Isaiah Thomas dopo i 20 punti contro i Cavaliers: “Loro sanno cosa posso fare. Non dovevo dimostrare nulla”

Nella notte i Los Angeles Lakers hanno superato i Cleveland Cavaliers, con un amaro ritorno allo Staples Center per Larry Nance Jr e Jordan Clarkson e una sorta di rivincita per Isaiah Thomas. L’ex Celtics e Cavs infatti in uscita dalla panchina ha messo a referto 20 punti che sono stati molto utili alla causa e ha fine partita ha commentato cos’ la sua prestazione: “Non devo dimostrare niente a nessuno. Loro sanno cosa posso fare. Ho giocato solo 15 partite con i Cavaliers, quindi non devo dimostrare niente. Il mondo sa cosa sono in grado di fare, quali abilità posso mettere in campo. Questa era solo una partita che volevo vincere e abbiamo fatto un incredibile lavoro di squadra per batterli“.



Veneziano classe '98. Grande appassionato di basket (anche se seguo in generale praticamente ogni sport), ma anche di musica e film. Sono cresciuto inseguendo la figura di Kobe Bryant e ho due frasi preferite riguardo lo sport: "Hard work beats talent when talent fails to work hard" (Kevin Durant) e "Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better" (Samuel Beckett).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *