Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

A Julia Marino è stato detto che il suo skateboard era incompatibile prima delle qualifiche

Non è stata solo la prestazione della medaglia d’argento di Giulia Marino ad attirare l’attenzione a Pechino.

Il suo designer di snowboard, con il logo Prada in basso, è stato pubblicato online e ha richiesto un avviso ufficiale al Comitato Olimpico Internazionale che il suo consiglio di amministrazione ha violato le regole della competizione.

Il CIO è noto per essere stato duro con il branding ai Giochi. I loghi su qualsiasi cosa, dai taxi ai servizi igienici, sono coperti con del nastro adesivo e gli atleti possono mostrare solo i marchi dei produttori sulle loro attrezzature sportive.

Questa è una scappatoia vitale per gli snowboarder, che spesso accendono il logo stampato in modo ben visibile sul fondo delle loro tavole mentre girano e rotolano in aria durante la competizione: Burton. Salomone. Nitro.

Ma il consiglio di amministrazione di Prada a Marino ha sollevato interrogativi.

Marino ha pubblicato una sua foto sul ghiaccio martedì alla sua storia su Instagram con il logo Prada – le lettere originariamente dettagliate in lettere bianche – piene di bandiere rosse, dello stesso colore del logo del nastro rosso. In un testo scritto sulla foto, Marino ha detto di essere stata informata dal Comitato Olimpico Internazionale che il direttivo non era più accreditato alle superqualificazioni femminili, che si sono svolte lunedì. La tavola è stata ammessa all’evento slopestyle della scorsa settimana.

credito…Giulia Marino

“Mi hanno detto che sarei stato squalificato se non avessi coperto il logo e mi hanno costretto a dipingere sulla base del mio tablet con il mio pennarello”, ha scritto Marino, aggiungendo un’emoji ridente.

READ  È possibile ingaggiare la stella italiana Domenico Berardi?

Il CIO ha affermato di aver appreso del consiglio di Prada dopo la competizione di Marino e di aver indicato che l’attrezzatura costituiva una violazione perché Prada non è principalmente un’azienda di articoli sportivi.

“È stata cercata una soluzione con un impatto minimo, inclusa la possibilità di mantenere la stessa attrezzatura e rimuovere il marchio”, ha affermato in una dichiarazione al New York Times.

L’agente di Marino, Claudia Cusano, ha detto che Marino e i funzionari olimpici statunitensi si sono opposti all’idea che Prada non fosse un’azienda di articoli sportivi, sostenendo che lo stilista italiano fosse Fare abbigliamento sportivo con Prada Linea Rossa Dal 1997. Marino è stato Partnership con il marchio da circa un anno, Kusano ha aggiunto.

Nella sua storia su Instagram, Marino ha spiegato che il fondo di uno skateboard non dovrebbe contenere altro che cera; Qualsiasi altra sostanza può influenzare la velocità. “Avere un tag e altre cose sul fondo praticamente sconfigge il bersaglio”, ha scritto.

Il CIO ha preso di mira il consiglio di Marino nei giorni precedenti la qualificazione al big air femminile, da cui Marino si è ritirato, citando un infortunio subito durante l’allenamento. Cusano ha detto che le cadute sono avvenute in parte perché Marino era confuso prima del suo allenamento a causa di un’interazione che ha avuto con i funzionari del CIO, che l’hanno contattata in merito alle violazioni. Marino non è riuscito ad atterrare con il suo salto ed è invece caduto sul coccige.

Prima di ritirarsi, Marino ha detto di aver portato la sua tavola “modificata” per diverse discese lungo il pendio, per testare la tavola e vedere come si sentiva il suo corpo dopo l’infortunio. Ha detto che non era in grado di ottenere la velocità adeguata e non è riuscita a superare il salto alcune volte. Marino ha detto che tra la caduta e l’essere “distratta” sul tabellone, si è sentita “sfinita fisicamente e mentalmente” e ha deciso di ritirarsi dalla competizione.

READ  L'ex superstar italiana Luca Toni paragona la stella dei Super Eagles con Shevchenko ▷ Nigeria News