Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

8 alpinisti dispersi al sicuro dopo il crollo del ghiacciaio nelle Alpi Orientali; Cinque ne mancano ancora

Otto persone scomparse dopo il crollo di una parte di un ghiacciaio di montagna sono state salvate in sicurezza, secondo quanto riportato dai media italiani martedì, portando un po’ di soccorso alle squadre di soccorso in cerca di sopravvissuti.

Almeno sette persone sono rimaste uccise in una valanga domenica sulla Marmalata, la vetta più alta delle Dolomiti, a oltre 3.300 metri, nelle regioni trentine e venete delle Alpi orientali italiane. Fino a martedì mattina, 13 persone erano ancora disperse, ma il numero è sceso a cinque entro la fine della giornata.

“Quando siamo arrivati ​​abbiamo assistito a un disastro, ci siamo resi conto delle dimensioni di questa enorme valanga”, ha detto Stefano Kotter, capo del soccorso alpino locale e una delle prime persone a raggiungere l’incidente. “Abbiamo visto feriti bisognosi di aiuto e morti”, ha aggiunto.

Sono state trovate 7 persone nell’elenco dei dispersi. ANSA Lo ha riferito l’agenzia di stampa. Un italiano irreperibile era, infatti, in cura per le ferite riportate in un ospedale della città di Treviso, vicino a Venezia, dall’incidente di domenica.

Gran parte dell’Italia sta cuocendo in un’ondata di caldo all’inizio dell’estate e gli scienziati affermano che il cambiamento climatico ha reso più difficile prevedere prima la stabilità dei ghiacciai.

Con il picco ancora instabile, i soccorritori stanno utilizzando droni ed elicotteri per cercare le vittime o cercare di localizzarle attraverso i segnali dei loro telefoni cellulari. Martedì gli equipaggi hanno trovato resti umani o attrezzatura da arrampicata in tre o quattro siti.

La marmellata sarà per il momento chiusa ai turisti per consentire alle squadre di soccorso di lavorare, ha affermato Giovanni Bernard, sindaco del comune di Canasi. I trekker della zona hanno detto che erano comunque spaventati e stavano cercando di prendere percorsi più sicuri.

READ  I ministri dell'Istruzione di Francia, Italia, Cipro e Grecia lavorano insieme per promuovere il latino e l'antica Grecia

“Sono un po’ spaventato dopo quello che è appena successo, perché due giorni fa stavamo per camminare vicino al ghiacciaio. Potrebbe essere successo a noi”, ha detto Michel Bouchard, 29 anni, dal Lione.

(Scrittura di Keith Weir; Montaggio di Mark Heinrich)

Leggi le ultime notizie, le ultime notizie, i migliori video e la TV in diretta qui.