Luglio 31, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

5 famosi misteri che la scienza può spiegare

Molti di noi sono appassionati di enigmi, miti e racconti di ogni tipo. Se sei uno di loro, probabilmente conosci uno o due dei famosi misteri irrisolti che hanno scatenato molte conversazioni e sono stati sottoposti alle ipotesi più dure.

Mentre alcuni danno credito per le brillanti ipotesi, altri vogliono sempre il consiglio della scienza. Che tu sia al primo o al secondo limite, abbiamo compilato un elenco di famosi enigmi che la scienza ha finalmente risolto.

equilibri di Pixabay

Leggi anche: 6 cose che potresti non sapere su Tom Hiddleston

1. Anastasia Romanov è davvero morta?

Le principesse non vengono solo rapite nelle fiabe. La principessa Anastasia Romanov, ad esempio, la figlia dello zar Nicola II, fu rapita e improvvisamente scomparve. Per quanto riguarda la storia, la rivoluzione bolscevica rovesciò il governo zarista il 15 marzo 1917.

I bolscevichi catturarono la famiglia Romanov – inclusa Anastasia – e li portarono negli Urali per essere giustiziati.

È qui che la storia si complica. I carnefici hanno raccontato storie contrastanti e i corpi dei Romanov sono scomparsi per decenni. Questa mancanza di prove ha portato alla voce che i Romanov, e più specificamente Anastasia, potrebbero non essere scomparsi.

Nel 1920, una donna polacco-tedesca di nome Franziska Schanzkowska disse alla stampa tedesca di essere Anastasia. Successivamente si trasferì negli Stati Uniti dove prese il nome di Anna Anderson. Ma fino alla sua morte nel 1984, ha affermato di essere la principessa perduta.

Nel 1979 furono finalmente ritrovati i resti della famiglia Romanov e, grazie al DNA, analizzati dopo la caduta dell’Unione Sovietica nel 1991. I test hanno rivelato che cinque corpi appartenevano a Nicola II, a sua moglie Alexandra e alle loro tre figlie: Anastasia, Ol’ga e Tatiana. I ricercatori hanno anche testato il DNA di Anderson e hanno rivelato che non era sicuramente un Romanov.

READ  Con la crisi sanitaria, c'è il rinnovato interesse dei francesi per le notizie scientifiche?

2. Le pietre della Death Valley si muovono da sole?

In Nord America c’è un lago secco e piatto chiamato “Racetrack Playa” nel mezzo del deserto. Su questo lago si trovano anche misteriose “pietre” che incuriosiscono i visitatori fin dai primi del ‘900.

Sembra infatti che queste pietre possano spostarsi da sole anche oltre i 450 metri senza alcun intervento umano, lasciando solo tracce del loro movimento nel terreno.

Ma nel 2011, i ricercatori della Scripps Institution of Oceanography hanno collegato dispositivi GPS a 15 rocce e le hanno monitorate. Due anni dopo, hanno risolto il mistero. Questo perché quando la Valle della Morte riceve un temporale invernale, l’acqua si raccoglie sul fondo piatto del lago e si congela durante la notte, creando grandi chiazze di ghiaccio attorno alle rocce.

Durante il giorno il ghiaccio si scioglie e si screpola. Poi basta una leggera brezza per spostare le rocce sul ghiaccio sulla superficie del fondo del lago. Quindi questo ghiaccio si scioglie, lasciando solo tracce di rocce.

3. “Starchild Skull” non è un teschio alieno o ibrido

Nel 1999, lo scrittore e scrittore paranormale Lloyd Bey ha presentato al mondo un teschio deformato che secondo lui proveniva da un essere alieno e lo ha chiamato “Starchild Skull” o “Starchild Skull”. Questo cranio sembrava quello di un bambino, ma era ingrandito, con la schiena piatta e senza seni. Secondo Bey, i denti del cranio erano più erosi dei denti dei bambini e che erano fatti di un materiale organico sconosciuto alla scienza.

Tuttavia, studiosi successivi hanno esaminato il teschio menzionato e hanno negato le accuse di Bey. Un dentista che ha esaminato i denti del cranio ha concluso che appartenevano a un bambino di circa 5 anni.

READ  Al suono dei tamburi, i gorilla valutano la loro forza Scienza | Notizie | il Sole

Un neurologo ha aggiunto che le anomalie del cranio sono coerenti con l’idrocefalo congenito. Infine, i test del DNA hanno rivelato che questo teschio apparteneva effettivamente a un essere umano.

4. filamentoso

Il folklore europeo è pieno di creature e fenomeni fantastici, tra cui il fuoco fatuo. Ha un aspetto luminoso che assume la forma di una piccola fiamma.

È stato associato alla presenza di spiriti maligni o spiriti perduti che perseguiterebbero foreste desertiche, paludi e cimiteri.

Ma questa volontà è in realtà solo note di gas di palude. Infatti, la materia organica che si decompone nelle paludi crea “gas di palude”. È una miscela di metano, anidride carbonica, azoto, fosfina e altre sostanze chimiche. Quando questo gas di palude è esposto all’aria, può accendersi automaticamente e causare un effetto lampeggiante, quindi il filo.

5. Il “bloop” potrebbe davvero provenire da un mostro marino sconosciuto?

Il fondo dell’oceano alimenta ancora oggi molti miti e leggende. Sono anche una fonte di mistero. come nel caso di ” Bloop Un suono misterioso è stato registrato dai ricercatori della National Atmospheric Administration (NOAA) nel 1997 quando hanno utilizzato idrofoni subacquei per rilevare l’attività vulcanica. In effetti, la bolla sembra essere stata innescata da un mostro marino sconosciuto poiché proveniva da più di 5.000 km dalla stazione di ascolto.

Ma i ricercatori del NOAA hanno continuato la loro ricerca e hanno scoperto che questo suono ricorda anche il suono di una nascita di ghiaccio, un terremoto o un ghiacciaio che si stacca quando un ghiacciaio si scioglie.