I tracking data danno James come il più lento in campo contro Boston. LeBron: “Quei dati possono baciarmi il culo”

La NBA, attraverso delle particolari tecnologie, traccia ogni movimento in campo dei giocatori ed elabora delle statistiche a riguardo. Secondo i tracking data ottenuti dalle prime tre partite della serie tra Cavaliers e Celtics, il più lento in campo sarebbe LeBron James con 3.4 miglia orarie (circa 5.5 km/h) di velocità media. Venuto a sapere di questa statistica dopo Gara-4, The Chosen One non ha fatto attendere la sua considerazione a riguardo: “E’ la cosa più stupida che abbia mai sentito. I tracking data possono baciarmi il culo. Io il più lento in campo? Ditegli di tracciare quanto sono stanco a fine partita. Sono il n°1 nella NBA per stanchezza a fine gara“.



Veneziano classe '98. Grande appassionato di basket (anche se seguo in generale praticamente ogni sport), ma anche di musica e film. Sono cresciuto inseguendo la figura di Kobe Bryant e ho due frasi preferite riguardo lo sport: "Hard work beats talent when talent fails to work hard" (Kevin Durant) e "Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better" (Samuel Beckett).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *