Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

3 buoni motivi per vedere ‘SEE’ su Apple TV +


Questo è l’ultimo capitolo

Se hai perso il treno quando “SEE” è stato lanciato a novembre 2019, questo è il momento perfetto per recuperare il ritardo. La serie è stata quindi uno dei primi originali Apple TV+, ma non ha avuto il successo immediato di “The Morning Show”, ad esempio. La sua prima stagione piuttosto lenta è stata in parte responsabile del suo scarso successo. Quindi capiamo che non te ne sei reso conto, ma la stagione 2 l’ha presa sul serio, offrendo una trama migliore e un ritmo degno delle sue ambizioni. Inoltre, ogni stagione ha solo 8 episodi, quindi non c’è molto da capire, prima di tenere il passo con i prossimi 8 episodi, che verranno rivelati ogni settimana, fino a ottobre!

Jason Momoa in buona forma

Abituato ai ruoli di “selvaggio dal grande cuore”, l’attore eccelle sempre nelle prove. Nel ruolo di Baba Voss, il patriarca disposto a tutto pur di proteggere la sua famiglia e la sua tribù, lo troviamo questa volta. Inoltre, questo coraggioso guerriero ci ricorda la sua esibizione in “Il Trono di Spade”, o anche “Frontier”… una delizia. Di fronte a lui, l’attore può anche contare sulle interpretazioni stimolanti di Alfre Woodard (“Desperate Housewives”) e di Sylvia Hawkes (“Blade Runner 2049”).

sceneggiatura originale

È raro segnalare in questi giorni, ma “guarda” non è una modifica! Questa è una storia originale, direttamente ispirata dall’immaginazione di Stephen Knight (“Peaky Blinders”), sebbene sia ispirata ai classici di generi diversi. Un misto di fantascienza e fantasy, la serie ci porta in un lontano futuro, 600 anni dopo la nostra era. L’umanità ha perso di vista dopo che un virus ha spazzato via la maggior parte della popolazione e gli unici sopravvissuti sono tornati al loro stato originale. In questo mondo distopico, Papa Foss, il capo della tribù keniota, scopre che i suoi gemelli hanno la capacità di vedere.


READ  Salute fragile, morte prematura.. La vita di un bulldog inglese - Liberation