Nikola Jokic va in tripla doppia contro Golden State.

Minnesota sovrasta i peggiori Cavs della stagione, Nikola Jokic in tripla doppia ma non basta




Inizio di settimana molto ricco e con tanti match interessanti: Indiana vince bene contro i Bucks, Brooklyn tiene testa a Toronto, ma non basta, i Rockets archiviano la pratica Bulls, Minnesota è troppa roba per i Cavs, New Orleans supera Detroit, San Antonio con tranquillità passa Sacramento, Golden State grazie ai primi 12 minuti porta a casa la vittoria, la Los Angeles biancorossa fa fatica contro gli Hawks.

Milwaukee Bucks – Indiana Pacers 96 – 109

Partita abbastanza a senso unico in favore dei Pacers che sembrano aver ritrovato lo stato di forma di inizio stagione. Milwaukee soffre tantissimo e solo un parziale nell’ultimo periodo rende il risultato meno salato.

Indiana parte benissimo in entrambe le metà campo, Myles Turner giganteggia in mezzo a quell’area e racchiude da solo i primi 12 minuti dei Pacers: 2 rubate e 3 stoppate in difesa, 6 punti con 3/3 al tiro in attacco. Il primo periodo è veramente perfetto per i Pacers che si passano la palla molto volentieri, segnano in tanti e segnano molto per concludere con un parziale di 16-37, da lì in poi chiaramente è solo da amministrare. Milwaukee tutto sommato potrebbe avere tempo per rientrare, ma non riesce a trovare continuità anzi, all’intervallo si ritrova con il -26 da recuperare. Niente da fare, solo un quarto periodo da garbage time riesce a regalare un buon parziale ai Bucks, ma ormai è troppo tardi.

Bucks: Middleton 19, Antetokounmpo 17, Brogdon 12, Henin 12. Assist: Middleton 4, Brogdon 4. Rimbalzi: Antetokounmpo 7.

Pacers: Sabonis 17, Turner 15, Young 15, Oladipo 15. Assist: Collison 7. Rimbalzi: Sabonis 10.

Toronto Raptors – Brooklyn Nets 114 – 113

Raptors: DeRozan 35, Valanciunas 21, Lowry 18. Assist: Lowry 11. Rimbalzi: Valanciunas 13.

Nets: Dinwiddie 31, Crabbe 20, Hollis-Jefferson 14, Allen 14. Assist: Dinwiddie 8. Rimbalzi: Hollis-Jefferson 17.

Houston Rockets – Chicago Bulls 116 – 107

Rockets: Paul 24, Gordon 24, Green 22. Assist: Paul 9, Gordon 9. Rimbalzi: Capela 16.

Bulls: Portis 22, Dunn 19, Valentine 19. Assist: Dunn 8. Rimbalzi: Markkanen 8, Valentine 8.

Cleveland Cavaliers – Minnesota Timberwolves 99 – 127

Cleveland impresentabile, Minnesota perfetta per 36 minuti su 36 – visto che l’ultimo periodo non servirà decisamente a niente – con difesa e attacco che funzionano alla perfezione dalla palla a due in poi.

I Twolves ospitano i Cavs e decidono di fare gli onori di casa fin troppo plateali: primo tempo dominato dai ragazzi di coach Thibodeau con grandi capacità di chiudere quando Cleveland non trova la via del canestro o perde palla. Butler e Wiggins partono benissimo e entrambi arrivano presto nella partita in doppia cifra. I Cavs fanno una fatica disumana, KLOVE inizia con uno 0/5 dal campo, in generale Cleveland rimane per molto tempo sotto al 20% dall’arco con un picco del 7.7% a tardo primo periodo. Parziale di fine primo tempo è  +27 Minnesota che non si ferma e migliora il gap nel terzo periodo arrivando sul +35 che chiude i giochi definitivamente.

Cavs: Green 22, Korver 19, Wade 13. Assist: Wade 6. Rimbalzi: James 8, Thompson 8.

Timberwolves: Wiggins 25, Butler 21, Towns 19. Assist: Butler 9. Rimbalzi: Gibson 13,

Detroit Pistons – New Orleans Pelicans 109 – 112

Pistons: Harris 25, Bradley 24, Drummond 16, Smith 16. Assist: Bradley 6. Rimbalzi: Drummond 14.

Pelicans: Davis 30, Moore 23, Cousins 20. Assist: Rondo 15. Rimbalzi: Davis 10, Cousins 10.

San Antonio Spurs – Sacramento Kings 107 – 100

Spurs: Aldridge 31, Bertani 28, Mills 14. Assist: Murray 6. Rimbalzi: Aldridge 12.

Kings: Cauley-Stein 22, Bogdanovic 16, Temple 16. Assist: Fox 10. Rimbalzi: Cauley-Stein 9.

Denver Nuggets – Golden State Warriors 114-124

A Oakland non ci vinci due volte in Regular Season, e così è stato perché dopo la vittoria di qualche tempo fa i Nuggets non possono far altro che inchinarsi di fronte ai Campioni in carica.

Partita che, come spesso accade tra queste due squadre, è ad alto punteggio. La difesa di Denver cade subito e chi conosce i precedenti tra queste due squadre sa che se una delle due prende il sopravvento dopo i primi 12 minuti difficilmente l’altra riesce a recuperare. Così è stato anche questa volta,  Golden State parte meglio e si assicura 3 possessi pieni di vantaggio dopo il primo periodo. Poi la partita diventa bella da vedere con entrambe le squadre che giocano un ottimo basket – 66 gli Assist totali in partita, 30 di denver e 33 di GS – e con i Nuggets che non riescono mai a fare quel possesso in più per riaprire definitivamente la partita.

Nuggets: Harris 22, Jokic 22, Lyles 21, Murray 21. Assist: Jokic 11. Rimbalzi: Jokic 12.

Warriors: Curry 32, Green 23, Thompson 19. Assist: Green 10. Rimbalzi: Bell 8.

Atlanta Hawks – Los Angeles Clippers 108 – 109

Hawks: Prince 20, Schröder 18, Bazemore 13. Assist: Delaney 6. Rimbalzi: Ilyasova 13.

Clippers: Williams 34, Jordan 25, Williams 15. Assist: Williams 4. Rimbalzi: Jordan 18.

Ecco a voi anche i migliori e i peggiori di giornata.

TOP

Nikola Jokic – Qualche palla persa di troppo, ma sta piano piano capendo cos’è un leader,  tripla doppia contro gli Warriors da 22 punti, 12 Rimbalzi e 11 Assist.

NOLA Twin Towers – Giocassero così per 3/4 delle partite i Pelicans non avrebbero problemi a pensare chi mettere vicino al loro frontcourt: Davis da 30+10, DMC da 20 +10.

Davis Bertans – Il ragazzo lettone da qualche partita a questa parte ha migliorato notevolmente il suo gioco, oggi 28 punti uscendo dalla panchina.

Lou Williams – Sweet Lou è una sicurezza, peccato sia finito nel deserto dei Clippers: 34 punti e vittoria per LA.

FLOP

Cleveland – Partendo da LBJ fino a Kevin Love, nella serata a Minneapolis si salva solo Jeff Green, per il resto dei Cavs veramente inguardabili.

Will Barton – Manca la sua qualità ai Nuggets quando esce dalla panchina, non entra in partita e penalizza la squadra di coach Malone a Oakland.

Giannis Antetokounmpo – O fa 40 punti o Milwaukee perde. Così è successo stanotte, ma oltre a quello soffre la difesa di Thaddeus Young e Lance Stephenson, solo 3 su 8 dal campo e brutta sconfitta.



Non posso vivere senza sport, in particolare senza basket, football e calcio. Mi diletto a praticarlo, mi piace raccontarlo e commentarlo. Scrivo per NbaRevolution perché è di un altro livello, tifoso Nuggets dal 2007.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *