Lou Williams mette 50 punti contro i Golden State Warriors

Fuoco e fiamme nella Baia, Sweet Lou con 50 punti abbatte gli Warriors, Chris Paul spezza Portland




Notte intensissima quest’oggi, con ben 11 partite a dare spettacolo e tante sfide interessanti. Partiamo dal fondo perché la più interessante è sicuramente la gara tra Los Angeles ClippersGolden State Warriors, vinta dai primi grazie a uno spettacolare Lou Williams da 50 punti. Non possono nulla nemmeno i 40 punti di Kevin Durant. Altre sfide interessanti sono quelle tra Oklahma City ThunderMinnesota Timberwolves, vinta dai lupi dopo un primo tempo di parità, quella tra Houston RocketsPortland Trail Blazers in Texas, dove i Rockets sconfiggono quelli della Rip City, e quella tra Milwaukee BucksOrlando Magic in cui i cervi battono gli ospiti della Florida. Ma non è finita qui: i Dallas Mavericks superano gli Charlotte Hornets, i Mami Heat e gli Utah Jazz sconfiggono rispettivamente gli Indiana Pacers e gli Washington Wizard a casa loro, i Detroit Pistons danno una bella batosta ai Brooklyn Nets, i Chicago Bulls archiviano la pratica New York Knicks al Garden, i New Orleans Pelicans perdono contro i Memphis Grizzlies e gli Atlanta Hawks si fanno sentire contro i Denver Nuggets.

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 125 – 106

Clippers senza Blake Griffin, Warriors senza Stepen Curry e Klay Thompson, insomma, la partita non si prospettava per nulla per quello che sarebbe poi stata. In casa Warriors a prendere il comando è ovviamente KD, mentre dall’altro lato i due Williams, C. J. e Lou, si scambiano tiri e rispondono a tono. Il match prosegue molto con le squadre in una situazione di equilibrio dinamico continua, con qualche allungo dei Warriors seguito dal pronto recupero dei Clippers: Durant segna di qua, Harrell e Jordan schiacciano di là, Green e West stoppano, Wallace tira, Dekker appoggia, Lou Williams giganteggia con la sua prestazione. Questa situazione rimane sostanzialmente in stallo fino all’ultimo periodo. Fino a questo momento Durant ha segnato 32 punti con 11/13 dal campo, pressoché perfetto, e Sweet Lou ha risposto con 40 punti, di cui 27 solo nel terzo periodo. Il problema dei Warriors stanotte è che KD è l’unico ad essere andato in doppia cifra dei suoi, a parte Pachulia, e quando nel quarto periodo rientra in campo la squadra ha già preso la via del tracollo ed è sotto di 13 punti. Le sorti della partita non si risollevano e si va verso degli ultimi minuti di garbage time, con i Clippers saldamente in vantaggio di 20 punti.

Clippers: L. Williams 50, Wallace 22, Harrell 14. Assist: Williams 7, Evans 6. Rimbalzi: Jordan 12, Harrell 7.

Warriors: Durant 20, Pachulia 12, Iguodala 9. Assist: Durant 4, Green 4. Rimbalzi: Green 10, Durant 4.

Portland Trail Blazers – Houston Rockets 112 -121

I Rockets sono orfani di James Harden, ma hanno ancora Chris Paul, mentre i Trail Blazers recuperano Damian Lillard. I presupposti per una gara interessante ci sono tutti e così si rivela il match. Senza Harden la squadra gioca al ritmo di CP3 e stasera è la sua serata. Portland tiene il colpo per il primo quarto, ma già dal secondo accumula una decina di punti di svantaggio, nonostante la coppia Lillard-McCollum si faccia sentire. A rincarare la dose ci pensa Eric Gordon (30 punti per lui in serata e 5 triple), ma Portland non si dà del tutto per vinta, nonostante lo svantaggio sia sempre quello. Infatti nel quarto periodo l’atmosfera si scalda e Portland con un parziale di 11-0 si riporta a un possesso pieno di distacco con tre minuti ancora da giocare. Chris Paul però non ci sta e tira fuori il meglio di sé, ricacciando la squadra della Rip City sotto di 9 punti e chiudendo il match.

Trail Blazers: Lillard 29, McCollum 24, Turner 18. Assist: Lillard 8, McCollum 4. Rimbalzi: Davis 10, Nurkic 8.

Rockets: Paul 37, Gordon 30, Capela 13. Assist: Paul 11, Ariza 4. Rimbalzi: Capela 9, Paul 7.

Dallas Mavericks – Charlotte Hornets 115 – 111

Mavericks: Barnes 25, Ferrell 22, Nowitzki 19. Assist: Smith jr. 6, Barea 5. Rimbalzi: Barnes 11, Barea 6.

Hornets: Walker 41, Howard 15, Lamb 12. Assist: Walker 4. Rimbalzi: Howard 12, Batum 7.

Miami Heat – Indiana Pacers 114 – 106

Heat: Dragic 20, Whiteside 16, Ellington 15. Assist: Dragic 9, Adebayo 5. Rimbalzi: Whiteside 15, Ellington 5.

Pacers: Oladipo 26, Sabonis 18, Bogdanovic 15, Stephenson 15. Assist: Oladipo 4, Stephenson 4. Rimbalzi: Young 9, Stephenson 8.

Utah Jazz – Washington Wizards 107 – 104

Jazz: Rubio 21, Udoh 16, Mitchell 16, Johnson 16. Assist: Ingles 6, Mitchell 4. Rimbalzi: Udoh 9, Hood 6.

Wizards: Wall 35, Beal 23, Porter jr. 14. Assist: Wall 11, Beal 7. Rimbalzi: Gortat 8, Wall 6.

Detroit Pistons – Brooklyn Nets 114 – 80

Pistons: Drummond 22, Harris 22, Buycks 17. Assist: Drummond 5, Bradley 5, Smith 5. Rimbalzi: Drummond 20.

Nets: Crabbe 20, Hollis-Jefferson 15, LeVert 12. Assist: Hollis-Jefferson 3, Dinwiddie 3. Rimbalzi: Hollis-Jefferson 7, LeVert 5.

Chicago Bulls – New York Knicks 122 – 119

Bulls: Markkanen 33, lopez 20, Valentine 20. Assist: Dunn 8. Rimbalzi: Markkanen 10, Holiday 9, Valentine 9.

Knicks: Beasley 26, Porzingis 24, Lee 16, Jack 16. Assist: Jack 10. Rimbalzi: Beasley 12, Jack 10.

New Orleans Pelicans – Memphis Grizzlies 102 – 105

Pelicans: Cousins 29, Moore 16, Rondo 14. Assist: Holiday 6, Moore 4. Rimbalzi: Cousins 8, Holiday 6.

Grizzlies: Evans 28, Gasol 21, Green 20. Assist: Gasol 7. Rimbalzi: Green 14, Gasol 10.

Orlando Magic – Milwaukee Bucks 103 – 110

Magic: Fournier 21, Biyombo 14, Speights 14. Assist: Payton 7. Rimbalzi: Biyombo 9.

Bucks: Antetokounmpo 26, Middleton 22, Bledsoe 15. Assist: Brogdon 7, Middleton 4. Rimbalzi: Henson 10, Brogdon 9.

Oklahoma City Thunder – Minnesota Timberwolves 88 – 104

Thunder: Westbrook 38, Anthony 15, George 13. Assist: Westbrook 5, George 4. Rimbalzi: Westbrook 10, Adams 8.

Timberwolves: Butler 26, Wiggins 19, Towns 18. Assist: Butler 8. Rimbalzi: Towns 12, Butler 7.

Atlanta Hawks – Denver Nuggets 110 – 97

Hawks: Schröder 19, Prince 16, Bazemore 14. Assist: Schröder 10, Delaney 6. Rimbalzi: Dedmon 9, Ilyasova 9.

Nuggets: Harris 25, Barton 15, Murray 13. Assist: Jokic 7, Plumlee 4. Rimbalzi: Jokic 12, Harris 7.

TOP

Lou Williams – Sweet Lou è sempre più il trascinatore di questi Clippers, oggi ancor di più per l’assenza di Griffin. 50 punti, 7 assist, 2 rimbalzi e un 16/27 al tiro sono il suo bottino di guerra.

Kevin Durant – 40 punti, 4 rimbalzi, 4 assist e una serata quasi perfetta al tiro per lui (14/18 dal campo con 6/7 da tre) non bastano per avere ragione dei Clippers stanotte

Chris Paul – Il miglior Chris Paul è venuto fuori stasera e ha deciso di vincere la partita. Anche senza Harden è in grado di far girare perfettamente la squadra ed è costantemente in controllo, questa è la sensazione che dà guardandolo giocare. 37 punti, 7 rimbalzi e 11 assist conditi con 3 rubate sono i numeri della sua prestazione di ieri sera.

Lauri Markkanen – Il finlandese vince la sfida europea contro il lituano Porzingis. 33 punti e 10 rimbalzi per lui con 10/22 dal campo e 8/15 da tre.

Kemba Walker – Ci piacerebbe vedere Kemba giocare in qualche squadra che aspiri a qualcosina di più rispetto agli Hornets probabilmente. Per stasera ci accontentiamo di vedergli fare 41 punti, 4 assist e 3 rimbalzi conditi con 3 steal e 1 stoppata.

FLOP

Spencer Dinwiddie – Ultimamente Dinwiddie sta avendo delle buone cifre, ma stasera no. Stasera torna un po’ nell’anonimato con solo 2 punti, 3 rimbalzi e 3 assist e percentuali rivedibili al tiro.

Trevor Ariza – I suoi Rockets vincono, ma non per merito suo. 0 punti portati in cascina, anche se 6 rimbalzi e 4 assist sono discreti. Stasera serata storta al tiro evidentemente (0/6 dal campo).

Aaron Gordon – Brutta partita per Gordon che tira tanto, ma non vede il canestro. 4/18 per lui dal campo di cui 0/5 da dietro l’arco.



Ingegnere milanese classe '95, amante non troppo precoce del basket, ma sicuramente colpito nel segno dalle sue storie. Einstein diceva "I have no special talents. I am only passionately curious." ed è questa curiosità che mi ha spinto verso The Game, ma anche verso tutto ciò che magicamente gli si può collegare: musica, cinema, letteratura, arte, scienza...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *