Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

A Tolosa, il sistema Apprentis-chercheurs consente agli studenti delle scuole medie e superiori di comprendere il mondo della scienza e della ricerca

Lanciato in Francia 18 anni fa dall’Associazione Tree of Knowledge, il sistema ‘principianti-churchour’ consente ai giovani di Tolosa di scoprire – da vicino – il mondo un po’ segreto dei laboratori di ricerca.

Dall’inizio dell’anno scolastico a settembre, 24 studenti del Bellevue College and High School di Tolosa hanno attraversato una volta al mese la strada per Narbonne diretti al campus Paul Sabatier. In particolare, il Laboratorio di Biologia Integrativa (CBI). Non una semplice visita ma un tuffo nel mondo della ricerca: questi giovani sono ricercatori formati.

Questo concetto è stato sviluppato nel 2004 da un’associazione nazionale ealbero della conoscenzaIl suo scopo è interessareI giovani imparano in modo diverso e consolidano la ricerca nelle regioni“Avendo appreso della questione alcuni anni fa, la ricercatrice del CBI Nadine Puget ha deciso di intraprendere il progetto e lanciare il progetto a Tolosa. Il Bellevue College e l’omonima scuola superiore hanno risposto all’invito.

Anche quest’anno ne hanno beneficiato 24 studenti. “Ho trovato questa immersione nei laboratori per studenti di college e scuole superiori davvero fantastica.‘ Dice Nadine Boujeh.Un vero impegno anche in una decina di sedute”.. Un progetto perfettamente in linea con la mediazione scientifica, diventata necessaria per costruire un ponte tra il mondo scientifico e il grande pubblico, ed è il tema del momento in particolare, come abbiamo visto durante tutta la pandemia di coronavirus.

È davvero un’opportunità per condividere la nostra passione per la ricerca e la conoscenza scientifica.

Nadine Boujeh, ricercatrice presso CBI

Sono raggruppati a coppie (uno studente delle scuole medie e uno studente delle superiori legati al ricercatore), e svolgono un vero e proprio ordine Progetto di ricerca di un anno. Torneranno a lavorare alla fine dell’anno.

READ  I tabù della salute mentale nel calcio belga

L’interesse era chiaro fin dall’inizioSpiega Vivian Fries, professoressa di SVT (Earth Science and Life) al Bellevue College.Quando la Tree of Knowledge Society ci ha presentato questo dispositivo per gli studenti, è stata una grande opportunità per ottenere un reale accesso al lavoro di ricerca.“.

Noi, al college, stiamo lavorando su tutte le inferenze scientifiche ma restano limitate dal materiale a nostra disposizione. Lì hanno avuto immediatamente accesso ad attrezzature professionali, con attrezzature di qualità che difficilmente si potrebbe immaginare di avere a scuola. Per loro è stata un’opportunità eccezionale.

Vivian Fries, Istruttrice SVT al Bellevue College

L’opportunità di cui sono ben consapevoli, questi giovani sono studenti di college e scuole superiori. Romeo, un bambino di prima elementare, vuole diventare medico: “Volevo imparare come funzionavano certe tecniche come i microscopi. Non abbiamo microscopi così avanzati“.

Lavorare con un ricercatore è un’opportunità che non hai spesso. C’è una certa fantasia sulla ricerca ed è bello essere al centro della questione e, infine, anche questo mi fa venire voglia di diventare ricercatore.

Romeo, uno studente del primo anno alla Bellevue High School

Sollevare un angolo del velo sul mistero della ricerca è anche l’obiettivo di questo progetto ambizioso. “Hanno pensato che fosse un lavoro molto impressionante in laboratorioBenoit Cadriaux, un insegnante SVT presso la Bellevue High School di Tolosa, spiega.In effetti, capiscono che facciamo scienza in un modo molto collaborativo, molto conveniente, e che il diritto a commettere errori è tollerato, persino incoraggiato.“.

Vedono questo lato della scienza, che si sta un po’ liberando dalle sue catene, e diventa molto vivo e molto dinamico, molto interattivo e molto socievole.

Benoît Cadrieu, insegnante SVT presso la Bellevue High School

E poi c’è stato tutto il bene che l’incontro ha portato tra studenti universitari e studenti delle scuole superiori. La differenza di livello è enorme, ricorda Vivian Fries, e ciò che gli studenti delle scuole superiori hanno imparato dai ricercatori, sono stati in qualche modo in grado di “tradurre” e generalizzare ai giovani. “Ho avuto un’esperienza molto positiva“Male, uno studente del terzo anno al Bellevue College, si rallegra.”È stato molto arricchente fare la manipolazione, scoprire il mondo della ricerca perché ne abbiamo un’idea un po’ astratta. E poi, ti permette di incontrare anziani, studenti del primo anno e ricercatori, quindi sei soddisfatto“.

READ  Assoli su Prime Video: cos'è questa serie di fantascienza con Anne Hathaway e Morgan Freeman? - Serie di notizie in TV

Il 1 giugno, tutti questi ricercatori in formazione si riuniranno in una conferenza a Tolosa. Un’occasione per presentare i loro metodi ei frutti della loro ricerca ai compagni, ai professori e alle famiglie. La fine di un anno accademico ricco di scoperte.