Dicembre 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“Abbiamo l’impressione che accadrà qualcosa di grave”, avverte Collectif Santé en Danger

Secondo il dottor Arno Cecchi rappresenta i malati di coronavirus In media l’80% della famiglia è occupato dall’ospedale a scapito dei reparti di neurologia e cardiologia.

Articolo di

pubblicato

aggiornare

momento della lettura : 2 minuti.

“C’è una leggera atmosfera a febbraio 2020, non siamo tranquilli. Abbiamo l’impressione che stia per succedere qualcosa di grave”D., ha testimoniato sabato 18 dicembre a Franceinfo. Arno Cecchi, anestesista, fondatore e presidente dell’Associazione per la Sanità Collegiata in Pericolo. Gli ultimi dati di Public Health France mostrano che il numero di pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva è tornato a salire alla fine di novembre.

franceinfo: Qual è la situazione negli ospedali?

Arno Chichi: In media l’80% dei posti letto sono occupati da pazienti Covid, molti pronto soccorso sono chiusi per mancanza di personale, le linee SMUR sono chiuse per mancanza di personale, c’è carenza di posti letto ovunque e i medici hanno difficoltà a trasportare i pazienti Ospedale. I servizi di rianimazione sono gravemente colpiti dall’afflusso di pazienti Covid e dalle forze presenti nei 18 mesi di difficoltà legate a questa pandemia. Il ramo esecutivo non soddisfa le aspettative dei caregiver. C’è un po’ di atmosfera da febbraio 2020, non siamo tranquilli. Abbiamo l’impressione che stia per succedere qualcosa di grave.

Di che cosa hai paura?

Abbiamo tutti un po’ paura di essere travolti da qualcosa di molto importante in termini di flusso di pazienti. I caregiver faranno del loro meglio come sempre, questo è il nostro lavoro, e in questo i francesi vanno rassicurati. Ma l’esecutivo si sbaglia e deve annunciare con urgenza ai caregiver che capisce che la situazione ospedaliera è estremamente pericolosa, che il sistema sanitario francese è fragile e che deve essere lanciato il meraviglioso Piano Marshall. Non capisco perché Emmanuel Macron non sia stato annunciato. Anche se lo fa ora e ci vogliono cinque anni, almeno i caregiver che saranno in prima linea sapranno che il loro capo ha capito la situazione sanitaria in Francia.

READ  LumenAI: trasformazione digitale aziendale

I pazienti con malattie diverse dal Covid-19 sono a rischio?

Ci sono tutte le altre malattie, e gli interventi non sono programmati in modo che il personale possa andare ad aiutare con altri servizi con i malati di Covid. La situazione è così tragica che non ci sono posti letto nei reparti di cardiologia e neurologia. Abbiamo difficoltà a prenderci cura di persone che hanno avuto ictus o infarti del miocardio. Questo aumenterà di dieci volte a causa dell’afflusso di pazienti Covid. Ai francesi dovrebbe essere detto di vaccinare, ma non devono soffrire di un sistema sanitario completamente deteriorato.