Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

21 giorni per cambiare un’abitudine: sbagliato

Yves Bodin – Science Press – Agenzia per lo smascheramento delle voci (www.sciencepresse.qc.ca)

Scienze. 21 giorni per rompere una cattiva abitudine o costruirne una nuova. La formula ha preso così tanto piede che è stata utilizzata in tutti i tipi di salse. Purtroppo per noi, rivedere le nostre abitudini non è sempre così semplice e veloce.

L’origine della voce

Nel 1960, il chirurgo americano Maxwell Maltz scrisse il libro Psycho-Cybernetics. Dopo aver notato che ci vogliono circa tre settimane perché i suoi pazienti si abituino ai loro nuovi volti dopo la chirurgia plastica, ha sviluppato una teoria secondo la quale “ci vogliono almeno 21 giorni perché la vecchia immagine mentale scompaia e se ne formi una nuova. ” Il libro è diventato uno dei 50 libri più influenti nel campo dello sviluppo della personalità. Gli insegnanti prendono la formula, eliminando il “minimo” lungo la strada e dando a quella formula un fascino scientifico.

Cosa dice la scienza?

In effetti, la ricerca su questo argomento è molto scarsa. Il Rumor Detector è stato scoperto da un piccolo studio pubblicato nel 2009 sull’European Journal of Social Psychology. Per 12 settimane, i ricercatori dell’University College di Londra hanno chiesto a 96 partecipanti di adottare un nuovo comportamento (come mangiare frutta o correre) ogni giorno alla stessa ora. Il tempo per cambiare un’abitudine variava da 18 giorni a 254 giorni, con una media di 66 giorni. Secondo le conclusioni di questo studio, ci vorranno in media più di due mesi per adottare un nuovo comportamento anziché tre settimane.

durata variabile

“Alcune nuove abitudini sono più facili e veloci da adottare rispetto ad altre”, afferma Jean-François Villeneuve, uno psicologo specializzato nel cambiamento delle abitudini di vita. Prendere l’abitudine di mangiare un frutto al giorno sarà generalmente più facile e veloce da adottare rispetto a seguire una dieta vegetariana, per esempio. Come medico, crede che un obiettivo di 21 giorni possa motivare le persone, anche se quel lasso di tempo non è sempre sufficiente per consolidare una nuova abitudine. “Non è necessariamente un male fissare un obiettivo di 21 giorni, dà solo alle persone il tempo di realizzare i benefici di una nuova abitudine. Ma, in generale, direi che ci vogliono sei mesi di impegno costante per formare una nuova abitudine”.

READ  Le persone con disabilità hanno lo stesso diritto di riceverlo come chiunque altro

Piano e impegno

Si capirà, il cambiamento richiede tempo e impegno, “bisogna anche identificare i motivi per cui si vuole cambiare, se si vuole rimanere motivati. Se sono in linea con i nostri valori, è più probabile che adottiamo rapidamente un nuovo abitudine “, crede Jean-François Villeneuve.

Crede inoltre che l’obiettivo debba essere chiaro e misurabile, se vogliamo raggiungerlo. “Possiamo ricordare l’acronimo SMART, uno strumento motivazionale spesso utilizzato nella gestione. Abbiamo maggiori probabilità di raggiungere un obiettivo se è semplice, misurabile, realizzabile, realistico e limitato nel tempo”, afferma lo psicologo.

Piano per cadere

Anche se il blocco è motivato, è necessario visualizzare le battute d’arresto. “Che accada dopo due settimane, due mesi o due anni, una ricaduta è normale”, dice lo psichiatra. L’importante è riprendere l’abitudine. Uno studio dell’University College di Londra ha dimostrato che deviare da un nuovo comportamento a volte non danneggia l’adozione di esso. La sua ripetizione in una vena simile è ciò che lo rende un’abitudine.

Regola

È una teoria che non si basa su dati specifici. E non puoi mettere tutti i cambiamenti nelle abitudini nello stesso paniere.

Per consultazione:

Link all’articolo originale https://www.sciencepresse.qc.ca/actualite/detecteur-rumeurs/2017/01/25/21-jours-pour-changer-habitu-faux?