Steph Curry e James Harden

Rockets, la franchigia è pronta a muovere qualche pedina per arrivare al livello degli Warriors

Nella prima stagione di Mike D’Antoni sulla panchina degli Houston Rockets la squadra è andata oltre ogni più rosea aspettativa, per questo l’hype in vista della prossima stagione è già a livelli elevati in Texas. Nonostante il buon lavoro fatto, il front office è consapevole di dover muovere qualcosa per avvicinarsi al livello dei Golden State Warriors, infatti Daryl Morey, GM della franchigia, ha affermato: “Potremmo avere un asso nella manica, stiamo lavorando in maniera aggressiva per migliorare il nostro roster e avvicinarci al loro livello.”



Ventitreenne italoamericano diviso tra Firenze e Los Angeles e visceralmente innamorato della palla a spicchi. Ho sempre pensato che niente sarebbe mai stato come il Mamba, poi è arrivato LaVar Ball.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *