mostre dopo lo scoppio dell’epidemia, soprattutto da quando Expo 2020 Dubai ha dato un contributo senza precedenti alla guida del settore, nonostante l’applicazione di rigorose misure di salute e sicurezza.

Vari progetti

Il 22 marzo 2021, gli Emirati Arabi Uniti hanno lanciato la loro strategia industriale, denominata “Operazione 300 miliardi”, per aumentare il contributo del settore industriale al PIL da 133 miliardi di dirham a 300 miliardi di dirham nei prossimi dieci anni. La strategia comprendeva 17 iniziative volte a raggiungere i suoi obiettivi entro il 2031.

Il 29 marzo 2021, l’Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) e l’Intercontinental Exchange (ICE) hanno annunciato ufficialmente l’inizio della negoziazione del principale petrolio greggio degli Emirati Arabi Uniti, Murban, come contratto futures sulla nuova Abu Dhabi International Energy Company (IFAD ) contratto a termine. scambio di merci.

Questo risultato storico e strategico ha consolidato la posizione degli Emirati Arabi Uniti, e in particolare dell’Emirato di Abu Dhabi, come principale hub energetico e ha confermato il ruolo fondamentale di ADNOC come importante contributore al raggiungimento degli obiettivi economici del Paese.

10×10 امج programma

Il 5 settembre 2021 è stata lanciata la prima serie di progetti e iniziative strategiche dei 50 progetti che comprendeva il programma 10×10 che mira a ottenere un aumento annuo delle esportazioni del Paese del 10 per cento in dieci principali mercati; Cina, Regno Unito, Paesi Bassi, Italia, Russia, Polonia, Lussemburgo, Australia, Nuova Zelanda e Indonesia.

Il progetto mira a raggiungere una crescita del 14% del flusso cumulativo di investimenti diretti esteri (IDE) entro il 2030, nonché una crescita del 24% degli IDE diretti ai paesi target entro il 2030.

È stato inoltre lanciato un portale online, Invest.ae, che funge da hub per tutte le entità locali legate agli investimenti e 14 entità economiche governative, consentendo loro di mostrare tutte le opportunità di investimento negli Emirati Arabi Uniti.

Vertice sugli investimenti degli Emirati

Gli Emirati Arabi Uniti hanno anche annunciato l’Emirates Investment Summit, un vertice globale che collegherà i fondi di investimento con il settore pubblico e privato, per generare opportunità di investimento che attireranno 550 miliardi di dirham di investimenti diretti esteri negli Emirati Arabi Uniti nei prossimi nove anni.

Il vertice, che si terrà durante il primo trimestre del 2022, mira a costruire partnership durature tra il settore pubblico e quello privato.

Campagna economica globale Il 6 settembre 2021, gli Emirati Arabi Uniti hanno presentato una campagna economica globale intitolata “United Global Emirates” per promuovere il paese come un importante centro per affari, talenti e investimenti esteri.

Rete dei Campioni 4.0

Nel frattempo, il 12 ottobre 2021 il Ministero dell’Industria e delle Tecnologie Avanzate ha firmato protocolli d’intesa con 12 entità del settore per formare la rete Champions 4.0, che mira a lanciare il programma della Quarta Rivoluzione Industriale appena annunciato, noto come “UAE”. Industria 4.0” Il programma punta ad aumentare la produttività industriale del 30% e ad aggiungere 25 miliardi di dirham al PIL del Paese in 10 anni.

READ  Forti prospettive a rischio se scoppia la pandemia - Franco - Italiano

commercio estero

Inoltre, il commercio estero non petrolifero degli Emirati Arabi Uniti è cresciuto del 27% nella prima metà del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, registrando un aumento del 6% rispetto alla prima metà del 2019.

I dati ufficiali preliminari hanno indicato che il valore del commercio estero non petrolifero del paese è stato pari a circa 900 miliardi di dirham nella prima metà del 2021, mentre le sue esportazioni non petrolifere sono aumentate nello stesso periodo a 170 miliardi di dirham, raggiungendo una crescita del 44 per cento rispetto al primo trimestre. anno 2020.

Grande riforma legislativa

Nel novembre 2021, Sua Altezza lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, Presidente dello Stato, ha approvato il più grande progetto di sviluppo di leggi federali nella storia del paese, che includeva più di 40 leggi per migliorare l’ambiente economico dello stato e le infrastrutture di investimento, e per mantenere e mantenere la sicurezza e la stabilità della società. I diritti degli individui e delle istituzioni.

Gli emendamenti includevano lo sviluppo di un assetto legislativo che comprende leggi che riguardano gli investimenti, i settori e le imprese commerciali e industriali, oltre a regolamentare e proteggere la proprietà industriale, i diritti d’autore, i marchi, il registro delle imprese, le transazioni elettroniche e i servizi di credito. Includono anche una legge sull’ingresso e il soggiorno degli stranieri e disposizioni uniformi sulle condizioni di lavoro, nonché leggi relative alla sicurezza della società, come il Crime and Punishment Act, l’Internet Security Act e le leggi che regolano la produzione, la vendita e l’uso di stupefacenti e sostanze psicotrope.

Piano ADNOC

Il 1 dicembre 2021, un piano aziendale quinquennale e spese in conto capitale di 466 miliardi di AED (127 miliardi di dollari USA) per il periodo 2022-2026 per consentire ai suoi piani di espandere la sua capacità di produzione primaria e il portafoglio di raffinazione, nonché il suo basso contenuto di carbonio e il business dei combustibili puliti. ambizioni energetiche.

La più grande campagna invernale del mondo

Il 18 dicembre 2021 è iniziata la seconda stagione della campagna World’s Coolest Winter per mettere in evidenza le attrazioni degli Emirati per residenti e turisti.