Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

10,2 milioni di euro per il manoscritto della relatività generale di Albert Einstein

Questo manoscritto è probabilmente il manoscritto di Einstein più prezioso mai venduto all’asta‘, stimato in un comunicato stampa Kristi, che è stato venduto questo martedì, nell’ambito di una vendita giudiziaria della casa degli Aguttes. Il prezzo finale di 10,2 milioni di euro (per una vendita che è partita da 1,5 milioni di euro e ha un valore consistente compreso tra 2 e 3 milioni di euro) conferma questa affermazione e l’entusiasmo, anche follia, che pervade da qualche settimana le sale d’asta con Sono tornate le grandi vendite testa a testa. Le ultime registrazioni di un dipinto di Frida Kahlo o Serge Gainsbourg o La collezione di Macloe. Torniamo all’importanza storica, scientifica e simbolica di questo documento.

Un archivio molto raro conservato grazie al suo autore e fidanzata Michele Bessou

Queste 54 pagine furono scritte tra il giugno 1913 e l’inizio del 1914 da Albert Einstein e dal suo assistente, amico e confidente Michel Besso. 26 pagine firmate di prima mano, 25 di Besso e 3 con voci di entrambi. Questa bozza di lavoro è stata preparata a Zurigo, in Svizzera, utilizzando documenti che non provenivano dallo stesso blocco. “Solo il fatto che questo è un manoscritto pratico molto importante perché Einstein era qualcuno che alla fine ha mantenuto le sue bozze un po’.. Spiega Vincent Belloy, specialista nel dipartimento di libri rari e manoscritti di Christie’s La storia del documento, prima del 1919, ne rafforza la rarità e il valore.È soprattutto un manoscritto pratico che documenta l’emergere della teoria della relatività Generale. Forse la teoria più importante nella carriera di Einstein e forse una delle scoperte scientifiche più importanti nella storia della scienza. Vincent Belloy aggiunge.

READ  [En continu] A Barcellona la giustizia decide di revocare il coprifuoco

Ci sono solo due manoscritti funzionanti lasciati da Albert Einstein che documentano la genesi della relatività generale. Esiste un cosiddetto “Taccuino di Zurigo” (fine 1912, inizio 1913): un manoscritto negli Archivi Einstein dell’Università Ebraica di Gerusalemme. Questo è il manoscritto di Einstein Bissou. Et selon la maison de ventes qui avait déjà vendu plus de 2,5 million d’euros une lettre d’Einstein sur Dieu fin 2018, c’est grâce à cet ingénieur suisse que “le manuscrit est, presque miraculeusement, ‘parvenu jusqu’ noi”. I due scienziati hanno lavorato insieme sul documento prima con scrittura mista e correzioni su alcuni documenti. Lavorano insieme per risolvere il problema, poiché Einstein conserva il manoscritto prima di inviarlo al suo amico, un ingegnere meccanico e professore all’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo. Lo conserverà Michele Besso, contrariamente a quanto molti immaginano Einstein, così come tutta la sua corrispondenza con Einstein. La famiglia Bisu lo svelerà in occasione di Einstein Papers ProjectL’edizione storica degli scritti e della corrispondenza di Einstein iniziò alla fine degli anni ’70, e il manoscritto divenne noto e la comunità scientifica lo comprese, studiò, pubblicò e analizzò. Prima di due visite alla sala d’aste: nel 1996È stato venduto all’asta per $ 398.500 e poi, nel 2002, è stato acquistato da un collezionista europeo per $ 559.000.

Per visualizzare questo contenuto di Youtube devi accettare i cookie Pubblicità.

Questi cookie consentono ai nostri partner di offrirti annunci e contenuti personalizzati in base al tuo profilo di navigazione e ai tuoi interessi.

Gestisci le mie scelte

Riflessione sull’orbita di Mercurio per diffondere la relatività ristretta

In queste cinquanta pagine di conti,”Abbiamo la sensazione che i ricercatori stiano per raggiungere il loro obiettivo. In effetti, questa è la cosa molto toccante di questo manoscritto. Vincent Belloy ha detto:. “Li vediamo lavorare in coppia, li vediamo anche esitare. E nel caso di un personaggio come quello di Einstein, anche questo rende il manoscritto particolarmente toccante. Perché Einstein è generalmente usato come sinonimo di genio e infallibile genio assoluto”.“La persona che sarebbe poi diventata uno degli scienziati più famosi del mondo sta infatti cercando di rendere popolare la sua teoria della relatività speciale, pubblicata nel 1905. Per metterla alla prova”.I due amici e colleghi affrontano uno dei problemi che la comunità scientifica deve affrontare da decenni: le anomalie nell’orbita di Mercurio.. Il perielio di Mercurio, il punto della sua orbita più vicino al Sole, si muove lentamente nel tempo sotto l’influenza di altri corpi del sistema solare. C’è un gap infinitesimale tra le equazioni di Newton, e ciò che si osserva, senza che nessuno sia in grado di fornire una spiegazione conclusiva. Per Einstein e Besso, se le loro equazioni portano al ritardo osservato, la teoria sarà convalidata.Adrian Legendre, Direttore del Dipartimento Libri e Manoscritti Rari presso Casa d’aste francese Aguttes, Originario di questa vendita di martedì. Aggiungere: “Tuttavia, i calcoli nel manoscritto Einstein-Peso contengono una serie di errori impercettibili e nei mesi successivi Einstein mise da parte questo primo approccio. Besso lascia Zurigo con il documento.

READ  Scienza e tecnologia per l'agricoltura

Nel 1996, il dottor Michael Janssen, vicedirettore dell’Einstein Papers Project, spiegò per Christy :

Tuttavia, gli sforzi di Einstein e Besso non saranno vani. Le tecniche sviluppate in questo manoscritto per eseguire questi calcoli furono riprese praticamente invariate nel novembre 1915 per calcolare l’avanzamento del perielio previsto dalla relatività generale nella sua forma finale. Einstein scoprì che la teoria finale spiega l’intero effetto che la teoria di Newton lasciava inspiegabile. Spiegare la progressione anormale del perielio di Mercurio diventerebbe uno dei tre test classici della relatività generale. Con la scoperta del manoscritto di Einstein Besso, questa impresa impressionante è diventata ancora più comprensibile: Einstein aveva fatto lo stesso calcolo con Besso due anni prima. L’esame di questi calcoli precedenti ha contribuito a una migliore comprensione del documento sul perielio del 1915. Il manoscritto di Einstein Besso non è solo il documento principale per comprendere la famosa applicazione della relatività generale al problema del perielio. È anche di grande importanza per la ricostruzione storica della genesi della teoria.

Per visualizzare questo contenuto di Twitter, devi accettare i cookie social networks.

Questi cookie ti consentono di condividere o interagire direttamente sui social network a cui sei connesso o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su tali social network. Consente inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e app per personalizzare e indirizzare gli annunci.

Gestisci le mie scelte